L'uomo privato

Acquista su Ibs.it   Dvd L'uomo privato   Blu-Ray L'uomo privato  
Un film di Emidio Greco. Con Tommaso Ragno, Myriam Catania, Giulio Pampiglione, Mia Benedetta, Ennio Coltorti.
continua»
Thriller, durata 100 min. - Italia 2007. - Cinecittà Luce uscita venerdì 2 novembre 2007. MYMONETRO L'uomo privato * * 1/2 - - valutazione media: 2,61 su 40 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,61/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * - - -
Trailer L'uomo privato
Il film: L'uomo privato
Uscita: venerdì 2 novembre 2007
Anno produzione: 2007
Un affermato professore universitario viene coinvolto nella morte di uno studente.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un film concettuale e rigoroso, che dice tutto con le immagini
Marzia Gandolfi     * * * - -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Tra Torino e Pisa si svolge la vita di un professore universitario di Diritto, socialmente e professionalmente affermato. Dotato di grande intelligenza e di un fascino sfuggente, l'uomo e il professore conducono un'esistenza "ritirata" che sconfina qualche volta nei letti di amanti occasionali. Deciso a controllare la realtà e a tenerla accuratamente a distanza, viene suo malgrado coinvolto nella morte per suicidio di uno studente. Il ragazzo, ossessionato dalla vita del professore, ha registrato scrupolosamente le sue lezioni, i suoi comportamenti, le sue abitudini...
La forza del cinema di Emidio Greco, e in questo senso L'uomo privato non fa eccezione, sta tutta nell'essenzialità stilistica, nel razionale svolgimento narrativo e nella coraggiosa anti-spettacolarità. Il suo cinema eminentemente letterario (L'invenzione di Morel, Una storia semplice, Il Consiglio d'Egitto), si avvale questa volta di un soggetto originale scritto dallo stesso autore.
Al centro della sua storia c'è un professore senza nome, elegante ed introverso, che tiene gli occhi aperti ma finisce per avere lo sguardo di chi attraversa la realtà in stato di trance. Tutto quello che si dispiega davanti a lui, gli studenti in aula, le amanti, gli amici, i colleghi, hanno le caratteristiche di un (brutto) sogno, che la sua logica semplificatrice non sa "vedere" e comprendere. Nel film c'è solo un uomo che "esiste", gli altri non "sono".
Protagonista e spettatore unico del proprio sogno, l'uomo privato (e perfetto) di Tommaso Ragno, procede per forza di inerzia in un tragitto che contempla evoluzioni impreviste: la morte di uno studente. Pedinato e spiato sfacciatamente, il professore resta cieco davanti all'evidenza, incapace a raccogliere i segnali, a decifrare i codici, a leggere i simboli. Quella morte precoce lo priva per sempre del controllo sul reale. La presunzione della razionalità e della positività si stemperano fino a diventare in lui un'insospettata propensione alla vertigine.
Il film di Greco, concettuale e rigoroso, non dice nulla con le parole e tutto con le immagini. Accentuando la parte "detta" il regista privilegia la dimensione pubblica della vicenda, immergendo "l'uomo privato" nel cicaleccio ridondante e senza senso dei "salotti" e nell'abisso delle coscienze.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
L'UOMO PRIVATO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
* - - - -

Fate in modo che resti “privato”

lunedì 19 gennaio 2009 di dylandave.wordpress.com

Appena terminato di vedere questo film mi è subito venuto il desiderio di scrivere una bella letterina al caro signor Emidio Greco, nonchè il regista di questo film. Se di regia si vuole parlare. Vorrei esprimere tutta la rabbia che mi ha suscitato, per il falso intellettualismo che intende esprimere con questa sua “opera”. Perchè secondo me dietro al “L’Uomo privato” non c’è proprio nulla. Non c’è Intellettualità, non c’è il concettualismo di cui tanti critici parlano e non c’è neanche l’ombra continua »

* - - - -

Renderlo pubblico è stato un errore delittuoso

lunedì 27 febbraio 2012 di wally4ever

Film didascalico con velleità didattico/evangeliche in cui il protagonista mantiene con ammirevole dedizione sempre la medesima espressione (una sorta di trisma tetanico) a metà fra l'annoiato e il supponente. Come se tutto questo non bastasse, il film (mi procura l'asma definirlo così) è massacrato da una regia che indulge compiaciuta nella esibizione di inutili culi femminili e di lungaggini soporifere a scopo riempitivo (vedi il dialogo privo di spessore continua »

* * * * -

Un uomo spiato...

venerdì 1 marzo 2013 di

Emidio Greco non si smentisce e con questo film dimostra una volta in più la sua passione per il cinema lento, pensato, curato nei minimi dettagli. Mai una scena troppo veloce, ogni sequenza è studiata e raccordata con le altre seguendo una narrazione logica. Il protagonista (Tommaso Ragno) è un giovane professore bello, affascinante, elegante, ovviamente molto colto che ha raggiunto un equilibrio invidiabile, granitico, chiuso in se stesso lasciando la porta aperta solo a un numero ristretto di continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film L'uomo privato adesso. »
Shop

DVD | L'uomo privato

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 21 ottobre 2008

Cover Dvd L'uomo privato A partire da martedì 21 ottobre 2008 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd L'uomo privato di Emidio Greco con Tommaso Ragno, Myriam Catania, Giulio Pampiglione, Mia Benedetta. Distribuito da Sony Pictures Home Entertainment. Su internet L'uomo privato è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 7,99 €
Aquista on line il dvd del film L'uomo privato

INCONTRI | Il regista difende il suo film, tra i fischi, alla Festa del cinema di Roma.

Vizi privati e pubbliche virtù di Emidio Greco

mercoledì 31 ottobre 2007 - Claudia Resta

Vizi privati e pubbliche virtù di Emidio Greco Un professore universitario quarantenne molto affermato è corteggiato dalle donne, verso le quali mostra disponibilità. In realtà è anche chiuso nelle sue condizioni di privilegio, usate come uno schermo difensivo tra sé e la realtà, verso la quale ha un totale rifiuto. Il destino incrina questo sistema perfetto quando nelle tasche di un suo studente suicida la polizia trova un foglio di carta con il nome e il telefono del protagonista. Una pellicola che ha fatto discutere e ha sollevato aspre critiche alla sua presentazione, e che è stata difesa nel suo apparato narrativo proprio da Greco alla conferenza stampa, a Roma.

Un "Uomo privato" sfuggente e catatonico

di Federico Raponi Liberazione

L' "Uomo privato" è sfuggente quanto quello pubblico, economicamente benestante e all'apparenza perfettamente inserito in un contesto sociale dal quale però si sente distaccato: seduttore privo di coinvolgimento, docente autistico («non l'ho mai notato - dice di uno studente - come non ho mai notato nessuno, del resto»), passeggiatore senza mèta. E proprio in un tale peregrinare, notturno e solitario, sta la sintesi visiva della propria deriva esistenziale. Coperta da una grigia quiete borghese, scossa improvvisamente da un giallo. »

«L'uomo privato» tra parabola e simbolismi

di Valerio Caprara Il Mattino

Saggio senza rete di cinema simbolico-psicotico, «L'uomo privato» (nella foto, Tommaso Ragno in una scena) racconta la parabola di un solitario e donnaiolo professore di diritto. La pretesa del protagonista sarebbe quella di non contaminarsi con la "sporca realtà", pur sfruttandola cinicamente fino all'osso; ma la scintilla drammaturgica - il suicidio di uno studente che sapeva troppo - rischia di mandare in mille pezzi il torvo progetto esistenziale. Recitazioni dilettantistiche, dialoghi implausibili e simbolismi abborracciati tengono il film come in apnea dal prologo all'epilogo. »

Quel disprezzo per l'Italia cialtrona

di Lietta Tornabuoni La Stampa

L'insopportabilità del mondo è uno dei segni di grave depressione, ma il protagonista de L'uomo privato di Emidio Greco non è malato. È vittima di un fenomeno sempre più esteso, che dagli artisti e dagli intellettuali si va ampliando alla gente comune: il disprezzo, la nausea per l'Italia cialtrona, ladra, volgare nella quale viviamo. Il protagonista (Tommaso Ragno) è ben lontano dal tedio della vita: è un uomo di successo, saggista e docente famoso di Diritto, stimato dagli allievi, amato dalle donne, benestante. »

Psico-thriller nella vita privata di un professore

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

Un docente di diritto all'università è convocato una sera dalla polizia perché riconosca il cadavere di un giovane suicida. Non lo riconosce perché non lo conosce anche se gli dicono che l'altro aveva con sé un foglietto con il suo nome, l'indirizzo e il numero di telefono. Qualche giorno dopo, sempre la polizia, lo informa che il suicida era stato l'amante di una ragazza con cui lui aveva avuto tempo prima una relazione bruscamente e burroscosamente interrotta. Subito interrogata, la ragazza ammette tutto, dicendogli che il giovane, ossessivamente innamorato di lei, era gelosissimo della sua precedente relazione; come, di lì a poco, lo confermerà al docente un video, recapitato all'università, in cui capirà di essere stato seguito, pedinato e di continuo spiato dal giovane prima di uccidersi. »

L'uomo privato | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | dylandave.wordpress.com
  2° |
  3° | wally4ever
Rassegna stampa
Aldo Fittante
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 2 novembre 2007
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità