I dieci comandamenti [2]

Film 1956 | Storico 221 min.

Regia di Cecil B. De Mille. Un film Da vedere 1956 con Charlton Heston, Yul Brynner, Anne Baxter, Edward G. Robinson, Yvonne De Carlo, Debra Paget. Cast completo Titolo originale: The Ten Commandments. Genere Storico - USA, 1956, durata 221 minuti. - MYmonetro 4,91 su 16 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi I dieci comandamenti [2] tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

La vita di Mosè, l'uomo che, nato in Egitto da una donna della tribù di Levi, guidò il popolo schiavo d'Israele verso la Terra Promessa. Il film ha ottenuto 7 candidature e vinto un premio ai Premi Oscar,

Consigliato assolutamente sì!
4,91/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,86
ASSOLUTAMENTE SÌ
Splendido kolossal sull'uomo che guidò Israele verso la Terra Promessa.

Cecil Blount De Mille è un regista che ha firmato opere di grandissima popolarità che, paradossalmente, non sono le sue migliori. Tutti ricordano i suoi "colossi" come Sansone e Dalila, ma personalmente ritengo che De Mille abbia dato il meglio nei western, dove aveva una sua misura particolare e grande riconoscibilità. Basta ricordare La conquista del West, un western del '36 già perfettamente adulto, tre anni prima di Ombre rosse, e poi La via dei giganti, Giubbe rosse e Gli invincibili, quasi tutti con Gary Cooper.
Tuttavia dicendo De Mille si dice Dieci comandamenti, che è un'opera meritevolissima, beninteso, un titolo che non ha mai trovato posto in nessuna delle classifiche nobili, proprio per le sue caratteristiche di troppa spettacolarità, popolarità, artificio. De Mille voleva soltanto piacere al pubblico, dargli ciò che voleva. John Ford riconosceva questa sua capacità, e in un certo senso gliela invidiava. Nei Dieci comandamenti tutto è perfetto: l'aspetto degli attori, i costumi, le armi, la natura, gli edifici, i trucchi, la musica, le inquadrature. È tutto così stilizzato e calligrafico da far invidia al più avanzato dei registi pubblicitari.
Ricordiamo che De Mille ha lasciato un retaggio in questo senso: il mar Rosso che si apre, che ha ispirato un noto spot pubblicitario. Mosè, ebreo, viene affidato neonato alle acque del Nilo, in un paniere. Viene raccolto dalla figlia sterile del faraone. Cresce come un principe e si distingue a scapito di Ramesse, figlio del faraone. Quando viene scoperta la sua origine, Mosè non la rinnega, diventa anzi capo del popolo ebraico, ridotto in schiavitù da trecento anni. Porta via il suo popolo dall'Egitto. Sul monte Sinai ottiene da Dio le tavole dei Comandamenti. Vaga quarant'anni nei deserti prima di arrivare alla Terra Promessa. La saga e il racconto sono grandissimi. Si rimprovera al regista una certa prolissità (quasi quattro ore la durata del film), ma ci sono momenti di alto significato, sul piano delle immagini (Mosè che chiede l'aiuto di Dio nella tempesta, l'incisione delle tavole, le scene d'esodo). Ci sono anche tratti di grande forza, quasi da tragedia greca, seppur fortemente Hollywoodiani.
De Mille era un fervente cattolico e attribuiva ai suoi film un preciso valore in quel senso. Ci fu chi disse che il regista era stato un paladino della fede più del papa.

PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 9 aprile 2011
mondolariano

La trama, totalmente ricostruita nella prima parte per colmare i vuoti del testo biblico, risente un tantino la modernità dei dialoghi (per quanto si dica che il modo di provare i sentimenti non sia cambiato nel corso dei millenni) ma la vicenda è trascinante come non mai, complice una colonna sonora a dir poco memorabile. La differenziazione tra i buoni e i cattivi non è così netta come ci si potrebbe [...] Vai alla recensione »

lunedì 5 maggio 2014
Luigi Chierico

Un vero capolavoro che non conosce limiti nel tempo per la sua grandiosa realizzazione. La storia riportataci dalla Bibbia nel Vecchio Testamento è arcinota, tuttavia, per certi versi, sembra sempre attuale. Da quando l’uomo ha cominciato a popolare la Terra sono trascorsi appena 2000 anni dalla nascita di Cristo, su cui nessuno al mondo ha mai dubitato né dubita (leggi di Antonio Socci“Indagine su [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 maggio 2014
Leslie Lynnton

Gli anni 50' hanno visto diversi grandi pellicole tra cui "I dieci comandamenti". Attori bravissimi, doppiatori eccelsi, Gino Cervi ottima voce narrante. Charlton Heston e Yul Brynner, Mosè e Ramses II, non avrebbero potuto esserci migliori interpreti per questo film capolavoro che, nonostante non faccia parte dei giorni nostri, presenta buoni effetti speciali.

giovedì 3 dicembre 2009
Tony71

il kollossal di tutti i kolossal. La scena di Mosè che separa le acque ha fatto epoca.

venerdì 1 marzo 2019
elgatoloco

"THe Ten Commandements"(1956, di Cecil B.-Blount De Mille)è notoriamente remake del kolossal in bianco e nero dello stesso autore, datato 1923, già in qualche modo un"portento"per la sua epoca. Idem per questa versione, molto colorata(colori brillanti e"squillanti"da primo o quasi Technicolor..), decisamente nuova nel sendo di innovativa se confrontata con [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 aprile 2016
albydrummer

La storia del grande cinema.....Kolossal!!!

martedì 7 aprile 2015
elgatoloco

"The Ten Commandments", faccia piacere o meno, rimane n grande film:verboso, prolisso, troppo spettacolare(i balli sono certamente in eccesso, almeno per una sensibilità non troppo made in USA...), forse"troppo colorato"(il colore dell'epoca, però, era quello), ma il tentativo titanico di mettere in scena la Bibbia o meglio la vicenda di Mosè riesce in pieno, [...] Vai alla recensione »

domenica 28 novembre 2010
irontato

Non si sono lesinati effetti speciali e ambientazioni"faraoniche"(mai termine fu più adatto)per questo kolossal d'altri tempi.Lo avevo visto molti anni fa e devo dire che rivisto da adulto mi ha fatto sempre lo stesso piacevole effetto.Grande cast tutto all'altezza della mega produzione ma a tratti la recitazione è sopra le righe,enfatica all'eccesso e i balletti [...] Vai alla recensione »

Frasi
Il suo Dio è Dio!
Una frase di Ramesse (Yul Brynner)
dal film I dieci comandamenti [2] - a cura di Raffaele Allegretti
NEWS
NEWS
lunedì 7 aprile 2008
Pino Farinotti

La scomparsa di un'icona Una volta, intervistato dal network N.B.C, verso la fine degli anni Settanta Charlton Heston, alla cronista che lo aveva appena definito "un'icona", rispose "è una definizione che non mi piace, ma è corretta".

winner
migliori eff. speciali
Premio Oscar
1957
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati