Honeyland

Film 2019 | Documentario, 87 min.

Titolo originaleHoneyland
Anno2019
GenereDocumentario,
ProduzioneMacedonia
Durata87 minuti
Al cinema2 sale cinematografiche
Regia diTamara Kotevska, Ljubomir Stefanov
TagDa vedere 2019
DistribuzioneStefilm International
MYmonetro 3,25 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Tamara Kotevska, Ljubomir Stefanov. Un film Da vedere 2019 Titolo originale: Honeyland. Genere Documentario, - Macedonia, 2019, durata 87 minuti. distribuito da Stefilm International. Oggi tra i film al cinema in 2 sale cinematografiche - MYmonetro 3,25 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Honeyland tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Una riflessione su una questione fondamentale per la sopravvivenza del pianeta. Il film ha ottenuto 2 candidature a Premi Oscar, 1 candidatura agli European Film Awards, 1 candidatura a Spirit Awards, 1 candidatura a Directors Guild, 1 candidatura a Producers Guild, ha vinto un premio ai NSFC Awards, In Italia al Box Office Honeyland ha incassato 19,3 mila euro .

Consigliato sì!
3,25/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,00
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Un documentario intimo ed autentico, innamorato della natura, del suolo, e delle persone.
Recensione di Tommaso Tocci
venerdì 21 febbraio 2020
Recensione di Tommaso Tocci
venerdì 21 febbraio 2020

Negli aspri ma straordinari paesaggi montuosi del nord della Macedonia, Hatidze Muratova vive tra i resti di un villaggio ormai abbandonato assieme alla madre Nazife, anziana, malata e con problemi di vista. Hatidze si prende cura di lei e delle sue coltivazioni di api, che accudisce da esperta e il cui miele porta poi fino a Skopje per venderlo al mercato cittadino. La vita spartana e tranquilla di Hatidze viene ravvivata da una famiglia di nuovi vicini, Hussein, moglie e sette figli. Preoccupato di come sbarcare il lunario, l'uomo si lascia ingolosire dai guadagni di Hatidze con la vendita di miele e decide di imitarla, mettendo però a rischio l'equilibrio dell'ecosistema locale.

"Metà per voi, metà per me", così Hatidze rassicura le sue api prima di portarsi via il frutto del loro lavoro in un compromesso di cooperazione, equilibrio naturale ed economia della sopravvivenza.

Honeyland, il documentario candidato agli Oscar dei registi Tamara Kotevska e Ljubomir Stefanov, vive in un rapporto simile con il suo soggetto, fatto di osservazione neutrale ma anche del condensato astuto e appassionato di una parabola umana, cogliendo il momento giusto per rapirla sulla base di centinaia di ore di girato.

Inizialmente pensato come un'opera di interesse ambientale su un villaggio macedone, che ha richiesto tre anni di presenza e lavorazione, il film trova però la sua forza allegorica nel fortunoso sviluppo che mette Hatidze di fronte allo specchio morale dei nuovi vicini, "minaccia" ambientale, portatori di caos (le scene in cui i bambini interagiscono con gli animali e con l'ambiente in modo disordinato e gioioso sono tra le più riuscite) ma in fondo anche loro gente che cerca di darsi da fare come meglio può.

Questione di equilibrio dunque, come del resto tutto in Honeyland: una storia che parla di sostenibilità ambientale ma che mostra come, a tutti i livelli e soprattutto a quello umano, ogni azione sia anche un disturbo. Anche la semplice prossimità, di una donna a un nido d'api, di una famiglia a un'altra, di una madre a una figlia, altera uno stato naturale; Il lavoro di Kotevska e Stefanov, con i suoi ritmi lenti e la precisione delle inquadrature, stimola lo spettatore a riflettere sul proprio ruolo di osservatore attraverso la macchina da presa, e a chiedersi se e come stia sfruttando esso stesso il mondo rappresentato nel film.

A disinnescare i dubbi concettuali c'è però la verve terrena e autentica di un documentario che non pontifica e non astrae, e rimane invece innamorato del suolo e delle persone, fotografati entrambi con toni caldi e solari. Non per caso la protagonista veste una maglia gialla che diventa subito memorabile, tramite umano tra il sole e il miele, tra cielo e terra.

PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 9 ottobre 2020
FabioFeli

Hatidze Muratova (se stessa) vive in Macedonia in un piccolo villaggio montano quasi spopolato con la madre anziana ed inferma. Nella prima inquadratura in campo lungo su un sentiero si reca in montagna dove c’è un alveare in una cavità nella roccia; la donna prende una sola lastra con il miele e le api per portarla al suo villaggio dove crescerà la colonia che produrrà [...] Vai alla recensione »

domenica 31 maggio 2020
Francesco

Dall'Est una graditissima sorpresa. Honeyland. Un film che ci ridona bellezza. Non c'è spazio per quelli come la protagonista del film in questo nostro mondo dove tutto è finalizzato allo sfruttamento e al consumo, senza alcun rispetto per gli altri e per la natura. Ma l'eroina macedone, se pure ne ha coscienza, non se ne cura, e procede dritta per la sua strada.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
martedì 28 gennaio 2020
Antonio D'Onofrio
Sentieri Selvaggi

Per portare a termine Honeyland ci sono voluti quattro anni e 400 ore di ripresa. Il documentario premiato al Sundance, ed arrivato all'attenzione degli Oscar, dove ha ricevuto due candidature (miglior documentario, miglior film straniero), nasce in realtà da un progetto iniziale molto diverso. L'idea era di confezionare un video promozionale del territorio dove scorre il fiume Bregalnica, nel Nord [...] Vai alla recensione »

lunedì 19 ottobre 2020
Filippo Tentori
Filmidee

Il luogo è la Macedonia del Nord, in quella vastità montuosa che circonda il fiume Bregalnica. Un paesaggio disseminato di rocce e sterpi, valli disertate dall'uomo, pendii brulicanti di vitalità selvatica. La macchina da presa solca la regione, la attraversa con curiosità errabonda: sorvola creste dentate, girovaga tra arbusti spinosi, si sporge su precipizi e avvallamenti.

mercoledì 14 ottobre 2020
Matteo Mazza
Duels.it

Esempio di cinema-verità che indaga la meccanica dell'incontro, Honeyland è un film interessato a mettere in scena il mondo secondo la logica del contrasto prima ancora che dell'incastro: cosa succede quando due realtà s'imbattono l'una nell'altra? Cosa permette a due alterità di guardarsi l'una nell'altra, riconoscendosi? Soprattutto, quali sono le condizioni che consentono l'atto della comprensione, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 14 ottobre 2020
Adriano Piccardi
Cineforum

E' incontestabilmente vero quello che da più parti si è scritto a proposito di Honeyland - Il regno delle api, confermato del resto dalle dichiarazioni d'intenti dei due registi Tamara Kotevska e Ljubomir Stefanov: che il documentario ci racconta di come un esempio di equilibrio miracoloso e fragilissimo tra presenza umana - Hatidze Muratova, carismatica custode di questo segreto - e mondo animale [...] Vai alla recensione »

martedì 13 ottobre 2020
Maria Sole Colombo
Film TV

Capita raramente che un esempio rigoroso di documentario osservativo - con la mdp che aspira ad annullarsi nell'ambiente, mentre la vita continua a scorrere immutata davanti al suo obiettivo - sia anche un racconto da manuale di sceneggiatura, con tutti i giusti conflitti a far da motore all'azione e ogni personaggio che, in ottemperanza a codici millenari, assolve diligentemente a una funzione narrativa. [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
lunedì 12 ottobre 2020
 

Un documentario intimo ed autentico, innamorato della natura. Al cinema. Vai all'articolo »

winner
miglior doc.
NSFC Awards
2020
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati