Sedotta e abbandonata

Film 1964 | Commedia 125 min.

Regia di Pietro Germi. Un film Da vedere 1964 con Stefania Sandrelli, Saro Urzì, Lando Buzzanca, Aldo Puglisi, Lola Braccini, Leopoldo Trieste. Cast completo Genere Commedia - Italia, 1964, durata 125 minuti. - MYmonetro 4,28 su 1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Sedotta e abbandonata tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Una ragazza è costretta a subire le conseguenze di un rapporto avuto con il fidanzato della sorella. Il film è stato premiato al Festival di Cannes, ha vinto 3 Nastri d'Argento, ha vinto 2 David di Donatello,

Consigliato assolutamente sì!
4,28/5
MYMOVIES 3,75
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,42
ASSOLUTAMENTE SÌ
Recensione di Giovanna Grassi
Recensione di Giovanna Grassi

Caustica e cinica satira della Sicilia bigotta e "d'onore", in cui una giovane ragazza, viene deflorata dal futuro sposo della sorella! Scoppia un putiferio, soprattutto quando la giovane denuncia il fatto alla polizia, mettendo questa storia sulla bocca di tutti, cosa che entrambi le famiglie, in particolar modo il sanguigno padre di lei, non digeriscono. Così, dopo sotterfugi e falsi rapimenti, la ragazza sarà vittima suo malgrado di un matrimonio riparatore, quanto per evitare la galera all'uomo tanto per mettere a tacere la gente! Cosa non si fa per l'onore... Il film ironizza in modo più che sardonico su quella Sicilia in cui salvare il cosiddetto "onore" è di importanza vitale, in cui sono le apparenze quelle che contano (memorabile la scena in cui il padre della ragazza costringe tutta la famiglia, appena usciti dal commissariato, a ridere per far credere alla gente che si era trattato di un malinteso), e le donne hanno l'importanza di un soprammobile. Sicilia questa che all'epoca di Germi esisteva ancora e che oggi non è del tutto scomparsa. Incantevolmente dimessa la Sandrelli e prepotentemente sanguigno il grande Saro Urzì (nella parte del padre della ragazza). Germi non è mai stato così pungente e sferzante, con un stile poi da lasciar a bocca aperta. Un capolavoro della "commedia all'italiana".

Sei d'accordo con Giovanna Grassi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Il padre di una sedicenne sicula costringe il seduttore di lei a sposarla, anche se era già promesso a un'altra figlia che ripiega su un barone squattrinato. La commedia più violenta e congestionata, ai limiti dell'isterismo, della trilogia barocca di P. Germi, aperta da Divorzio all'italiana (1961) e chiusa da Signore e signori (1965). "È una farsa tragica con qualche vertigine grottesca, una tarantella macabra che accompagna con forzata allegria i funerali della ragione" (E. Giacovelli). Non esiste, forse, un film più antimeridionale e antisiciliano nel suo tiro al bersaglio contro la concezione insulare dell'onore. Galleria di personaggi brutti sporchi e cattivi su cui il regista s'accanisce con zoom e obiettivi deformanti, con le armi della natura incattivita e della farsa acida. Scritto dal regista con Age, Scarpelli e Luciano Vincenzoni che ebbero un Nastro d'argento come S. Urzì (attore protagonista, premiato anche al Festival di Cannes) e L. Trieste.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

SEDOTTA E ABBANDONATA disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 18 luglio 2010
luigighirri

Uno dei film più belli e più veri girati in Italia e sull'Italia. Un meccanismo a orologeria perfetto, divertente, grottesco, godibile e verissimo, che dice grandi verità con un registro che si colloca tra il perfettamente verosimile e il perfettamente filmico. Una sceneggiatura impeccabile, senza sbavature e personaggi splendidi e ben costruiti per un regista che ha saputo [...] Vai alla recensione »

venerdì 3 luglio 2015
Barolo

Pietro Germi è stato un grande regista e questo forse è il suo film migliore.Bisogna vederlo e rivederlo per poter apprezzare le sfumature di un lavoro grandioso, che oltre ad essere una denuncia del degrado e della miseria morale della Sicilia e forse dell'Italia dei primi anni 60,offre uno spietato affresco di una classe piccolo-borghese benpensante, che lungi dall'essere [...] Vai alla recensione »

domenica 17 settembre 2017
paolp78

Pietro Germi è un autore e regista che adoro. Oltre ai tanti successi avuti (su tutti ricorderei Divorzio all'italiana), forse non molti sanno che si deve proprio a Germi pure il soggetto di Amici Miei, film che non potè girare solo in quanto le condizioni di salute in cui versava non glielo permisero (morì di lì a poco, prima dell'uscita del film nelle sale cinematografi [...] Vai alla recensione »

martedì 3 dicembre 2019
Noia1

  Un ragazzo compie uno stupro, dovrà quindi sposare la vittima ora perdutamente innamorata di lui.   Classico esempio della commedia nostrana del tempo, l’affresco di un’Italia trascinata dal BUM economico e al contempo divorata da una millenaria arretrata mentalità senza speranza; come il filone vuole, la trama è fortemente drammatica ma lo sviluppo, i [...] Vai alla recensione »

lunedì 21 maggio 2018
stefano capasso

Agnese è poco più che adolescente e attira le attenzioni del fidanzato, promesso sposo, della sorella Matilde. Un giorno approfittando del riposo post prandiale il giovane riesce ad ottenere le grazie di Agnese, che rimane incinta. Nel piccolo paese Siciliano dei primi anni ’60, questo è un fatto gravissimo che va lavato o con il matrimonio riparativo o con il delitto d’onor [...] Vai alla recensione »

Frasi
Una scla ricchezza abbiamo: un nome onorato.
Dialogo tra Agnese Ascalone (Stefania Sandrelli) - Peppino Califano (Aldo Puglisi)
dal film Sedotta e abbandonata
winner
miglior attore
Festival di Cannes
1964
winner
miglior attore
Nastri d'Argento
1965
winner
miglior attore non protag.
Nastri d'Argento
1965
winner
miglior scenegg.ra
Nastri d'Argento
1965
winner
miglior regia
David di Donatello
1964
winner
miglior produzione
David di Donatello
1964
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati