Le origini del male

Film 2014 | Horror +13 98 min.

Titolo originaleThe Quiet Ones
Anno2014
GenereHorror
ProduzioneUSA
Durata98 minuti
Regia diJohn Pogue
AttoriJared Harris, Olivia Cooke, Rory Fleck-Byrne, Erin Richards, Sam Claflin Laurie Calvert, Max Pirkis, Richard Cunningham.
Uscitamercoledì 2 luglio 2014
DistribuzioneLucky Red
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 1,95 su 19 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di John Pogue. Un film con Jared Harris, Olivia Cooke, Rory Fleck-Byrne, Erin Richards, Sam Claflin. Cast completo Titolo originale: The Quiet Ones. Genere Horror - USA, 2014, durata 98 minuti. Uscita cinema mercoledì 2 luglio 2014 distribuito da Lucky Red. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 1,95 su 19 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Le origini del male tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un gruppo di scienziati scatena una forza soprannaturale, ignari della sua forza e malvagità. In Italia al Box Office Le origini del male ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 1,1 milioni di euro e 372 mila euro nel primo weekend.

Le origini del male è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato no!
1,95/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 1,40
CONSIGLIATO NÌ
Pogue accompagna lo spettatore con buona padronanza di stile attraverso i vari stadi dell'incubo.
Recensione di Rudy Salvagnini
Recensione di Rudy Salvagnini

Università di Oxford, 1974. Il professor Joseph Coupland inizia un esperimento molto particolare. Lo aiutano due suoi studenti, oltre al giovane Brian, che, patito di riprese cinematografiche, è incaricato di filmare tutto. Oggetto dell'esperimento è Jane, una ragazza con manie suicide cui è stata diagnosticata la schizofrenia, ma che crede di essere posseduta da una presenza che chiama Evey. Coupland - che non crede al soprannaturale - mira a far sì che l'energia telecinetica prodotta da Jane si manifesti così da riuscire a rimuoverla, guarendo la ragazza. Coupland ci aveva provato anni prima con un bambino, ma la mamma gli aveva impedito di proseguire l'esperimento: il professore mostra agli studenti i filmati realizzati nel corso di quel tentativo, evidenziando come il bambino attribuisse i suoi episodi telecinetici a un fantomatico signor Gregor. L'Università taglia però i fondi a Coupland per la scarsa ortodossia del suo esperimento. Il professore decide di continuare e gli studenti sono con lui, ma le cose si complicano ben presto anche perché tra Brian e Jane si sviluppa una particolare relazione.
Siamo dalle parti dei film che affrontano il paranormale con atteggiamento scientifico e dispiego di macchinari e spirito positivo. Analogamente agli esempi più classici del genere (da Gli invasati a Dopo la vita), è presto evidente come ambizione e debolezze umane corrompano la correttezza dei comportamenti e riducano pericolosamente la distanza tra soggetto e oggetto dell'indagine. La storia procede senza troppi sussulti secondo uno schema consolidato: trova un paio di interessanti rivolgimenti nell'ultima parte, ma si conclude con la tipica vaghezza di certi horror fantasmatici. I personaggi sono funzionali, ma poco approfonditi: la coppia di studenti è poco più che abbozzata e il "cameraman" è di stolido buonismo. Solo il professore - interpretato con finezza da Jared Harris (figlio del grande Richard Harris) - rivela qualche ambizione nel dettaglio caratteriale, mentre la tragica figura dell'oggetto dell'esperimento vive soprattutto grazie all'intensa interpretazione di Olivia Cooke.
Sceneggiatore di un certo rilievo (il remake di Rollerball, The Skulls e altri ancora), John Pogue aveva esordito alla regia non indegnamente con Quarantena 2, il sequel di un remake di un horror spagnolo: un esordio, quindi, umile e non certo autoriale. Qui perfeziona le sue doti e conferma buona affinità con il genere. Gli elementi sono abbastanza usurati, ma la loro gestione è sufficientemente consapevole e sapiente da mantenere costante una tensione sotterranea che compensa la carenza di "fatti". Pogue non cerca di stupire, ma accompagna lo spettatore con buona padronanza di stile attraverso i vari stadi dell'incubo. La cosa migliore è l'atmosfera sinistra che rievoca degnamente quella di alcuni classici spettrali della Hammer - la rediviva casa britannica di tanti horror del passato che produce il film - e "veste" in modo adeguato una storia non irresistibile rendendola comunque interessante da seguire.
Il regista strizza anche l'occhio al recente filone dei found footage movies: diverse delle riprese rappresentano infatti ciò che Brian filma, ma in linea di massima il film è impostato in modo tradizionale. Le riprese in soggettiva mirano soprattutto a un effetto scenico e visuale, per godere dei vantaggi del found footage senza subirne la dittatura e gli schematismi. Pogue trova forza espressiva soprattutto negli inserti in bianco e nero, dove la crudezza dello scontro tra razionalità e ossessione si materializza con toni aspri e realistici.

Sei d'accordo con Rudy Salvagnini?
LE ORIGINI DEL MALE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
TIMVISION
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
TIMVISION
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €14,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 28 luglio 2014
veritasxxx

Il regista John Pogue è alle prese con un'impresa che ha dell'impossibile: fare un film horror chiaramente ispirato all'esorcista con protagonisti la solita adolescente indemoniata che fino alla fine non si capisce se lo è o ci fa, un professore che intercorre inopportuni flirts con le sue collaboratrici e pazienti, un assistente che si innamora dell'indiavolata e altre [...] Vai alla recensione »

domenica 6 luglio 2014
Filippo Catani

Oxford 1974. Un professore universitario, coadiuvato da alcuni studenti, decide di condurre uno studio su una ragazzina che soffre di disturbi psichici per cercare di catturare scientificamente tramite foto e video la presenza maligna che la pervade. Raramente si è stati presenti ad una proiezione tanto deludente come questa. L'asse portante di ogni film e cioè la sceneggiatura in [...] Vai alla recensione »

venerdì 13 marzo 2015
Sabrina Lanzillotti

 Università di Oxford, 1974. Il professor Coupland convince due studenti e un giovane cameraman a seguirlo in un esperimento molto particolare: dimostrare che i fenomeni sovrannaturali sono in realtà delle proiezioni di energia negativa prodotta dal corpo umano. Il soggetto dell’esperimento è Jane, una ragazza mentalmente instabile che sostiene di essere in contatto [...] Vai alla recensione »

giovedì 10 luglio 2014
MAURIDAL

 Bu ! ninna oh questo film a chi lo do, lo darò all'uomo nero..recita la celebre filastrocca per bambini irrequieti,dunque ,tutto il significato del film è qui nelle paure dei bambini che le mamme sfruttano per tenerli buoni.Ma quando gli spettatori a cinema vogliono il film horror per potersi sfogare dalle paure e quindi esorcizzarle al fine di renderle innocue.

mercoledì 16 luglio 2014
gianleo67

Eccentrico professore di parapsicologia di Oxford,convinto assertore della misurabilità e tracciabilità dei fenomeni psichici, conduce un rischioso esperimento su di una giovane ragazza affetta da schizofrenia dissociativa legata ad una misteriosa forma di possessione demoniaca e ad inquietanti fenomeni telecinetici. A causa del taglio dei fondi destinati alle sue ricerche si trasferisce, [...] Vai alla recensione »

martedì 1 luglio 2014
mark27

L'America sconvolta da questo film ! Francamente una delusione pazzesca. Tutto gia' visto e stravisto. Ragazzina pseudoposseduta dal demonio con ignari pseudostudenti al seguito di un improbabile professore. Qualche schizzo di sangue e tanta paura... di addormentarsi ! Qualche spavento da qualche rumore improvviso, ecco tutto. Nessuna paura per le prevedibili situazioni.

martedì 7 ottobre 2014
CinemaLove

Bruttissimo, davvero mal riuscito. Imbottito di luoghi comuni sull'esorcismo e affini con sbadigli a mille denti. Da evitare

giovedì 13 luglio 2017
st7no

non so come poter giudicare Le Origini del Male in tutta sincerita' e non tanto perche' il film e' un disastro su tutti i fronti, ma anche dal un punto di vista delle immagini. Non si vede nulla per il 99% del film, che risulta talmente buio da diventare fastidioso. Ogni tanto qualche urlo, un po di sport sulla rampa delle scale per raggiungere la ragazzina pseudo posseduta sigillata in [...] Vai alla recensione »

martedì 11 luglio 2017
st7no

Mi son sempre chiesto, se dopo la creazione di un film, registi addetti ai lavori parenti, amici ecc... vedessero questo film prima di farlo entrare nel mondo del business, ma dopo questo film ho capito che ciò non avviene, o qualcuno si sarebbe chiesto come mai il 98% del film è girato in un buio talmente buio da non distinguere alcuna forma.

giovedì 27 aprile 2017
Anathema

Cosa dire, un film con una adolescente, un demone ed un professore: ci sono tutti gli ingredienti per... Una grande delusione. Un film banale, che spaventa solo grazie agli originalissimi attimi di suspence seguiti da un grido o un rumore spaventoso... Insomma la banalità degli horror mediocri. Storia assente, finale telefonato... Se potete evitatelo.

mercoledì 21 dicembre 2016
toty bottalla

Un professore e tre ragazzi cercano di aiutare una ragazza posseduta da un demone, tre moriranno e uno impazzirà. La direzione lenta e incerta di Pogue rende il film piuttosto noioso, una storia forzata in una sceneggiatura poco frizzante che sembra scanzare ogni emozione complice una non eccelsa prova attoriale del cast, un film che lascia perplessi, che vedi e dimentichi, mia valutazione: [...] Vai alla recensione »

mercoledì 16 luglio 2014
francescol82

Uscendo dalla sala avrei voluto chiedere la restituzione del prezzo del biglietto! Un film totalmente deludente, piatto e noioso. Un professore universitario si trasferisce in una villa di campagna dove svolge degli esperimenti (non si capiva in cosa consistessero) su una paziente psicopatica / posseduta. Ad aiutarlo 3 suoi studenti, tra cui una biondina accaldata e disinibita che forse avrebbe dovuto [...] Vai alla recensione »

venerdì 11 luglio 2014
ginger snaps

continua ad andare a vedere questo genere nella speranza di avere quei brividi, di risentire quelle emozioni di tensione. Ma haimè purtroppo non ci sono più gli Horror di una volta o sono io che ne ho visti troppi e mi sono assuefatta al genere. O piu semplicemente si azzardano a produrre un genere trito e ritrito riproponendoci solo cloni di vecchie pellicole.

giovedì 10 luglio 2014
michelignolo

si aspetta un'ora e mezza per poi non capirci nulla... origini del male di che? una setta di cui si accenna solamente,una possesione di cosa non sè capito,avranno mica il coraggio di fare un sequel per spiegarcelo!!?

domenica 6 luglio 2014
JuliaMoon

Idea interessante. sotto alcuni punti di vista anche nuova, ma sviluppata male. Ne è uscito un horror che di horror ha solo la musica e i colpi di scena che fanno saltare grazie ad essa e niente altro.

martedì 26 agosto 2014
D. Scully

Lo trovo lento un po sciapo. Non so forse non trovo ci sia una atmosfera giusta..la casa non mi convince, la musica o sonoro neanche. Non è coinvolgente, ma è molto ben curato tecnicamente. Poi boh.....

Frasi
"La sicurezza è solo una superstizione, non esiste in natura. La vita è un'audace avventura o non è niente".
Joseph Coupland (Jared Harris)
dal film Le origini del male - a cura di Maurizio Deguardi
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Nepoti
La Repubblica

Quando il cinema horror riuscirà a fare a meno delle indemoniate e del "found footage", che lo infestano da decenni, sarà un bel giorno. Per il momento becchiamoci questa ennesima variazione sul repertorio "ispirato a fatti realmente accaduti", pieno di clamore e furia e che non significa nulla. Quarant'anni fa, a Oxford, un professore di nome Joseph Coupland fa esperimenti su Jane Harper, giovane [...] Vai alla recensione »

Massimo Bertarelli
Il Giornale

La storia del cinema è piena di film dove non succede niente, basta citare il Maestro Antonioni. Ma se la deplorevole moda si allarga agli horror, stiamo freschi. Nel 1974 un professorone di Oxford, con l'aiuto di tre studenti, vuol capire cosa si agita nella mente disturbata di tale giovane Jane Harper. Chi urla di più, lei o lo spettatore che pretende il giusto rimborso? Da Il Giornale, 3 luglio [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati