La pattuglia sperduta

Un film di John Ford. Con Victor McLaglen, Boris Karloff, Wallace Ford, Reginald Denny, J.M. Kerrigan.
continua»
Titolo originale The Lost Patrol. Avventura, b/n durata 74 min. - USA 1934. Acquista »
Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblicon.d.
Victor McLaglen
Victor McLaglen 10 Dicembre 1886 Interpreta Il sergente
Boris Karloff
Boris Karloff 23 Novembre 1887 Interpreta Sanders
Wallace Ford
Wallace Ford 12 Febbraio 1898 Interpreta Morelli
Reginald Denny
Reginald Denny 20 Novembre 1891 Interpreta George Brown
J.M. Kerrigan
J.M. Kerrigan 16 Dicembre 1884 Interpreta Quincannon
Billy Bevan
Billy Bevan 29 Settembre 1887 Interpreta Herbert Hale
Mesopotamia, prima guerra mondiale. Una pattuglia inglese sperduta viene circondata dagli arabi che la decimano sistematicamente. Rimane un solo super...
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast
    * * * - -
Locandina La pattuglia sperduta

Mesopotamia, prima guerra mondiale. Una pattuglia inglese sperduta viene circondata dagli arabi che la decimano sistematicamente. Rimane un solo superstite che, approfittando di un errore dei nemici, li uccide e viene soccorso appena in tempo dai rinforzi.

Stampa in PDF

Premi e nomination La pattuglia sperduta MYmovies
Premi e nomination La pattuglia sperduta

premi
nomination
Premio Oscar
0
1
* * * - -

Un gioiello

giovedì 2 febbraio 2006 di DaniWiller

Rasenta il Capolavoro questo film di John Ford. Ambientazione esotica molto suggestiva ed avventurosa, dialoghi brillanti e ben studiati, tensione a non finire. Colonna sonora splendida, che va dalle classiche marchie di cavalleria fordiane agli azzecchati temi di musiche "orientali", che in questo contesto danno uno spessore non indifferente al tutto. I componenti della pattuglia interagiscono tra loro in modo spettacolare, c'e' chi diventa matto, chi tradisce, chi si dispera. Di alcuni si continua »

* * * * -

Come i topi in un'oasi

domenica 29 giugno 2008 di sixoclock

Tra i diamanti di Ford spicca il minuscolo(per minutaggio) ma grande "La pattuglia sperduta". Il film si apprezza molto di più perchè è lasciato in lingua originale con quella cadenza inglese non corrosa o deturpata dalle contaminazioni della globalizzazione. Il film inizia subito con i fatti, dopo una veloce spiegazione su rullo scritto della missione in mesopotamia, il luogotenente che doveva guidare la pattuglia viene ucciso. Da li sarà un crescendo di uccisioni che ridurranno la pattuglia a continua »

Sanders e Brown
Hai vissuto in modo insensato, il peccato e la perdizione hanno macchiato la tua anima. Ora che sei vicino alla morte, cerca di dimenticare ciò che hai fatto.
Finiscila! Sono stufo di ascoltarti.
Brown!
Non urlare.
Sei un uomo che ha studiato, devi avere fede!
Perché?
Perché? Santo Cielo, in cosa credi?
In che cosa credo? Ti interessa veramente? Oh, in molte cose. In un buon cavallo, nello sformato di bistecca o di rognone, in un tizio di nome Brown, nella futilità di questa guerra, nella paura, nel bere per acquistare coraggio e nell'essere coraggiosi per bere. Nella sensazione che dà nuotare in mare, nel sapore del vino, nella dolcezza delle donne. Nel gusto di uccidere arabi. Nell'odore dell'incenso e della pancetta, nel dolore che procura un pugno, in un vecchio paio di scarpe, nel mal di denti, nella vittoria.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Sanders e Brown
Hai vissuto in modo insensato, il peccato e la perdizione hanno macchiato la tua anima. Ora che sei vicino alla morte, cerca di dimenticare ciò che hai fatto.
Finiscila! Sono stufo di ascoltarti.
Brown!
Non urlare.
Sei un uomo che ha studiato, devi avere fede!
Perché?
Perché? Santo Cielo, in cosa credi?
In che cosa credo? Ti interessa veramente? Oh, in molte cose. In un buon cavallo, nello sformato di bistecca o di rognone, in un tizio di nome Brown, nella futilità di questa guerra, nella paura, nel bere per acquistare coraggio e nell'essere coraggiosi per bere. Nella sensazione che dà nuotare in mare, nel sapore del vino, nella dolcezza delle donne. Nel gusto di uccidere arabi. Nell'odore dell'incenso e della pancetta, nel dolore che procura un pugno, in un vecchio paio di scarpe, nel mal di denti, nella vittoria.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase

di Mario Gromo La Stampa

Ritorna John Ford, con lo stesso interprete e lo stesso. nerbo de La spia. Se le difficoltà allora superate dal sempre giovane regista per rendere su di uno schermo l'ambiente della guerra civile irlandese erano già state più che notevoli, quelle impallidiscono dinanzi a questo soggetto e a questa sceneggiatura. Scarni, lineari, schematici. Mentre, sui fronti d'Europa si combatte la grande guerra, i pochi, distaccamenti britannici in Mesopotamia sono impegnati dagli arabi, sempre all'insidia, invisibili e inafferrabili. »

di Georges Sadoul

Verso il 1917, nel Medio Oriente, una dozzina di soldati inglesi sono circondati in un'oasi e massacrati uno a uno da arabi invisibili. Uno che diventa pazzo (Boris Karloff ) viene ucciso insieme al compagno (Wallace Ford ) che voleva trattenerlo. Sopravvive il solo sergente (Victor Mc Laglen) che annienta gli arabi mossi all'attacco. Si tratta d'un soggetto tipicamente coloniale. Ma Dudley Nichols ha saputo mettere l'accento su caratteri ben definiti, sul dramma d'un gruppo d'uomini votati uno dopo l'altro alla morte, prigionieri del proprio destino come dei nemici che si confondono col colore della sabbia. »

di Guido Aristarco Cinema Nuovo

Critica: Guido Aristarco L'uscita di un film come Pattuglia sperduta,primo lungometraggio di Piero Nelli, riapre tutta una serie di questioni generali e particolari, sia nel campo della storiografia che in quella del neorealismo: di qui anzitutto l'importanza dell'opera. Il film storico italiano non ha tradizione; non un film che abbia posto un problema concreto, una prospettiva nuova, un orientamento o una tendenza critica tali da contribuire alla storiografia stessa. Una sola eccezione, nell'anteguerra: quel 1860 di Blasetti, ispirato alle noterelle di Abba, ma con un finale posticcio ed equivoco, il quale vorrebbe sostenere la continuità storica tra l'epopea garibaldina e il fascismo: continuità - là dove si tratta di frattura - sostenuta proprio con lo spirito di certi manuali, certi testi scolastici nati con la riforma Gentile, con quelle disposizioni sciovinistiche del De Vecchi non ancora scomparse del tutto. »

La pattuglia sperduta | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | sixoclock
  2° | daniwiller
Rassegna stampa
Mario Gromo
Premio Oscar (1)


Articoli & News
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità