Three Identical Strangers

Film 2018 | Documentario 96 min.

Titolo originaleThree Identical Strangers
Anno2018
GenereDocumentario
ProduzioneUSA
Durata96 minuti
Regia diTim Wardle
AttoriSilvi Alzetta-Reali, Eddy Galland, Ron Guttman, David Kellman, Andrew Lovesey Robert Shafran.
TagDa vedere 2018
MYmonetro 3,24 su 1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Tim Wardle. Un film Da vedere 2018 con Silvi Alzetta-Reali, Eddy Galland, Ron Guttman, David Kellman, Andrew Lovesey. Cast completo Titolo originale: Three Identical Strangers. Genere Documentario - USA, 2018, durata 96 minuti. - MYmonetro 3,24 su 1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Three Identical Strangers tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento lunedì 29 ottobre 2018

Il felice incontro di tre gemelli diciannovenni separati alla nascita li fa salire alla ribalta, ma sblocca anche un segreto inquietante che va oltre le loro vite. Il film ha ottenuto 1 candidatura a BAFTA, ha vinto un premio ai Directors Guild, 1 candidatura a Producers Guild, Al Box Office Usa Three Identical Strangers ha incassato 12,3 milioni di dollari .

Three Identical Strangers è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING Compralo subito

Consigliato sì!
3,24/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA
PUBBLICO 2,97
CONSIGLIATO SÌ
Un documentario hitchcockiano sulla celebre Triplets anni Ottanta, che parte in commedia e finisce come un horror.
Recensione di Ilaria Ravarino
lunedì 29 ottobre 2018
Recensione di Ilaria Ravarino
lunedì 29 ottobre 2018

La storia, vera, è quella di Robert Shafran, David Kellman ed Edward Galland, tre celebrities degli anni Ottanta che raggiunsero la fama globale grazie alla loro incredibile storia familiare: gemelli separati alla nascita, si sono incontrati a 19 anni quando uno di loro si iscrisse, per caso, allo stesso college frequentato dal fratello Una storia surreale, ricostruita attraverso fotografie, filmati e documenti originali, che nasconde tuttavia un segreto inconfessabile. Una favola che presto si tinge di tinte dark, una storia vera ai confini della realtà che esplora l'anima oscura della scienza e la dialettica tra natura e cultura.

Si ride molto, nei primi 15 minuti del documentario che Tim Wardle ha dedicato al caso dei "Triplets", cioè la storia di come i fratelli Robert, David ed Edward, separati alla nascita, si siano ritrovati a 19 anni per uno scherzo del destino.

Si ride durante la sobria ricostruzione fictional del primo momento in cui Robert Shafran, che nel 1980 faceva il suo ingresso al college come matricola, si ritrovò abbracciato e baciato da perfetti sconosciuti che lo scambiavano per un tale Edward Galland. "È il tuo sosia", gli dicevano. E invece era suo fratello. Gemello. Ed è ancora con i toni di una commedia che il film si addentra ulteriormente nella storia, raccontando di come - una volta pubblicata dal New York Post - la vicenda dei due fratelli sia diventata "da incredibile a impossibile", con un terzo gemello, David Kellman, che si riconosce nella foto pubblicata dal giornale e si mette in contatto con Robert ed Edward. Si fanno verifiche, si indaga, si incrociano i dati: i tre ragazzi sono stati adottati, sono nati lo stesso giorno del luglio 1961, l'agenzia che li ha affidati alle loro famiglie è la stessa, la Louise Wise di Long Island. È tutto vero, ci racconta il documentario, prodigo di testimonianze - alle famiglie adottive, agli amici, le mogli - di filmati d'epoca, fotografie, documenti. La storia fa il giro degli Stati Uniti, finisce nei rotocalchi, nei talk show. I ragazzi diventano, nel pieno degli anni Ottanta, star della televisione, personaggi, opinionisti, figuranti (li vuole anche Madonna in un passaggio di Cercasi Susan Disperatamente). Si trasferiscono nella stessa casa, escono insieme, fanno tardi la sera, popolari come stelle del cinema. Sembra una favola Disney.

E invece no. Invece, come dirà David anni dopo in un'intervista al New Yorker, questa storia non è una favola, ma "un cazzo di incubo nazi". Un incubo perché, e lo si capisce dopo pochi minuti, i gemelli ripresi dall'obiettivo di Wardle - spalle al muro su parete nera, impostazione rigorosa necessaria alla stra-ordinarietà del contenuto - sono solo due. Manca Edward. Dov'è Edward?

E non è l'unica domanda che Wardle suggerisce, sempre più insistentemente, allo spettatore. Ce n'è un'altra, che emerge nella cronaca, dalle voci dei genitori adottivi, che - passata la sbornia euforica da famiglia allargata - cominciano a porsi alcuni interrogativi. Perché, per esempio, nessuno di loro sia stato avvertito che i bambini avessero dei fratelli. O come mai i tre gemelli siano stati obbligati, durante l'infanzia, a sottoporsi a una serie di test medici per verificare il loro grado di apprendimento: gli stessi test, negli stessi intervalli di tempo. Ci sono poi altre inquietanti coincidenze, che Wardle è abilissimo a lasciar emergere come indizi di un thriller, particolari che riguardano le famiglie adottive dei ragazzi e che conducono tutti verso la stessa direzione: i tre ragazzi non sono stati separati per caso, non sono stati assegnati a quelle famiglie per caso. E il suicidio di Edward non è stata una tragica fatalità, ma l'effetto collaterale di un esperimento.

Un esperimento sociologico, permesso dalle autorità statunitensi e condotto dagli psichiatri Peter Neubauer e Viola Bernard, sugli effetti del contesto sociale sullo sviluppo dell'individuo, sulla dialettica natura/cultura e forse anche su qualcos'altro: l'ereditarietà della malattia mentale. Un documentario dal taglio hitchcockiano su un caso mai risolto, su uno studio mai pubblicato (i documenti della ricerca sono stati raccolti e secretati fino al 2065) su tre esistenze, ma forse anche di più, spezzate in nome della scienza, del sapere, dell'umana ossessione per la manipolazione e il controllo della natura.

Sei d'accordo con Ilaria Ravarino?
THREE IDENTICAL STRANGERS
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
Infinity
-
-
-
-
-
TIMVISION
-
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
winner
miglior regista di un doc.
Directors Guild
2019
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati