Bianco e nero

Film 2007 | Drammatico 100 min.

Regia di Cristina Comencini. Un film con Fabio Volo, Ambra Angiolini, Aïssa Maïga, Eriq Ebouaney, Anna Bonaiuto, Franco Branciaroli. Cast completo Genere Drammatico - Italia, 2007, durata 100 minuti. Uscita cinema venerdì 11 gennaio 2008 distribuito da 01 Distribution. - MYmonetro 2,27 su 167 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Bianco e nero tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

La vita di una giovane coppia con una donna (Elena) impegnata nel sociale come mediatrice culturale viene turbata da Nadine, un'affascinante donna di colore arrivata a casa della coppia proprio tramite Elena. Il film ha ottenuto 3 candidature ai Nastri d'Argento, 2 candidature a David di Donatello, In Italia al Box Office Bianco e nero ha incassato 5 milioni di euro .

Bianco e nero è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,27/5
MYMOVIES 2,25
CRITICA 2,43
PUBBLICO 2,39
CONSIGLIATO NÌ
Nel tentativo di affrontare con leggerezza una problematica ancora radicata nella società, la Comencini crea un film un tantino perbenista ma con un finale per niente scontato.
Recensione di Tirza Bonifazi
martedì 8 gennaio 2008
Recensione di Tirza Bonifazi
martedì 8 gennaio 2008

Elena è devota alla sua attività come mediatrice culturale tra gli africani e le istituzioni italiane, ma inconsciamente spera che il suo impegno possa in qualche modo espiare i pregiudizi razziali dei genitori borghesi. Il marito Carlo non condivide il suo stesso entusiasmo e non ama accompagnarla alle serate benefiche promosse dall'associazione perché si sente fuori luogo. Finché non conosce Nadine, l'affascinante moglie senegalese del collega di Elena, e se ne innamora.
Bianco e nero si scontrano e si fondono nel nuovo lungometraggio di Cristina Comencini che sceglie la commedia per invitare il pubblico ad aprirsi al "diverso". Se il cinema può far ridere utilizzando con intelligenza temi come la povertà, l'ignoranza, la corruzione, la mafia o la tossicodipendenza, è giusto e pertinente che lo faccia anche con il razzismo. L'esercizio della regista però si ferma qui.
Vincolato rigidamente al titolo, il film non offre uno scambio culturale ma gira e rigira intorno a clichè preconfezionati, sfruttando fino allo sfinimento il concetto di bianco e nero dimenticando che esistono anche le sfumature. Persino Carlo e Nadine, seppur travolti dalla passione, finiscono per parlare della diversità del colore della loro pelle, al punto da far pensare, quanto meno, a una mancanza di idee in fase di scrittura. Teatro d'azione della relazione sentimentale dei due amanti clandestini sono da una parte la Roma bene servita a tavola da cameriere nere e dall'altra la più multietnica Piazza Vittorio con le mogli che perdonano ai mariti i tradimenti purché non siano consumati con donne bianche.
Nel tentativo di affrontare con leggerezza una problematica che (purtroppo) è ancora profondamente radicata nella società, la Comencini crea una serie di macchiette a discapito del film che appare anacronistico (sono lontani i tempi - e i canoni - di Indovina chi viene a cena) e un tantino perbenista. Forse solo grazie all'interpretazione di Fabio Volo e a un finale per niente scontato, Bianco e nero si solleva dalla mediocrità.

Sei d'accordo con Tirza Bonifazi?
BIANCO E NERO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
TIMVISION
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 16 ottobre 2010
britannico

Storia truccata, cosa centra il colore della pelle se ad averla è una donna bella, affascinante, colta, da far girare la testa a mezza Italia? Sproporzione evidente tra l'attrice Aissa Maiga, e Fabio Volo, storia inverosimile del loro amore della loro passione, come altrettanto truccato è il tentativo di mimare un che di passionale tra la Ambra Angiolini [...] Vai alla recensione »

sabato 4 dicembre 2010
antrace

Cristina Comencini vuole ferire le coscienze del nostro Paese ,senza esasperare i toni narrativi , suggerendo che non occorre scaldarsi , per  toccare con mano i pregiudizi razzziali  diffusi fra le brave persone  . Ne viene fuori un'opera tenue , garbata , affidata in massima parte al" volatile"   protagonista maschile ( in nome omen ), c [...] Vai alla recensione »

venerdì 2 giugno 2017
mardou_

 La prima cosa che ho pensato uscendo dalla sala è stata che se davvero siamo ancora così in difficoltà sull’argomento Coppie Miste , mia madre è stata anni luce avanti decidendo di sposare un uomo di colore nei lontani anni ’80… Ho anche pensato però che “Indovina chi viene a cena?” con Spencer Tracy, Katharine Hepburn e Sidney [...] Vai alla recensione »

giovedì 5 novembre 2009
mario conti

Premessa doverosa: Spencer Tracy e Katharine Hepburn staranno ridendosela di gusto, in un qualsiasi altrove spazio-temporale. Gli anni sembrano passare invano: e quella che, più di 40 anni fa, era una giusta e necessaria perorazione civile, oggi, mantecata nella trita ideologia di certa italia sinistrorsa (quella che, piccolo inciso, ha devastato le altitudini del pensiero, per dire, berlingueriano),diventa [...] Vai alla recensione »

sabato 27 novembre 2010
Mauri_962

Colonna sonora eccezionale, ambientazione magica, attori tutti bravi, soprattutto i protagonisti di colore, però nonostante tutto ciò il film purtroppo non mi è piaciuto. La trama non deve avere senso per forza, ma in questo caso io proprio non capisco cosa si voleva dimostrare. Abbiamo due coppie, due belle coppie, che si amano che vivono in armonia con i propri bambini nelle loro belle case quando [...] Vai alla recensione »

lunedì 21 settembre 2009
nick castle

La trama il Morandini, l'ha sintetizzata benissimo, mentre io cercherò di fare un breve commento. La storia è buona, molto buona, ma come al solito, fanno i cineasti italiani, dipingono il tutto con una spennellata di commedia, uno schizzo di dramma, per poi concludere con una mano di prevedibilità. Lo sappiamo benissimo che alla fine tutto si rimette al suo posto, la prevedibilità è una cosa troppo [...] Vai alla recensione »

lunedì 29 novembre 2010
fabruss

un film davvero brutto, antipatico, insulso quanto pretenzioso. recitato da cani, un pò meglio la protagonista di colore. non fa ridere, non fa piangere, non fa riflettere, non è realistico: che ci sta a fare? ad incassare 4 milioni di euro, non certo i miei, che sono stato costretto a vederlo in tv. a questo punto meglio un cinepanettone, almeno ha meno pretese.

domenica 8 aprile 2012
donza

Non avevo mai visto Fabio Volo recitare e mi risparmierò questo delitto in futuro! Ambra Angiolini è penosa al limite della tenerezza ma si sapeva dalle sue apparizioni televisive. Film pessimo, pessimamente interpretato, pessimamente diretto. Lo scandalo è scoprire che è girato coi nostri soldi, campeggia infatti tanto la sigla di Rai Cinema che, soprattutto, [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 dicembre 2011
ultimoboyscout

E' la storia di due coppie borghesi che pericolosamente si incrociano: una bianca e l'altra nera. Volo interpreta Carlo, che si innamora di Nadine, interpretata da Aissa Maiga, che lo ricambia. I due fedifraghi vengono allontanati da casa, ma sarà dura far accettare la nuova situazione. L'innovazione della regista è di trattare temi delicati e di grande attualità quali [...] Vai alla recensione »

martedì 28 settembre 2010
francescol82

Di drammatico in questo film credo non ci sia proprio niente.. anzi, credo sia più una commedia sull'intregrazione raziale e sui falsi perbenisti che si battono per i diritti dei più deboli solo per sentirsi in pace con la propria coscienza. Nel complesso il film è carino ma forse un tantino lento.

venerdì 15 gennaio 2010
paride86

Storia di tradimenti e pregiudizi, non priva di buone intenzioni ma anche piuttosto facilona o ingenua, a seconda dell'occhio con cui la si vuole guardare. Il talento che Ambra Angiolini aveva dimostrato in "Saturno Contro" sembra sparito, mentre Fabio Volo fa una bella figura con un personaggio non proprio credibile, almeno simpatico.

lunedì 21 settembre 2009
nick castle

Come lieto finale, intendevo che ognuno alla fine segue l'amore, anche se in questo film, l'amore non era quelle precedente, ma il nuovo. Comunque bravi i protagonisti, Ambra Angiolini perchè si è data al cinema così tardi? E' così brava!

FOCUS
INCONTRI
lunedì 7 gennaio 2008
Claudia Resta

Il film Elena (Ambra Angiolini) lavora come mediatrice culturale e spesso porta il suo impegno anche a casa, dove l'aspettano il marito Carlo (Fabio Volo) e la figlia Giovanna. Durante una serata di beneficenza, Carlo incontra Nadine (Aïssa Maïga) e Bertrand (Eriq Ebouaney), una coppia nera: subito prova una fortissima complicità con la donna, che ben presto sfocerà in un'appassionata storia d'amore, in lotta contro le barriere e i pregiudizi razziali.

INCONTRI
mercoledì 25 luglio 2007
Marzia Gandolfi

Il film Un viaggio in Africa su commissione ha ispirato l'ultimo film di Cristina Comencini. Girato interamente a Roma, dove le vie "bianche" infilano quelle dei quartieri neri, come il marito bianco di Fabio Volo insinua il cuore della sposa nera di Aissa Maiga. Eur, Piazza Vittorio e Stazione Termini fanno da sfondo a una commedia che sorridendo prova a riflettere sull'integrazione, il razzismo e i suoi clichè.

Frasi
Cos'è rimasto di questa storia: una maglia blu in un cassetto; un biglietto del cinema stropicciato; due nomi vicini su un registro d'albergo.
Dialogo tra Carlo (Fabio Volo) - Nadine (Aïssa Maïga)
dal film Bianco e nero
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alberto Crespi
L'Unità

Non si può certo dire che il cinema italiano abbia una lunga tradizione di film «interetnici», a meno di considerare tali i kolossal coloniali del cinema fascista. Bianco e nero, scritto da Giulia Calenda, Maddalena Ravagli e Cristina Comencini (quest'ultima, naturalmente, dirige), è quindi un film «quasi» inedito. Le virgolette intorno al «quasi» sono d'obbligo, perché qualche commedia all'italiana [...] Vai alla recensione »

Aldo Fittante
Film TV

Cristina Comencini ritiene Indovina chi viene a cena? di Stanley Kramer (1967) un film perfetto. La confessione è anche una dichiarazione d’intenti per il suo Bianco e nero, nona regia di una carriera incentrata sostanzialmente sulla commedia contemporanea dai toni dolci e amari. Per chi non lo ricordasse, la pellicola con Spencer Tracy, Katharine Hepburn, Sidney Poitier e Katharine Houghton raccontava [...] Vai alla recensione »

Alberto Castellano
Il Mattino

Da «La sconosciuta» di Tornatore a «Io, l'altro», da «Riparo» a «La giusta distanza», il cinema italiano sta raccontando con storie drammatiche l'incontro-scontro tra culture diverse e il problema dell'integrazione degli extracomunitari. Cristina Comencini, autrice sensibile alle dinamiche familiari ma anche ai risvolti sociali dei plot (da «Zoo» a «Va' dove ti porta il cuore»), ha scelto la strada [...] Vai alla recensione »

Roberta Ronconi
Liberazione

Siamo nei quartieri alti di Roma, media borghesia con vita media. Elena (Ambra Angiolini) figlia di ricchi cerca di placare i sensi di colpa lavorando per una organizzazione umanitaria che combatte "la fame in Africa". Carlo (Fabio Volo) se ne frega dell'Africa e dedica le sue poche energie riparando computer. In mezzo, una povera figlioletta di dieci anni straviziata.

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Cristina Comencini si è ormai da tempo imposta fra gli autori più significativi del cinema italiano. L'occhio spesso rivolto, con sensibilità e intelligenza, ai temi della famiglia. Ora con accenti lievi, fra la commedia e l'emozione -"Matrimoni", "Liberate i pesci", "Il più bel giorno della mia vita"- ora con piglio forte e risentito, tra le pieghe dichiarate del dramma; "La bestia nel cuore".

Roberto Nepoti
La Repubblica

I film di Cristina Comencini escono tutti con un marchio di fabbrica riconoscibile: lo sguardo posato sulla realtà e sensibile, civile, umoristico e serio insieme. Non fa eccezione Bianco e Nero, prima commedia sentimentale interrazziale prodotta in Italia (negli Usa e in Francia se ne contano parecchie, da Spike Lee a "Romuald e Juliette" di Coline Serreau) e scritta dalla regista assieme a Giulia [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Un triangolo bicolore, dove lui (Fabio Volo) tradisce la moglie (Ambra Angiolini) con una bella nera (Aissa Maiga) sposata al compatriota Eric Ebouney, entrambi colti ed europeizzati. C'è una provocazione in Bianco e nero di Cristina Comencini che, invece di farci la morale raccontando del povero immigrato, mette in scena in chiave di commedia di costume le ambiguità di una borghesia illusa di aver [...] Vai alla recensione »

Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Chi non sa che le donne nere sono considerate bombe sexy, che i bambini bianchi accusano i neri perché non sono bianchi (e viceversa), che le nere vogliono essere bianche e che le bianche sono razziste, che negli alberghi, nelle case borghesi, nei posti di lavoro si predica correttezza e si razzola pregiudizio? Ci tocca una sorta di rassegna dei luoghi comuni, compiaciuta perché fornita in chiave di [...] Vai alla recensione »

Massimo Lastrucci
Ciak

Storia di corna con complicazioni razziali. Il simpatico Fabio Volo riesce nell'impresa di sfasciare due famiglie. Ben maritato con la ricca Ambra Angioiini, votata alla causa dell'Africa, si invaghisce della fulgida senegalese Aissa Malga (ma se era solo carina e un po' meno di classe tutto questo sarebbe accaduto?), a sua volta sposa del collega della moglie, l'intellettuale Eriq Ebouaney.

Cinzia Romani
Il Giornale

C'era una volta la deliziosa commedia Usa Indovina chi viene a cena e l'impareggiabile duo Hepburn-Tracy nobilmente chino sui problemi della propria bella figlia bionda, decisa a sposare un negro, colto e prestante, però color cioccolata. Guai in vista per gli educati genitori bianchi progressisti, risolti nel lieto fine democratico da fine anni Sessanta, con buona pace degli spettatori, neanche sfiorati [...] Vai alla recensione »

Silvana Silvestri
Il Manifesto

Diva senegalese incontra Fabio Volo. Invece del classico: «sgorbio, sparisci!», più spiritosa di Woody Allen, dà inizio a un film d'amore. Moglie di lui e marito di lei s'infuriano. Parenti, stretti o meno, pure. Ma la passione trionferà? Unirà, al fine, l'anima semisensibile di un bugiardello, inebriato dal poter dire finalmente, alla faccia di Malcolm X e della consorte formalista, «negra!» (pensando [...] Vai alla recensione »

Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Basterà fare ammenda? O dobbiamo cospargerci il capo di cenere, metterci ginocchioni sui ceci, allungare le mani per la bacchettata? Siamo pronti ad andare dietro la lavagna, con le orecchie d'asino. Le meritiamo per tutte le volte che abbiamo invitato i registi italiani a dare un'occhiata al mondo là fuori, oltre che al loro ombelico. Dopo aver visto "Bianco e nero", siamo più che pentiti: meglio [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati