Camille

Film 2019 | Drammatico 90 min.

Titolo originaleCamille
Anno2019
GenereDrammatico
ProduzioneFrancia
Durata90 minuti
Regia diBoris Lojkine
AttoriNina Meurisse, Bruno Todeschini, Grégoire Colin .
MYmonetro 2,61 su 3 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Boris Lojkine. Un film con Nina Meurisse, Bruno Todeschini, Grégoire Colin. Titolo originale: Camille. Genere Drammatico - Francia, 2019, durata 90 minuti. - MYmonetro 2,61 su 3 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Camille tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento mercoledì 13 gennaio 2021

Giovane fotografa-giornalista idealista, Camille parte per la Repubblica Centrafricana per seguire la guerra civile che sta per iniziare. Quello che vede lì cambierà il suo destino. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Cesar, ha vinto un premio ai Lumiere Awards,

Powered by  
Consigliato nì!
2,61/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA
PUBBLICO 2,71
CONSIGLIATO NÌ
Il ritratto accorato di una giovane fotoreporter che ha inseguito fino alla morte la sua passione.
Recensione di Tommaso Tocci
martedì 13 agosto 2019
Recensione di Tommaso Tocci
martedì 13 agosto 2019

La storia vera di Camille Lepage, una giovane fotoreporter francese rimasta uccisa nella Repubblica Centrafricana nel 2014, dopo aver trascorso due anni documentando la guerra civile nel paese. Cercando di costruirsi una carriera da giornalista freelance e al tempo stesso di offrire una testimonianza del conflitto, Camille si trova invischiata nello scontro tra le fazioni Seleka e Anti-Balaka, decidendo di tornare nella Repubblica Centrafricana anche quando il mondo dell'informazione occidentale sembrava aver esaurito l'interesse per l'argomento.

Resoconto lucido e rispettoso, il secondo lungometraggio del regista Boris Lojkine fa di tutto per omaggiare la vita e la carriera di una giovane donna che aveva scelto di seguire una passione.

Lojkine si avvicina al tema con un occhio di riguardo non soltanto per la protagonista, ma anche per la manciata di personaggi locali eletti a simbolo del momento storico nella Repubblica Centrafricana, per un risultato finale appassionante ma non ricco di sfumature.

Camille Lepage emerge nel film come una figura ostinata e ancora in divenire, professionalmente e umanamente. Morta a soli 26 anni, la ragazza non era ancora una veterana del mestiere, elemento che spiega e al tempo stesso rende più potente la sua scelta di rimanere nella RCA per approfondire la sua ricerca. Con delicatezza, il regista ne esplora la crescita attraverso il confronto con colleghi più esperti, i quali, oltre a fornirle i nomi giusti per ampliare la rete di contatti, imbastiscono utili discussioni sull'etica della fotografia di fronte a una birra.

Gli scatti di Lepage tornano spesso nel film, che come per molti altri aspetti si adatta nella forma per accogliere il suo soggetto: il formato dell'inquadratura è atipico perché corrisponde a quello delle fotografie, che possono quindi sovrapporsi alle immagini in modo fluido. Molto del dibattito interno del film gira attorno alla verità della rappresentazione, e per rimanere fedele allo spirito documentaristico di Lepage il film si impegna nell'offrire un ritratto pieno della RCA e dei ragazzi che si trovano invischiati nel conflitto.

Rimane però la prospettiva giocoforza eurocentrica di un film consapevole di non poter mai trascendere la sua protagonista bianca e straniera. Stritolato tra agiografia ed esoticismo, Lojkine ce la mette tutta, conducendo questo breve romanzo di formazione su binari pre-ordinati ma animati dalle migliori intenzioni.

Powered by  
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
sabato 13 febbraio 2021
Sofia Nadalini
Duels.it

2014. Nella Repubblica Centrafricana da tempo imperversa una sanguinosa guerra civile tra le due fazioni dei Seleka e degli Anti-Balaka, rappresentanti dei due gruppi religiosi maggioritari, i musulmani e i cristiani. Il 12 maggio di quello stesso anno vengono ritrovati cinque corpi senza vita e, tra questi, quello di una donna bianca di 26 anni. La donna si chiamava Camille Lepage ed era una fotoreporter [...] Vai alla recensione »

martedì 2 febbraio 2021
Caterina Bogno
Film TV

Si apre con una scelta di regia paradigmatica, Camille (e non solo perché la scena, disvelando un corpo morto di donna, anticipa la sorte della protagonista): mentre i militari francesi avanzano in mezzo a un gruppo di Anti-balaka, la camera esce dalla camionetta e procede a mano sulla strada, mischiandosi ai militanti per testimoniarne le rivendicazioni.

NEWS
[LINK] FESTIVAL
martedì 13 agosto 2019
Tommaso Tocci

La storia vera della fotoreporter Camille Lepage, morta tragicamente nel 2014. A Locarno 72 nella sezione Piazza Grande. Vai all'articolo »

winner
miglior attrice esordiente
Lumiere Awards
2020
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati