Vergine giurata

Film 2015 | Drammatico +16 90 min.

Anno2015
GenereDrammatico
ProduzioneItalia, Albania, Svizzera, Albania, Germania, Kosovo
Durata90 minuti
Regia diLaura Bispuri
AttoriAlba Rohrwacher, Flonja Kodheli, Lars Eidinger, Luan Jaha, Bruno Shllaku Ilire Celaj, Drenica Selimaj, Dajana Selimaj, Emily Ferratello.
Uscitagiovedì 19 marzo 2015
TagDa vedere 2015
DistribuzioneCinecittà Luce
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +16
MYmonetro 3,42 su 17 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Laura Bispuri. Un film Da vedere 2015 con Alba Rohrwacher, Flonja Kodheli, Lars Eidinger, Luan Jaha, Bruno Shllaku. Cast completo Genere Drammatico - Italia, Albania, Svizzera, Albania, Germania, Kosovo, 2015, durata 90 minuti. Uscita cinema giovedì 19 marzo 2015 distribuito da Cinecittà Luce. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 - MYmonetro 3,42 su 17 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Vergine giurata tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Girato tra l'Albania e Bolzano, il film è liberamente ispirato all'omonimo romanzo di Elvira Dones. Il film ha ottenuto 1 candidatura a David di Donatello, Il film è stato premiato a Tribeca, Il film è stato premiato a Hong Kong Festival, ha vinto un premio ai Globi d'oro, In Italia al Box Office Vergine giurata ha incassato 93,3 mila euro .

Consigliato sì!
3,42/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 2,88
PUBBLICO 3,89
CONSIGLIATO SÌ
Con una regia dalla qualità ipnotica, il film esplora il tema dell'identità, non solo di genere, attraverso immagini essenziali e rigogliose.
Recensione di Paola Casella
Recensione di Paola Casella

Hana, orfana albanese, viene accolta in casa da Gjergi, un montanaro con moglie e una figlia più o meno dell'età della ragazza, Lila. Ma la cultura arcaica che abita quelle regioni, seguendo il severo codice del Kanun, mortifica e reprime il femminile, e Hana si ritrova a compiere una scelta drastica: diventare una vergine giurata, ovvero giurare verginità eterna e assumere un'identità maschile. Da quel momento sarà Mark e condurrà la sua vita come un uomo, ovvero con maggiore autodeterminazione, ma al prezzo di un rifiuto radicale della propria femminilità. Molti anni dopo Mark si reca in Italia, dove ritrova Lila. Nessuno sa il perché della sua venuta, ma a poco a poco, in contatto con una cultura più aperta, Mark ritroverà in sé le tracce di Hana.
Vergine giurata, lungometraggio d'esordio di Laura Bispuri, già David di Donatello per Passing Time e Nastro d'Argento per Biondina, esplora il tema dell'identità, non solo di genere, attraverso immagini essenziali, e allo stesso tempo rigogliose: i corpi sono descritti da vicino con un'intimità fisica quasi disturbante - carne, macchie, muscoli, pieghe della pelle.
La regia di Bispuri ha una qualità ipnotica, soprattutto durante le sequenze acquatiche che stanno diventando un suo "marchio di fabbrica". I dialoghi sono ridotti all'osso, ma la storia è resa esplicita dalla limpidezza della narrazione e dalla recitazione intensa e rigorosa di Alba Rohrwacher, interprete di una femminilità di confine priva di vanità ma non di sensualità segreta.
La cinepresa che soffia sul collo dei personaggi, inseguiti da dietro, ricorda lo stile "documentario" dei Dardenne, e quella del "film di realtà" è evidentemente una scelta narrativa: non a caso Vergine giurata è prodotto, tra gli altri, da Vivo Film, che da sempre predilige questo genere. Ma l'appeal carnale delle immagini ricorda soprattutto l'opera di Lucrecia Martel, la regista argentina che ha raccontato la femminilità, soprattutto adolescente, in modo magistrale in La ciénaga e La niña santa (dove l'acqua assumeva la stessa valenza amniotica che ha in Vergine giurata). Entrambe le registe maneggiano con disinvoltura gli elementi naturali, e non hanno paura di ciò che può apparire osceno o imbarazzante. Attraverso di loro, la conoscenza del corpo e dell'animo femminile si fa forma filmica, e accende un altro riflettore su una realtà diversa (sommersa?) ancora poco vista al cinema.

Sei d'accordo con Paola Casella?
A quali rinunce può portare la ricerca della libertà?.

L'adattamento del romanzo di Elvira Dones mette in scena un fenomeno storico albanese: le donne che assumono l'identità maschile e vivono, lavorano, si comportano come uomini. La storia inizia dalle montagne dell'Albania del nord, 30 anni fa, una società patriarcale dove vige il codice Kanun, basato sulla vendetta di sangue, sull'onore e sui clan familiari. Nel Kanun c'è scritto cha la donna è un otre che deve solo sopportare. Qui nasce Hana, una giovane che vorrebbe liberare la sua identità ma si scontra con questa società arcaica. Pur di ottenere la libertà deciderà di prendere un nome maschile e sarà uomo, rinunciando per sempre alla sessualità e all'amore.


VERGINE GIURATA disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 21 marzo 2015
FabioFeli

Hana (Alba Rohrwacher) fin da bambina manifesta indipendenza e curiosità: ama correre, girare nei boschi, governare le capre, andare a cavallo. E’ affascinata dai fucili, stretti nelle mani maschili. Nel villaggio albanese di montagna dove nevica di frequente  Hana si perde d’inverno nei boschi; lo “zio” che la ritrova  rivendica la proprietà della [...] Vai alla recensione »

venerdì 27 marzo 2015
Stefanomaria

Sono al buio, è notte fonda, e le immagini, le sensazioni, le emozioni suscitatemi da 'Vergine giurata' sono lì, presenti, attive; non riesco a staccami da loro, loro non mi lasciano un minuto, e si consumano lentamente dentro di me, stimolando la mia mente e imponendomi di riflettere sulle splendide immagini del film. Scarno, essenziale, con dialoghi ridotti all'osso, il [...] Vai alla recensione »

sabato 20 giugno 2015
ennas

Le immagini montane dell’Albania , da dove inizia la vicenda narrata nel film “Vergine giurata”, non sono quelle patinate ad uso e consumo del turismo.  Sono immagini aspre, dure, incombenti, nella natura ed anche nei colori. Oltre al bianco del paesaggio invernale, la roccia e il verde di queste montagne trasmettono un vago senso di angoscia.

domenica 5 aprile 2015
vanessa zarastro

Valbona in Albania con i suoi alti fiordi, è molto poco frequentata da turisti a causa della strada brutta e impervia di accesso. Hana, vestita da uomo, scende a valle si fa traversare lungo il fiume, arriva a Tirana da cui in pullman arriva a Bolzano dove ha rintracciato Lila sua sorella d’adozione. Bellissime le immagini di questa prima parte nel primo lungometraggio di Laura Bispuri [...] Vai alla recensione »

lunedì 23 marzo 2015
angelo umana

 Vergine Giurata, di Laura Bispuri con Alba Rohrwacher.   Vi insegnerò a sparare, a recitar le preghiere, ad amar la patria e la bandiera … era una canzone di Edoardo Bennato: mi viene in mente osservando la crescita di Hana - Alba Rohrwacher, giovane grande attrice e di parti solo impegnative – accanto al coriaceo padre adottivo, in un posto remoto sulle montagne albanesi, [...] Vai alla recensione »

domenica 14 gennaio 2018
Valter Chiappa

Sulle pietrose montagne d’Albania, la durezza della vita impone la privazione della libertà. Le strutture sociali sono rigidamente organizzate e non c’è spazio per l’estro soggettivo. Le donne in particolare sono relegate al loro stretto ambito; nulla è concesso loro al di fuori degli schemi precostituiti, nelle azioni come nei pensieri.

mercoledì 1 aprile 2015
stefano capasso

Lasciata l’Albania Mark va in Italia a trovare sua sorella Lila acquisita trasferitasi da tempo. Erano cresciute insieme tra le montagne del loro paese, e Mark, all’epoca Hana, era rimasta orfana e adottata dal papa di Lila. Crescendo e sperimentando le restrizioni imposte alle donne dalla cultura locale, fanno scelte estreme: Lila scappa in Italia col suo amante e Hana sceglie di diventare [...] Vai alla recensione »

lunedì 30 marzo 2015
Flyanto

 Film in cui si racconta di una giovane donna che, poichè si è ribellata alle regole della sua terra natia in base a cui la donna deve forzatamente vivere sottomessa all'uomo/marito, preferisce, sempre secondo le "leggi" locali, giurare di rimanere per sempre vergine ed assumere conseguentemente anche un aspetto totalmente e maschile sia negli abiti indossati che nello [...] Vai alla recensione »

lunedì 30 marzo 2015
Flyanto

 Film in cui si racconta di una giovane donna che, poichè si è ribellata alle regole della sua terra natia in base a cui la donna deve forzatamente vivere sottomessa all'uomo/marito, preferisce, sempre secondo le "leggi" locali, giurare di rimanere per sempre vergine ed assumere conseguentemente anche un aspetto totalmente e maschile sia negli abiti indossati che nello [...] Vai alla recensione »

lunedì 23 marzo 2015
Miguel Angel Tarditti

Defender la libertad para no volverse una cosa cualquiera… por ejemplo: un cadàver. VERGINE GIURATA (Virgen por juramento) Un film coproducciòn entre Italia, Alemania, Albania, Kosovo, Suiza. Jurar virginidad eterna para respetar la propia libertad, es el dilema existencial que propone este film de la exordiente Laura Bispuri. En esa cultura arcaica de la geografia de Albania, y posiblemente [...] Vai alla recensione »

domenica 18 settembre 2016
pier delmonte

A volte decidi di guardare un film solo per la curiosita’ di sapere in quale guaio di personaggio si e’ cacciata quella tale attrice (in questo caso Alba Rohrwacher ), poi va a finire che scopri un regista, in questo caso la regista Laura Bispuri. Piccola storia ma tratteggiata bene, con delicatezza, nessun personaggio stona e ogni gesto e scena sono calibrati con perizia cinematografica.

FOCUS
INCONTRI
venerdì 13 febbraio 2015
Gabriele Niola

Alla base di Vergine giurata ci sono i cortometraggi di Laura Bispuri, da lì, da quel terzetto molto coerente e compatto (Passing time, Biondina e Salve Regina) qualcuno ha pensato di passare alla regista il libro "Vergine giurata", giudicandolo in linea con le sue opere. Lo era: "Mi ha folgorata. Ci ho visto molte somiglianze tra i personaggi dei corti, infatti nella fase di preparazione facevo leggere la sceneggiatura e insieme vedere i miei lavori, sperando che si potesse riconoscere un filo.

Frasi
"Grazie per avermi accolta quando non ero niente"
Hana/Mark (Alba Rohrwacher)
dal film Vergine giurata - a cura di Rose
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Da quando il cinema ha abbandonato le certezze del racconto epico fatto di masse, guerre, lotte sociali, l'individuo è diventato il suo terreno d'elezione. Perché perdersi dietro a tanti personaggi quando ognuno di noi è una moltitudine? Le nouvelle vague anni 60 hanno declinato questa scoperta in chiave psicoanalitica, cercando in superficie echi del profondo.

Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Non sparare, non cavalcare, non fare le cose degli uomini: eppure, la piccola Hana vorrebbe tanto. Orfana adottata dagli zii nell'Albania profonda, ha una sola possibilità: la legge arcaica del Kanun, che prescrive per la vergine giurata illibatezza in cambio della vita maschia. Per tutti Hana diventa Mark, ma durerà? Vergine giurata è il debutto al lungometraggio della premiata cortista Laura Bispuri, [...] Vai alla recensione »

Alessandra De Luca
Ciak

Per sfuggire al destino di moglie e serva imposto alle donne sulle montagne dell'Albania, Hana si appella all'antica legge locale del Kanun: facendo voto di verginità, sceglie di vivere come un uomo, acquisendone tutti i diritti. Dieci anni dopo, il suo corpo reclama la propria identità. Liberamente tratto dall'omonimo romanzo di Elvira Dones (pubblicato in Italia da Feltrinelli), l'opera prima di [...] Vai alla recensione »

Paolo D'Agostini
La Repubblica

Al centro c'è la figura interpretata intensamente da Alba Rohrwacher, grande acquisizione del cinema italiano recente. Il personaggio ha due nomi: Hana e Mark. Siamo tra le montagne albanesi, in un luogo remoto e in un tempo arcaico anche se contemporaneo. La bambina Hana viene accolta dagli zii in seguito a un evento drammatico ma non spiegato, e cresce con la cugina-sorella Lila.

NEWS
LIBRI
venerdì 14 agosto 2015
 

Hana abbandona gli studi universitari che, piena di curiosità e di entusiasmo, aveva da poco iniziato all'Università di Tirana per tornare a vivere sulle montagne del Nord dell'Albania, nella casa dello zio che l'ha cresciuta dopo la morte dei genitori [...]

NEWS
venerdì 8 maggio 2015
 

Dalla West Coast alla East Coast continua lo straordinario successo internazionale per l'opera prima di Laura Bispuri Vergine giurata. Dopo il Premio Nora Ephron al Tribeca Film Festival di New York il film, interpretato da Alba Rohrwacher, alla 58ma [...]

NEWS
venerdì 24 aprile 2015
 

Dal 2013, anno della scomparsa di Nora Ephron, al Tribeca viene assegnato un premio a lei dedicato, conferito alla regista o sceneggiatrice più interessante del Festival. Il riconoscimento, diventato in soli due anni l'essenza stessa del Festival, è [...]

NEWS
mercoledì 15 aprile 2015
Chiara Renda

Prende il via oggi a New York il Tribeca Film Festival, rassegna internazionale di film indipendenti ideata e diretta da Robert De Niro all'indomani dell'11 settembre. Il festival, che è diventato il principale appuntamento americano per il cinema internaziona [...]

NEWS
martedì 7 aprile 2015
 

Si è conclusa ieri la 39esima edizione dell'Hong Kong International Film Festival, che ha visto il trionfo del film italiano Vergine giurata. L'opera prima di Laura Bispuri si è aggiudicata infatti il "Firebird Award", il premio più prestigioso della [...]

NEWS
giovedì 2 aprile 2015
 

Come hanno già iniziato a dire i newyorchesi 'Tribeca Talks Italian', un passaparola che segnala la grande presenza del cinema italiano all'imminente festival. 4 film e 5 registi parteciperanno a quello che è diventato il più significativo appuntamento [...]

GALLERY
venerdì 13 febbraio 2015
 

L'attrice italiana Alba Rohrwacher, di bianco vestita, ha sfilato ieri sul red carpet insieme alla regista Laura Bispuri per la premiere di Vergine giurata. Protagonista della giornata di ieri è stato anche il regista tedesco Wim Wenders, già presente [...]

NEWS
giovedì 12 febbraio 2015
Gabriele Niola

È il giorno del cinema italiano e il vero simbolo della pattuglia italiana di Berlino è il nuoto sincronizzato, sport largamente ignorato nei nostri film che è invece presente (con delle bellissime scene) in due dei 5 film arrivati alla Berlinale.

NEWS
martedì 10 febbraio 2015
Gabriele Niola

Sembra spuntata dal nulla Laura Bispuri, non si trovano molte informazioni su di lei e nemmeno foto, se non un paio in cui esibisce il suo placido sorriso. È questione ancora di pochi giorni perchè il suo nome diventi noto, già dal passaggio in concorso [...]

winner
nora ephron prize
Tribeca
2015
winner
firebird award - young cinema
Hong Kong Festival
2015
winner
miglior opera prima
Globi d'oro
2015
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati