Advertisement
Romance Doll, un fuoco di emozioni dietro una maschera impassibile

Un apologo crudele sulla meccanizzazione dei sentimenti. GUARDALO SUBITO IN STREAMING SU FAREASTREAM. 
di Emanuele Sacchi

Romance Doll

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
martedì 26 gennaio 2021 - mymovieslive

Per citare un altro titolo che impreziosisce l’offerta streaming di FAREASTREAM, Romance Doll sembra, a tratti, quasi una riproposizione parodistica di Departures di Yojiro Takita. Il protagonista maschile, smarrito nel mezzo del cammin di nostra vita, incappa nella più peculiare delle professioni e diviene apprendista di una figura paterna surrogata; quindi scopre di possedere un talento e di affezionarsi al proprio lavoro. Ma tiene nascosto quest’ultimo alla consorte, anche troppo a lungo, rischiando di compromettere la propria stabilità coniugale.

Probabilmente “parodia” non è il termine adatto, considerando la nota di malinconia e di mélo su cui va a sfumare Romance Doll, dove invece Departures sfocia nel più rassicurante (e non a caso apprezzato a Hollywood) degli epiloghi, ma il parallelismo quasi farsesco tra i due film è lampante. La parabola di Romance Doll lo apparenta a molti lavori del cinema giapponese contemporaneo. Una premessa che potrebbe appartenere allo humour più demenziale e triviale, con Tetsuo che viene assunto da una fabbrica di bambole gonfiabili, che approda invece nel dolore, nella perdita e nel rimpianto, in un ribaltamento di toni e di generi gestito con spregiudicatezza dalla regista Yuki Tanada (One Million Yen Girl). Una faccenda di contrasti estremi, gestita con il minimalismo e l’understatement tipico del cinema nipponico, dove dietro un inchino e un solenne formalismo si nascondono i peggiori intrighi o le più letali ipocrisie.
 

Straordinario in questo senso il contributo del cast, in particolare di Yu Aoi, già musa per Yamada Yoji e attrice sempre più richiesta dal cinema d’autore nipponico (si veda anche l’ultimo Kiyoshi Kurosawa): la sua maschera impassibile e tragica, quasi muta, contrasta con il gorgo di emozioni invisibili che la sconquassano. Lo spettatore è dapprima portato a identificarsi in Tetsuo e nella sua goffa timidezza da principiante di questioni sentimentali, ma Tanada è abile a spezzare il transfert di fronte alla trasformazione di lui, marito prima disinteressato e poi infedele, del tutto dimentico delle ragioni che lo hanno portato a sposare Sonoko (Aoi).

Il sottotesto sessuale della bambola gonfiabile e dal seno perfetto – che deve essere verosimigliante per dimensioni e consistenza – lascia così gradualmente spazio al vero significato del simulacro di silicone: un simbolo di oggettificazione della donna, che viene trasfigurato fino a rappresentare in eterno l’identità della donna amata (e tradita). La merce, correlata al più “sgradevole” dei commerci, diviene invece opera d’arte e passaggio verso l’immortalità del corpo, man mano che il processo di maturazione di Tetsuo si completa. Se come marito questi vedeva in Sonoko una bambola, senza comprendere di amarla e senza portarle il dovuto rispetto, infine Tetsuo ama la donna quando di lei rimane solo il feticcio.

Un apologo crudele sulla meccanizzazione dei sentimenti e sulla deriva egoista e isolazionista del capitalismo nipponico e non solo. E chissà che il nome del protagonista, identico a quello del celeberrimo uomo di metallo alienato di Shinya Tsukamoto, non rappresenti davvero qualcosa di voluto.


GUARDALO SUBITO SU FAREASTREAM
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati