Impardonnables

Film 2011 | Drammatico 111 min.

Anno2011
GenereDrammatico
ProduzioneFrancia
Durata111 minuti
Regia diAndré Téchiné
AttoriMelanie Thierry, Carole Bouquet, Adriana Asti, André Dussollier, Mauro Conte Andrea Pergolesi.
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Regia di André Téchiné. Un film con Melanie Thierry, Carole Bouquet, Adriana Asti, André Dussollier, Mauro Conte. Cast completo Genere Drammatico - Francia, 2011, durata 111 minuti. Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Condividi

Aggiungi Impardonnables tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Il film di André Téchiné narra la storia di uno scrittore che prova a rifarsi una nuova vita.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
Critica
Cinema
Trailer
L'ironia a Venezia, luogo in cui tutti i mali vanno ad accucciarsi.
Recensione di Cristina Battocletti
lunedì 16 maggio 2011
Recensione di Cristina Battocletti
lunedì 16 maggio 2011

Il film Impardonnables è una storia che ha tanti fili da tirare, quanti sono i personaggi che lo affollano. Cioè tutti. Da Francis, scrittore francese goticheggiante, in cerca di riposo e ispirazione in una Venezia agreste, che mai tocca calli trafficate, semmai è abitata da gente poco patinata, che tira a campare; a Judith, splendida ammaliatrice di uomini e donne, di giovani e anziani, che rimangono impigliati nella sua rete indifferente. Imperdonabile è anche Anna Maria, un'Adriana Asti in versione anche francese, non ancora paga della tournée teatrale con Bob Wilson in cui è stata la Winnie de "I giorni felici" di Samuel Beckett. Omosessuale, perdutamente innamorata di Judith, Anna Maria si trova in vecchiaia un figlio, Mauro, voluto per sfizio al limite dell'eta' biologica. Il quale, a sua volta, non sfugge alla logica degli imperdonabili, non solo per il vizio di picchiare "i recioni" in laguna e di finire in prigione, ma anche per il suo essere un gran divoratore di denaro, per motivi che occhiaie nere e profonde fanno presagire. Che dire poi della figlia dello scrittore, che giunta a Venezia si innamora di un poco di buono, lasciando senza una parola la malcapitata figlia al nonno? O che spedisce un video hard al padre di cui lei stessa è la protagonista?
Tutti imperdonabili, eppure tutti degni di perdono, perché, si sa, la vita è una grande confusione di amori, tradimenti, mancate fiducie, pazzie che ci rendono tutti umanissimi e pertanto fragili nella nostra limitatezza. E la necessità di seguire il prossimo per controllarlo e scoprire le sue azioni - questa è l'amalgama che unisce tutti imperdonabili - sarà la peggior condanna per chi non è riuscito a farsi amare nel tempo giusto. In tutta la bagarre sentimentale c'ê pero molta ironia a cominciare dalla musica d'apertura del film, che accompagna un piccolo battello pilota nel traghettare una sproporzionata nave da crociera nella laguna. "Gobo so pare, Goba so mare...." la canzone popolare veneta fa da preludio alla pellicola e ricorda che nel mondo il più sano ha la lebbra.
André Dussiolier è il vero mattatore del film, in splendida forma, atletico corridore e perfino picchiatore di giovanissimi; ricorda molto il pazzo inseguitore della rossa che aveva impersonato in Gli amori folli di Alain Resnais, presentato a Cannes nel 2009. Carol Bouquet è quasi un quadro, nel fisico di una ragazzina, omaggio alla donna bella che accetta di invecchiare senza imbottiture, fascinosa e nel contempo legnosa, trattenuta nei sentimenti, come Téchiné la voleva. Adriana Asti, sempre molto credibile in ogni sua parte, lo è anche nel suo alcolico tremare e lento naufragare. Bravo anche Mauro, il ragazzo dagli occhi pesti, che nulla vuole toccare, nemmeno il corpo malato della madre. Andreé Téchiné sembra tornato con una commedia lieve e con un messaggio senza ombre retoriche, come molti maestri francesi hanno saputo fare, a partire dall'ultimo Resnais. E il pubblico lo ha abbracciato con risate e un lungo applauso.

Sei d'accordo con Cristina Battocletti?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 29 marzo 2013
sarkiapone

Bel film semplice, pulito, anche intrigante... ma vorrei sapere QUANDO potremmo vederlo nelle nostre sale, o alla TV, se mai verrà distribuito! Mi hanno detto che è stato acquistato da 01 Distribution, ( quindi RAI ) e allora!!?? Qualcuno ha una risposta? Grazie e ciao a tutti

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati