Il tè nel deserto

Film 1990 | Drammatico 138 min.

Regia di Bernardo Bertolucci. Un film con Debra Winger, John Malkovich, Campbell Scott, Veronica Lazar, Nicoletta Braschi. Cast completo Titolo originale: The Sheltering Sky. Genere Drammatico - Italia, Gran Bretagna, 1990, durata 138 minuti. - MYmonetro 2,94 su 18 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Il tè nel deserto tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Due giovani coniugi americani e un loro amico si recano nel Nord Africa. Partendo da Tangeri percorrono un lungo itinerario che li porta in vari luoghi. Ha vinto un premio ai Nastri d'Argento, Il film ha ottenuto 2 candidature e vinto un premio ai Golden Globes,

Il tè nel deserto è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,94/5
MYMOVIES 2,75
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,44
CONSIGLIATO SÌ
Recensione di Adriano De Carlo
Recensione di Adriano De Carlo

Due giovani coniugi americani e un loro amico si recano nel Nord Africa. Partendo da Tangeri percorrono un lungo itinerario che li porta nei luoghi dove l'Africa è più ostile. Il viaggio rappresenta una vera e propria traversata della loro esistenza. Mette a nudo l'inconsistenza di una vita senza scopi. Il marito, colpito da febbre tifoidea, muore dopo una straziante agonia. La moglie si perde nel deserto, dove viene soccorsa dal capo di una tribù di Tuareg. L'uomo, divenuto il suo amante, la tiene segregata sino alla liberazione per mano di una delle sue concubine, gelosa dell'occidentale. Prostrata, la donna viene infine soccorsa da una funzionaria dell'ambasciata americana. Ma la sua esistenza è spezzata dalle esperienze vissute. Il film è tratto da un romanzo di Paul Bowles, che compare nel ruolo di testimone della vicenda. Ed è proprio a lui che nel finale si rivolge la donna. Il vecchio conclude con queste parole: "...Quante altre volte guarderete levarsi la luna?... Forse venti. Eppure, tutto sembra senza limite...". Sembra soprattutto che i protagonisti, partendo da presupposti basati sulla decadenza della cultura occidentale, si trovino schiacciati dalla incomprensibilità di una regione che al contrario vive la propria cultura nella fisicità che la radiosa asprezza del clima impone. Un abisso. Un'utopia che l'arroganza culturale non riesce a raggiungere. La sconfitta giunge prima nel corpo per poi diffondersi nel mistero della morte. Bernardo Bertolucci ancora una volta si finge autore impegnato. Sceglie un testo di difficile decifrazione. Ricorre alla strepitosa capacità di rappresentare ciò che non è rappresentabile. Personaggi odiosi, da guardare con sospetto dopo le prime battute. Una ricerca maniacale di uno stile letterario più che cinematografico. Parole vane. Personaggi dimenticabili. Ogni sequenza sembra il trailer della successiva. Resta la fotografia di Storaro, anch'essa prevedibile con alcune incursioni nell'immaginario pubblicitario più vicino ai baci Perugina che non alle morenti pagine di Bowles. Bertolucci non ama i suoi personaggi e li priva così della segreta poesia che è presente in ogni confessione. Una fama, quella di Bertolucci, giustificata dalla sua capacità di manipolare grandi budget, al servizio di padroni un po' snob, come sanno essere gli americani quando affrontano la cultura. Per ora è ancora e solo il regista de Il conformista.

Sei d'accordo con Adriano De Carlo?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Nel 1947 una coppia di agiati americani in crisi (viaggiatori, non turisti) sbarca a Tangeri e si sposta verso l'interno. Lui muore di tifo, lei s'unisce a una carovana di nomadi tuareg sino ad Agades (Niger) attraverso il Sahara algerino. Da un romanzo (1949) di Paul Bowles un film intimista da camera, dove la "camera" è la vastità del deserto, articolato come una sinfonia in tre movimenti, storia di un viaggio interiore iscritto in un viaggio reale. 3ª storia d'amore nell'itinerario di Bertolucci, ma senza romanticismo, nonostante le aperture melodrammatiche. L'onda lunga del dolore si acquieta nell'incontro conclusivo di Kit (l'intensa Winger) con Paul Bowles, il suo autore, sotto il segno di una malinconia che forse ne è la convalescenza. Fotografia di Vittorio Storaro, musiche di Ryuichi Sakamoto e Richard Horowitz.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
IL TÈ NEL DESERTO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
iTunes
-
-
-
-
Infinity

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€4,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 30 gennaio 2012
IlaSkywalker

Trasposizione dell'omonimo romanzo di Paul Bowles, questa pellicola di Bertolucci è la perfetta reificazione della solitudine e di una vasta landa sconfinata ed assolata. Le vacanze in Africa (a partire da Tangeri) rappresentano un viaggio di formazione per Kit e Port, che provano a riscoprire sé stessi ed il loro rapporto. Ad una prima parte caratterizzata dalla stasi dello straniamento (circondati [...] Vai alla recensione »

lunedì 11 giugno 2012
Starbuck

Quali possono essere le imprevedibili conseguenze della noia che affligge inesorabilmente tre ricchi borghesi americani? Ce lo racconta questo ennesimo capolavoro di Bernardo Bertolucci, a mio parere ci troviamo di fronte al suo miglior film al pari di 900. In questa storia, tratta dal già bellissimo romanzo di Paul Bowles, l'autore riesce a scandagliare i più profondi anfratti dell'in [...] Vai alla recensione »

sabato 1 maggio 2010
toty bottalla

Non ho letto il romanzo a cui è ispirato il film, tuttavia credo di poter dire che è un film dal forte fascino che rivedi volentieri nel tempo per assaporarne dettagli e situazioni che sfuggono al primo impatto. E' chiaro che non capisco perchè un "viaggiatore" debba cercarsi gratis sofferenze scontate, ma forse il surreale sta proprio in questo.

Frasi
Oh Tunner ! Per favore, smettila di cercare di essere interessante. Non ti dona per niente. Sei troppo bello.
Dialogo tra Kit Moresby (Debra Winger) - George Tunner (Campbell Scott)
dal film Il tè nel deserto
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Gian Luigi Rondi
Il Tempo

The Sheltering Sky (Il cielo protettivo) era un romanzo di oltre quarant’anni fa in cui il suo autore, l’americano Paul Bowles da tempo trapiantato in Marocco, forse parafrasando la propria storia con la moglie, raccontava di una coppia di americani, Port e Kit, che nell’immediato dopoguerra, intraprendevano insieme con un amico, Turner, un lungo viaggio nel Nordafrica: i primi due da “viaggiatori”, [...] Vai alla recensione »

Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

É sempre pericoloso avventurarsi nel deserto: lo è per i viandanti e lo è per i poeti, letterati e registi, alle prese con un luogo dalle eccessive valenze simboliche. Troppo facile vedere nell’infinita distesa di sabbia il riverbero di anime desolate, il riflesso di esistenze definitivamente spogliate dalla voglia di vivere. Pur con il consueto corredo di inquadrature bellissime (il direttore della [...] Vai alla recensione »

Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

Dice Bernardo Bertolucci d’aver sostituito alle parole la fisicità dei corpi, in Il té nel deserto. Quello che nel romanzo è psicologia, nel film sarebbe immediata sensualità. La poesia, poi, darebbe al tutto il suo significato profondo, e anche qualche consolazione. Appunto: poche cose sono pericolose, per un autore, come l’eccesso di fiducia nella poesia e nelle sue consolazioni.

winner
miglior fotografia
Nastri d'Argento
1991
winner
miglior colonna sonora
Golden Globes
1991
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati