Fuochi d'artificio

Film 1997 | Comico, 100 min.

Regia di Leonardo Pieraccioni. Un film con Bud Spencer, Claudia Gerini, Massimo Ceccherini, Leonardo Pieraccioni, Barbara Enrichi. Cast completo Genere Comico, - Italia, 1997, durata 100 minuti. Uscita cinema mercoledì 15 ottobre 1997 distribuito da C.G.D - Cecchi Gori Distribuzione. - MYmonetro 3,09 su 3 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Fuochi d'artificio tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento giovedì 26 agosto 2010

Alle Maldive Ottone racconta a uno psicologo i fatti recenti della sua vita. Abbandonato dalla ragazza ne conosce altre tre, di diverse personalità e ...

Consigliato sì!
3,09/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA
PUBBLICO 3,18
CONSIGLIATO SÌ

Alle Maldive Ottone racconta a uno psicologo i fatti recenti della sua vita. Abbandonato dalla ragazza ne conosce altre tre, di diverse personalità e fascia sociale. Alla fine una delle tre lo ha accompagnato nel paradiso di quelle isole. Quale sarà? Nel frattempo abbiamo conosciuto il nuovo mondo di Pieraccioni, le sue battute, il suo amico matto. Un mondo particolare ricostruito come le città di cartone di Hollywood, pieno di furbizie e di trucchi, e anche pieno di ingenuità e di errori, se così si possono chiamare. "Criticare" questo film non ha proprio senso. Il successo abnorme del Ciclone costituiva una base di partenza anomala. Ma questo è un merito di Pieraccioni, che si è saputo conquistare una tal franchigia da moltiplicare tutti gli effetti del film: se una battuta vale una risata, solo perché appartiene a Pieraccioni la risata sarà doppia, o tripla, e attesa, "sovrainterpretata". Maurizio Costanzo ha dichiarato che Pieraccioni è il nuovo Monicelli italiano. Niente di più sbagliato. Monicelli girava La grande guerra, I compagni, Brancaleone, Pieraccioni fa film comici senza particolari significati. Fuochi d'artificio è uno spaccato giovanile di questo tempo (ma il discorso vale anche per Trainspotting). Era dai tempi di Poveri ma belli (ecco chi può ricordare Pieraccioni, molto vagamente: Risi) che non c'era nel cinema italiano un po' di gioia di vivere e di disimpegno come magnifico deterrente alla vita di questi anni e soprattutto al cinema italiano di quegli autori che vorrebbero tutto triste, grigio, omologato. Fortuna che c'è Pieraccioni, che dal suo versante si oppone a quello dei Ciprì & Maresco (esempio estremo). Una volta l'anno sappiamo di poter contare su un pizzico di normale, dimenticata allegria. L'incasso del film è stato strepitoso. Pare ottanta, novanta miliardi, chissà.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Trentenne toscano è precario tra tre donne: una bionda spagnola (Lorenzo), una mora italiana (Gerini), una sudamericana olivastra (Tayde). Sceglie la terza, ma manca il motivo della scelta, a meno di considerare tale una canzone di Vasco Rossi. "Non si tratta, qui, di cinema, ma di cosmesi" (R. Censi). "Voglio un pensiero superficiale che rende la pelle splendida": il cinema innocuo di Pieraccioni risponde a questa necessità. La naturale simpatia dell'attore-autore (con Giovanni Veronesi), il rifiuto della volgarità "bassa" che attrae anche la fascia più anziana e borghese del pubblico, l'alto tasso di divertimento evasivo, il grado zero della scrittura spiegano in parte l'enorme successo: 2° posto al botteghino dopo Titanic e prima di La vita è bella .

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

FUOCHI D'ARTIFICIO disponibile in DVD o BluRay

DVD

BLU-RAY
€9,99
€10,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 31 dicembre 2009
Luca Scialo

A mio modesto avviso, il miglior film di Pieraccioni. Usa la stessa formula precedente de Il ciclone e di tutti i film successivi, ma in questa commedia riesce a raffinarla rispetto al primo e ad essere originale rispetto ai successivi, che di fatto diventano ripetitivi e meno frizzanti. Bello il finale con la canzone di vasco come sottofondo, un tocco che gli fa guadagnare una stellina in più.

venerdì 13 novembre 2009
miki73

buon film

Frasi
I passettini! Quando si facevano i passettini la vita diventava leggera e tutti i problemi passavano.
Una frase di Ottone (Leonardo Pieraccioni)
dal film Fuochi d'artificio - a cura di aser
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Lietta Tornabuoni
La Stampa

Film che vince non si cambia. Fuochi d'artificio di e con Leonardo Pieraccioni non è Il ciclone 2, non è un seguito né una variante del film-fenomeno che la scorsa stagione ha elettrizzato il mercato depresso del cinema italiano con il suo successo raro e i suoi incassi di circa 70 miliardi. È la stessa cosa, con gli stessi attori: la commedia toscana urbano-paesana d'un trentenne precario meno imbranato [...] Vai alla recensione »

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Dopo l’incasso record di 74 miliardi con Il ciclone Leonardo Pieraccioni ci riprova. Ed ecco Fuochi d’artificio, preceduto da un lancio pubblicitario non dissimile, appunto, da un ciclone e, nel caso, da una montagna. Con il rischio, però, che da questa montagna salti fuori solo un topolino; non saprei dire se nell’ambito degli incassi, un campo in cui il critico ha scarsa competenza, quasi certamente, [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati