I cieli di Alice

Film 2020 | Drammatico, +13 92 min.

Titolo originaleSous le Ciel d'Alice
Titolo internazionaleSkies of Lebanon
Anno2020
GenereDrammatico,
ProduzioneFrancia
Durata92 minuti
Al cinema1 sala cinematografica
Regia diChloé Mazlo
AttoriAlba Rohrwacher, Wajdi Mouawad, Isabelle Zighondi, Mariah Tannoury, Jade Breidi Odette Makhlouf, Hany Tamba, John Chelhot, Greta Zighondi.
Uscitamartedì 15 febbraio 2022
TagDa vedere 2020
DistribuzioneI Wonder Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,57 su 11 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Chloé Mazlo. Un film Da vedere 2020 con Alba Rohrwacher, Wajdi Mouawad, Isabelle Zighondi, Mariah Tannoury, Jade Breidi. Cast completo Titolo originale: Sous le Ciel d'Alice. Titolo internazionale: Skies of Lebanon. Genere Drammatico, - Francia, 2020, durata 92 minuti. Uscita cinema martedì 15 febbraio 2022 distribuito da I Wonder Pictures. Oggi tra i film al cinema in 1 sala cinematografica Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,57 su 11 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi I cieli di Alice tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento martedì 15 febbraio 2022

Un'intensa e originale opera prima, selezionata alla Semaine de la Critique di Cannes 2020, che intreccia fiction e stop motion. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Lumiere Awards, In Italia al Box Office I cieli di Alice ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 13,6 mila euro e 9,4 mila euro nel primo weekend.

I cieli di Alice è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING Compralo subito

Consigliato sì!
3,57/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA 3,14
PUBBLICO
CONSIGLIATO SÌ
Cinema d'invenzione e sentimento che traccia la storia libanese, con una grande Alba Rohrwacher.
Recensione di Tommaso Tocci
venerdì 4 febbraio 2022
Recensione di Tommaso Tocci
venerdì 4 febbraio 2022

Negli anni cinquanta, alla giovane Alice sta stretta la vita con la famiglia tra le montagne della Svizzera. Decide così di sfidare il volere dei genitori per trasferirsi a Beirut, dove inizia a lavorare come ragazza alla pari e trova subito l'amore. A intrigarla è lo scienziato Joseph, che sogna di costruire un razzo per mandare il primo libanese sulla luna. In una Beirut che guarda al futuro con fiducia i due si costruiscono una vita e una famiglia, fino a che le cose cambiano con la guerra civile, che lascia ferite profonde sia su Alice che sui suoi parenti e amici.

L'ottimo esordio alla regia di Chloé Mazlo è il perfetto amalgama delle sue radici franco-marocchine e della sua esperienza nei corti d'animazione: influssi, tecniche e referenze storico-culturali che si inseguono lievi nel ritratto di un paese e dei suoi decenni più tormentati.

Volto principale di un film che in realtà mette in mostra un'attenzione corale per i tanti personaggi che lo attraversano è quello di Alba Rohrwacher, che si conferma l'attrice dal profilo più complesso e interessante del nostro cinema e che spesso negli ultimi anni ha trovato ruoli più consoni al suo talento in giro per l'Europa. Qui recita, in francese, la parte di una donna che dell'Europa si fa emissario e nel Libano outsider, mettendo al servizio di Mazlo quella sua innata alterità espressiva e quel coraggio che fa sembrare l'impresa eccezionale di Alice più facile di quanto sia in realtà.

Mescolando gli inserti in stop motion, l'animazione e i fondali illustrati, la regista crea un film stravagante ma dallo sguardo diretto e tenero, che non si ripromette di usare le tecniche visive per rivelare, ma semplicemente per illuminare le cose della vita. E quindi le radici che legano a una famiglia lontana si sradicano dal pavimento, i bambini si acciuffano dalle cicogne in volo sopra al letto, e perfino la guerra è raccontata per immagini quasi infantili, come un angolo di strada conteso e la figura del cedro, simbolo del paese, intrappolato nel mezzo.

Ad armonizzare lo stile visivo e a legare gli strappi della storia ci pensano le tinte pastello della splendida fotografia di Hélène Louvart, che in passato ha curato anche le immagini di Lazzaro felice e che nell'ultimo anno ha lavorato per altre eccellenti registe, con La figlia oscura e Mai raramente a volte sempre. Prestigiosa e meritata compagnia per Mazlo, che nonostante sia al primo film ha saputo condensare una visione artistica eterogenea in un'opera emozionante e ambiziosa.

I CIELI DI ALICE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
martedì 5 aprile 2022
Giovanni Vitale
Cinemonitor.it

"I cieli di Alice" di Chloé Mazlo racconta la storia di una ragazza svizzera di nome Alice, ben interpretata da Alba Rohrwacher. Fin da subito è chiaro il grande desiderio della giovane di partire alla scoperta del mondo: non stupisce, infatti, il suo entusiasmo nell'accettare un'offerta di lavoro dal Libano. Alice parte quindi per Beirut per emanciparsi dalla famiglia e "tagliare le sue radici", come [...] Vai alla recensione »

martedì 22 febbraio 2022
Marì Alberione
Duels.it

Il grande amore alla prova della guerra civile attraverso la storia dell'incontro tra Alice (Alba Rohrwacher), giovane illustratrice svizzera trasferitasi a Beirut come tata, e Joseph (Wajdi Mouawad) brillante ingegnere che sogna di portare gli uomini nello spazio. Un amore destinato a durare nei secoli («Vi dichiaro marito e moglie per l'eternità» è la formula che sancisce la loro unione).

venerdì 18 febbraio 2022
Sophie Grassin
L'Obs

In Libano, la giovane svizzera Alice s'innamora dell'astrofisico Joseph e della sua ossessione - mandare un libanese sulla Luna - ma anche della sua famiglia e di un paese meraviglioso. All'improvviso, però, la guerra civile distrugge l'eden della donna. In questa piccola gemma poetica, ispirata alla storia della sua famiglia, Chloé Mazlo mescola sequenze di animazione a sequenze filmate, riuscendo [...] Vai alla recensione »

giovedì 17 febbraio 2022
Raffaele Meale
Quinlan

Era da oltre un decennio che il cinema francese attendeva l'esordio al lungometraggio di Chloé Mazlo, francese figlia di genitori libanesi: i suoi corti d'animazione (sovente mescolata alle riprese "dal vero") furoreggiavano oltralpe, e nell'approcciarsi a I cieli di Alice - presentato alla Semaine de la Critique di Cannes nel 2020, vale a dire l'anno "fantasma", quello in cui i film sono stati sostituiti [...] Vai alla recensione »

giovedì 17 febbraio 2022
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Beirut, anni '50. Alice saluta la famiglia svizzera per andare a lavorare in Libano. Qui, incontra Joseph, giovane astrofisico che ha il sogno di costruire un razzo per mandare dei libanesi sulla Luna. Si fidanzano, si sposano, hanno una figlia. Ma nel 1975 l' idillio è sconvolto dalla guerra civile. Riuscirà la famiglia a stare unita? Che bell' esordio di Chloé Mazlo che gira un film a tratti stravagante, [...] Vai alla recensione »

giovedì 17 febbraio 2022
Claudia Ferrero
La Stampa

Quando l' amore sta per travolgere Alba Rohrwacher, un cuore che si riempie di luce appare in sovrimpressione sulla sua camicetta bianca. Quando è pronta a lasciare la natia Svizzera per trasferirsi a Beirut, taglia con le forbici una lunga e nodosa radice d' albero ancorata al suo piede. Quando è tempo di maternità, i bambini li acciuffa al volo dalle cicogne.

mercoledì 16 febbraio 2022
Barbara Rossi
Cineforum

Alice Delaloye - il fisico minuto, i lineamenti delicati, le movenze incerte quasi come se si trovasse (ancora) a camminare in un territorio minato - prende la via del mare, in un giorno di marzo del 1977, per fuggire da Beirut, dal suo cielo, dalla sua terra martoriata e divisa. Alice scappa anche da Joseph, il marito scienziato che sogna e lavora indefessamente alla creazione di un razzo che spedisca [...] Vai alla recensione »

martedì 15 febbraio 2022
Veronica Orciari
Sentieri Selvaggi

I cieli di Alice è il racconto di una donna, di un amore ma soprattutto di una nazione e di una serie di generazioni, scosse nel profondo dal conflitto civile che tormenterà il Libano per 15 anni (dal 1975 al 1990). Chloé Mazlo, al suo primo lungometraggio, prende spunto dalla storia dei suoi genitori libanesi, immigrati in Francia proprio a causa della guerra.

martedì 8 febbraio 2022
Maria Sole Colombo
Film TV

Alice (Alba Rohrwacher) è svizzera ma sogna il mare. La vuole come tata una ricca famiglia di Beirut: dovrebbe trattenersi solo qualche mese ma laggiù finisce per innamorarsi, per sentirsi a casa, per mettere radici. Finché, nella primavera del 1975, non arriva la guerra civile, destinata a durare 15 anni interi. Il racconto procede a passo spedito, per ellissi e stilizzazioni estreme: l'innamoramento [...] Vai alla recensione »

martedì 1 febbraio 2022
Alessandro De Simone
Ciak

La giovane Alice lascia la famiglia in Svizzera per andare a fare la ragazza alla apri nella cosmpolita Beirut della fine degli anni Cinquanta. Qui conosce l'amore della sua vita, diventa mamma, trova una nuova famiglia, ma purtroppo vede una nazione cadere in pezzi. Presentato in concorso alla Semaine de la Critique di Cannes 2021, I cieli di Alice segna l'esordio nel lungometraggio della regista [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
venerdì 14 gennaio 2022
 

Un'originale opera prima che intreccia fiction e stop-motion. Dal 15 febbraio al cinema e su IWONDERFULL. Guarda il poster e il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati