Il viaggio di Norm

Film 2016 | Animazione Film per tutti 86 min.

Titolo originaleNorm of the North
Anno2016
GenereAnimazione
ProduzioneUSA, India
Durata86 minuti
Regia diTrevor Wall
AttoriBill Nighy, Heather Graham, Rob Schneider, Ken Jeong, Loretta Devine, Janet Varney Colm Meaney, Zachary Gordon, Gabriel Iglesias, Jess Harnell, Michael McElhatton, Debi Derryberry.
Uscitagiovedì 4 febbraio 2016
DistribuzioneNotorious Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti
MYmonetro 2,13 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Trevor Wall. Un film con Bill Nighy, Heather Graham, Rob Schneider, Ken Jeong, Loretta Devine, Janet Varney. Cast completo Titolo originale: Norm of the North. Genere Animazione - USA, India, 2016, durata 86 minuti. Uscita cinema giovedì 4 febbraio 2016 distribuito da Notorious Pictures. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti - MYmonetro 2,13 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Il viaggio di Norm tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Sfollato dalla sua casa nell'artico, un orso polare di nome Norm e i suoi tre piccoli amici finiscono a New York. In Italia al Box Office Il viaggio di Norm ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 1,3 milioni di euro e 509 mila euro nel primo weekend.

Il viaggio di Norm è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato no!
2,13/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 2,25
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Il potere universale della storia di base, felicemente eroica, distrae da una fattura non particolarmente brillante.
Recensione di Marianna Cappi
venerdì 29 gennaio 2016
Recensione di Marianna Cappi
venerdì 29 gennaio 2016

L'orso polare Norm, erede al trono dell'Artico, non sa cacciare una foca, non prova nessun gusto nel dare spettacolo agli umani di passaggio e non sa bene che farsene della sua innata capacità di parlare "l'umanese". Quando, però, la società edile di Mister Greene si presenta sui suoi ghiacci con un prototipo di casa di lusso, intenzionata a colonizzare l'area, Norm capisce che, se qualcuno può scongiurare l'impresa, quello è soltanto lui.
Il viaggio del titolo porta quindi l'orso bianco dal Polo a New York, dove non fatica a farsi scambiare per un attore un po' bizzoso e ad ottenere il ruolo grazie al quale recapiterà il suo messaggio al mondo. Peccato, a questo punto, che il medesimo messaggio subisca una sorte insolita per un film di questo genere: fatte salve le eccezioni di alto livello, quali L'Era Glaciale e i capitoli successivi, non di rado, infatti, la tematica ambientalista rischia di coprire un peso maggiore, nell'economia del lungometraggio, rispetto alle dinamiche narrative e alle invenzioni visive, come se la gravità del tema scontasse in qualche modo l'impegno nella realizzazione tecnica dell'opera che lo illustra. Qui, invece, la gravità dell'impatto che un insediamento umano causerebbe sull'habitat del grande Nord, è data sostanzialmente per scontata, col risultato che il messaggio di Norm non arriva forte e chiaro come dovrebbe, specie alle orecchie del pubblico più adatto alla visione, quello dei piccoli spettatori, debuttanti del grande schermo come debuttante è la Splash Entertainment, società televisiva al suo primo lungometraggio per la sala.
E i "purtroppo" non sono finiti, perché anche sul fronte della cura dell'immagine e del plot, Il viaggio di Norm non si rivela un'avventura particolarmente brillante: ancora una volta, le intenzioni (la danza dell'orso, il ruolo comico dei lemming, il capitolo commovente del rapporto col nonno) sono migliori dei risultati finali.
Ciò detto, nella favola dell'orso senza qualità che riesce a salvare la propria casa alleandosi con una ragazzina tutta cuore e cervello, che lo aiuta a far fruttare il proprio dono di natura, c'è un contenuto di base così universalmente potente che la visione non deluderà in ogni caso i bambini e nemmeno chi, tra di loro, ha già una buona consuetudine con il cinema e non solo con la formula televisiva, normalmente più episodica e sintetica, che caratterizza questo prodotto animato.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
IL VIAGGIO DI NORM
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
TIMVISION
-
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €13,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 29 ottobre 2017
Sellerone

Vabbè, diciamo che non è proprio venuto bene, alla sagra dell'ovvio sarebbe andato via a poco, ma per il rispetto di chi ci ha lavorato, non è giusto essere troppo feroci. La storia è classica, l'animazione a tratti è bella, per il resto...in fondo ai piccini che lo guardano non è che freghi tanto. Lo riguarderei, ma non lo compro.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Luca Raffaelli
La Repubblica

Peccato aver sprecato il lavoro di tanti animatori, scenografi, programmatori, eccetera, per un film che non ha personaggi convincenti, con situazioni umoristiche che non suscitano alcuna emozione all'interno di una storia fasulla, pensata male e sceneggiata peggio. Il Norm del titolo è un orso polare parlante. Un giorno tra i suoi ghiacci arriva Vera, giovane e simpatica professionista alle dipendenze [...] Vai alla recensione »

Maurizio Acerbi
Il Giornale

L'orso polare Norm ha il dono di poter parlare con gli umani. Quando il perfido Mr. Green decide di costruire ville nell'Artico, Norm si recherà a New York per mandare a monte i piani dell'avido affarista, grazie all'aiuto di una ragazzina generosa. Un film adatto solo per i più piccini che rideranno, esclusivamente, delle gag affidate ai tre lemming pensati come spalla dell'orso.

Francesco Alò
Il Messaggero

C'è chi va al Polo Nord dall' Italia (un essere umano di nome Checco Zalone) e chi da lì si incammina verso New York (un orso polare di nome Norm). Il motivo della missione di Norm, unico della sua specie insieme al nonno a saper parlare la nostra lingua, è scongiurare una speculazione edilizia nell'Artide voluta dall'orrido imprenditore Mr. Greene, famelico quanto ipocrita ricco abitante della Grande [...] Vai alla recensione »

Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

Nella Messina contemporanea un architetto di mezz'età si trova al centro di una mutazione amorosa di un amico che lascia la moglie per una giovane di origine tunisina. La donna rimane incinta, e la nuova coppia decide di accettare l'offerta dell'architetto che mette loro a disposizione una villa fuori città dove possono vivere e crescere la bimba senza spese.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati