Susanna Simonin, la religiosa

Film 1966 | Drammatico 135 min.

Regia di Jacques Rivette. Un film Da vedere 1966 con Francisco Rabal, Anna Karina, Micheline Presle, Liselotte Pulver, Francine Bergé. Cast completo Titolo originale: La religieuse (Suzanne Simonin, la religieuse de Diderot). Genere Drammatico - Francia, 1966, durata 135 minuti. - MYmonetro 2,96 su 2 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Susanna Simonin, la religiosa tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento giovedì 19 gennaio 2017

Consigliato sì!
2,96/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA
PUBBLICO 2,91
CONSIGLIATO SÌ

Nel Settecento una ragazza è costretta dai familiari a diventare monaca e vive terribili esperienze in due diversi conventi. Fugge, ma ancora una volta cercano d'attentare alla sua virtù e la poverina è costretta ad uccidersi.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Drammatiche esperienze di una ragazza del Settecento costretta dai genitori a entrare in convento a Longchamp. Prima sospettata di essere indemoniata, poi presa di mira dalle attenzioni equivoche di una badessa, passa da un convento all'altro. Fugge e viene accolta in una casa equivoca dove si uccide. Liberamente tratto da La monaca (scritto nel 1758 e pubblicato postumo nel 1796) di Denis Diderot, il 2° film di Rivette, ex redattore dei Cahiers du Cinéma , fu in un primo tempo proibito in Francia, ma esposto a Cannes ottenne l'anno dopo il visto di circolazione e fu il solo grande successo di pubblico del regista. Al di là delle polemiche contingenti, peraltro ridicole soprattutto in un paese come la Francia che ha tra i suoi principi costituzionali la laicità dello Stato, il film dimostra, nel suo rigore formale e nell'austerità quasi giansenista del suo stile, che Rivette tutto aveva cercato, ma non lo scandalo. In linea con l'illuminista Diderot si propone soltanto di proclamare la libertà di coscienza e di denunciarne ogni forma di oppressione. Non attacca la fede religiosa, ma le sue deformazioni e le indegnità che si commettono sotto la sua maschera.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Adelio Ferrero
Cinema Nuovo

Penso che allo spettatore smaliziato de La religiosa mentre gli scorrono davanti le immagini del film di Rivette, con tutta la loro nobile noia e affliggente compostezza, venga naturale distrarsi immaginando per proprio conto un altro film che la pigrizia inventiva del regista non ha saputo, e non poteva, dargli. Se fosse stato Dreyer, a esempio, a occuparsi di Susanna Simonin, o Bresson, o, su tutt'altro [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati