Sofia

Film 2018 | Drammatico +13 85 min.

Titolo originaleSofia
Anno2018
GenereDrammatico
ProduzioneFrancia, Qatar, Belgio
Durata85 minuti
Al cinema17 sale cinematografiche
Regia diMeryem Benm'Barek
AttoriMaha Alemi, Sarah Perles, Lubna Azabal, Faouzi Bensaïdi, Nadia Niazi, Hamza Khafif Sara El, Mohamed Bousbaa, Mansour Badri, Nadia Benzakour.
Uscitagiovedì 14 marzo 2019
TagDa vedere 2018
DistribuzioneCineclub Internazionale
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,86 su 8 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Meryem Benm'Barek. Un film Da vedere 2018 con Maha Alemi, Sarah Perles, Lubna Azabal, Faouzi Bensaïdi, Nadia Niazi, Hamza Khafif. Cast completo Titolo originale: Sofia. Genere Drammatico - Francia, Qatar, Belgio, 2018, durata 85 minuti. Uscita cinema giovedì 14 marzo 2019 distribuito da Cineclub Internazionale. Oggi tra i film al cinema in 17 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,86 su 8 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Sofia tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Una giovane donna si fa visitare dalla cugina proprio mentre si rompono le acque. Nessuno della famiglia sapeva della sua gravidanza. Il film è stato premiato al Festival di Cannes, In Italia al Box Office Sofia ha incassato 24,3 mila euro .

Consigliato assolutamente sì!
3,86/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA 3,72
PUBBLICO N.D.
ASSOLUTAMENTE SÌ
Il dramma di una gravidanza segreta nel Marocco contemporaneo, fra spinte progressiste e tradizioni radicate.
Recensione di Roberto Manassero
giovedì 7 marzo 2019
Recensione di Roberto Manassero
giovedì 7 marzo 2019

A Casablanca, in Marocco, la ventenne benestante Sofia viene colpita da un malore durante una cena ed è costretta a rivelare alla cugina Lena di essere incinta e di aver rotto le acque. Raggiunto di nascosto l'ospedale, Sofia dà alla luce una bambina, ma a causa delle severissime leggi marocchine sul sesso fuori dal matrimonio (che prevedono condanne fino a un anno di carcere) è costretta a rintracciare il padre prima che l'ospedale avvisi le autorità. Non potendo nascondere la cosa ai familiari, Sofia e Lena si recano con le rispettive madri nella casa del ragazzo - che si chiama Omar e vive in un quartiere popolare - e qui viene intavolata una contrattazione che dovrà portare a un matrimonio riparatore. Il buon nome della famiglia di Sofia sarà salvo, mentre Omar e i suoi parenti troveranno un'insperata occasione di riscatto sociale.

Una donna e il suo segreto impossibile da nascondere. Un Paese islamico e il suo rapporto irrisolto con la sessualità. Una società divisa in classi ma unita dagli interessi economici.

Sofia è ricca ma poco bella, un brutto anatroccolo rispetto alla madre e alla zia, signore eleganti della buona società di Rabat, e soprattutto alla cugina e coetanea Lena, che ha lineamenti fini, un padre francese ed è medico. Sofia è protetta dal benessere della sua famiglia, ma non ha un lavoro o un'idea di cosa fare nella vita. Il bambino che porta in grembo all'insaputa di tutti è la sua rivincita e al tempo stesso la sua vergogna; il segno della sua estraneità al mondo familiare e sociale di cui fa parte.

L'esordiente Meryem Benm'Barek, marocchina cresciuta in Belgio, osserva con sguardo critico la vicenda della sua protagonista, facendo emergere in modo sottile eppure spietato le radicate dinamiche sociali che la attraversano. La gravidanza segreta di Sofia svela l'arretratezza dei codici penali e morali del Marocco contemporaneo e di rimando lo scontro di classe fra le due famiglie coinvolte nel caso, entrambe decise per motivi diversi - l'onore per quella di Sofia, la sicurezza economica per quella di Omar - a nascondere dietro la facciata della rispettabilità questioni di puro interesse.

Con uno stile di straordinaria precisione, giocato su campi e controcampi che nelle scene d'interno danno conto visivamente delle divisioni fra i personaggi, Benm'Barek (che lo scorso anno a Cannes ha vinto con il suo film il Premio per la miglior sceneggiatura nella sezione Un certain regard) traccia il ritratto di un mondo che pone al centro la Legge e la famiglia, ma non sa risolvere la persistente frattura tra modernità e tradizione, vita privata e morale pubblica.

Nell'immobilità di un sistema che soffoca la volontà individuale - frustrando la libertà sessuale delle donne, così come le possibilità d'emancipazione dei più deboli - è perciò significativo che la soluzione avvenga grazie all'intervento, all'insistenza e alla praticità delle sole donne. L'accordo fra Sofia e Omar, che non accontenta nessuno ma salva la faccia di tutti, è infatti il frutto di una mediazione trasversale fra le madri, le zie e le sorelle dei due ragazzi, uniche figure vive ed energiche del film laddove, al contrario, gli uomini scelgono il silenzio e l'inerzia, forti di un privilegio secolare e solo più di facciata.

Il presente dell'uomo, dunque, e non solo il suo futuro, è innegabilmente la donna.

Sei d'accordo con Roberto Manassero?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 14 marzo 2019
kimkiduk

Perugia, piccola sala con la regista. Ma non penso sia stato questo a far dire grande film. Il fatto è che se esci dal panorama italiano spesso il grande schermo ti appare diverso, con storie diverse, sceneggiate diversamente, con risvolti e situazioni che almeno non ti annoiano. Storia importante e per noi " affascinante" nel cercare di capire forse non solo una cultura diversa, [...] Vai alla recensione »

Frasi
Credo che tu sia incinta...
Una frase di Leila (Lubna Azabal)
dal film Sofia - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
venerdì 15 marzo 2019
Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Da un mese a un anno di reclusione, tanto prevede il codice penale marocchino, all'articolo 490, per chi intrattenga relazioni sessuali al di fuori del matrimonio. A mettere in esergo il castigo l'esordiente regista Meryem Benm' Barek, premiata a Un Certain Regard di Cannes 2018 per la sceneggiatura, Sofia utilizza la soap opera e il dramma familiare à la Asghar Farhadi per concentrarsi sul "delitto", [...] Vai alla recensione »

venerdì 15 marzo 2019
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Terrorizzata dalle conseguenze di una gravidanza, negata al punto di condurla a inconsapevole rottura delle acque, la 20enne Sofia, marocchina benestante di Casablanca, entra in un incubo, assistita dalla cugina praticante di medicina. La legge prevede il carcere se consunti fuori matrimonio. Lo scandalo può scoppiare in un attimo. I genitori di Sofia sarebbero travolti mentre stanno per concludere [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 marzo 2019
Beatrice Fiorentino
Il Manifesto

Potrebbe sembrare un film come tanti. L'ennesima analisi formalmente composta e non priva di un certo vittimismo che fotografa la condizione femminile nel Marocco di oggi, con una giovanissima donna preoccupata di occultare la sua gravidanza per timore delle sanzioni previste per legge e l'inesorabile calvario che passa attraverso menzogne e paure, rifiuti e giudizi morali.

giovedì 14 marzo 2019
Gian Luca Pisacane
Famiglia Cristiana

Il miracolo della vita che si trasforma in una maledizione. «Tutte le persone di sesso opposto non legate da vincolo matrimoniale che hanno rapporti sessuali sono punibili con la reclusione», recita il codice penale marocchino. Inizia così Sofia, opera prima della regista Meryem Benm Barek, marocchina cresciuta in Belgio, che ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura nella sezione Un certain [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 marzo 2019
Roberto Nepoti
La Repubblica

Durante una cena in famiglia, la ventenne Sofia avverte dei forti dolori addominali. Sua cugina Lena, studentessa di medicina, capisce che si tratta di una gravidanza negata e cerca di farla partorire in segreto. Perché in Marocco le relazioni sessuali fuori del matrimonio sono punite col carcere. Il parto va a buon fine: ma per Lena, Sofia e la neonata ha inizio una lotta contro il tempo, per trovare [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 marzo 2019
Alessandra Levantesi
La Stampa

Uno sguardo vero sulle donne del Marocco oggi Una scritta informa che la legge marocchina punisce i colpevoli di relazioni extraconiugali, poi si passa a un appartamento di Casablanca dove si svolge un pranzo familiare? è lì che la schiva diciassettenne Sofia, avvertendo strani dolori al ventre, scopre di essere incinta. Poco da stupirsi: in una società regolata da tabù ancestrali, la negazione di [...] Vai alla recensione »

martedì 12 marzo 2019
Matteo Marelli
Film TV

Ci si abitua a tutto, persino a un carico troppo gravoso. Figurarsi se è un problema sposare un uomo che non si ama. Il sentimento verrà da sé, col tempo. Approssimativamente è questo il senso del discorso che Sofia fa a sua cugina Lena: uno scambio di battute che rimette in discussione il rapporto di potere che credevamo regolasse la loro relazione, una sorta di dinamica servo-padrone.

sabato 16 febbraio 2019
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Sofia ha 20 anni, vive a Casablanca. Non ha detto a nessuno di essere incinta, lo rivela per forza alla cugina quando sta per partorire - in segreto, ma di là c'è tutta una famiglia riunita a tavola. La cugina per fortuna ha un padre francese e medico, sa come muoversi negli ospedali. La famiglia non è poverissima, né svantaggiata, né priva di cultura: è la prima sorpresa di un film che ne riserva [...] Vai alla recensione »

NEWS
GUARDA L'INIZIO
martedì 12 marzo 2019
 

Sofia, vent'anni, vive a Casablanca con i suoi genitori. Durante un pranzo di famiglia, ha violenti crampi allo stomaco. Sua cugina Lena, studentessa di medicina specializzanda in oncologia, capisce subito e con discrezione la situazione: Sofia sta per [...]

NEWS
venerdì 4 gennaio 2019
 

Sofia, durante un pranzo, ha violenti crampi allo stomaco. La cugina Lena, una studentessa di medicina, decide di visitarla ma proprio in quel momento a Sofia si rompono le acque. Nessuno sapeva della sua gravidanza e, usando come scusa la necessità di [...]

winner
un certain regard - miglior scenegg.ra
Festival di Cannes
2018
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati