Anna

Film 2023 | Drammatico, +13 119 min.

Anno2023
GenereDrammatico,
ProduzioneItalia
Durata119 minuti
Al cinema31 sale cinematografiche
Regia diMarco Amenta
AttoriRose Aste, Daniele Monachella, Marco Zucca, Andrea Melis .
Uscitagiovedì 13 giugno 2024
TagDa vedere 2023
DistribuzioneFandango
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,00 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Marco Amenta. Un film Da vedere 2023 con Rose Aste, Daniele Monachella, Marco Zucca, Andrea Melis. Genere Drammatico, - Italia, 2023, durata 119 minuti. Uscita cinema giovedì 13 giugno 2024 distribuito da Fandango. Oggi tra i film al cinema in 31 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,00 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Anna tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento venerdì 7 giugno 2024

Una donna cerca di preservare la bellezza selvaggia della sua Sardegna.

Consigliato sì!
3,00/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,00
PUBBLICO
CONSIGLIATO SÌ
CERCA IL FILM NEI CINEMA DI
|
Un'opera dal respiro utopico che rivendica la lotta femminile contro il potere e l'emancipazione dalla società patriarcale.
Recensione di Claudia Catalli
lunedì 11 settembre 2023
Recensione di Claudia Catalli
lunedì 11 settembre 2023

Anna è una ragazza sarda che ama pascolare le pecore e vendere il formaggio. Abita e lavora la terra di suo padre, fin quando un giorno non vogliono costruirci un grande albergo sopra. Anna intraprenderà una battaglia personale e legale contro tutti e tutto per difendere la sua terra.

È un ritratto femminile potente e capace di rimanere impresso, il nuovo film di Marco Amenta.

Ha per protagonista Rose Aste, più convincente che mai nei panni della Anna del titolo, una ragazza sarda che ama pascolare le sue pecore e vendere il formaggio. Almeno fin quando non vogliono spodestarla, con l'intenzione di costruire un albergo sulla sua terra, di cui pare non abbia il certificato di proprietà. Provano a convincerla con le buone, poi con le cattive, ai tentativi di corruzione si alternano ammonimenti e gesti intimidatori, ma Anna non si lascia intimidire. Perché è sarda, perché è libera, perché ci tiene a tutelare la sua terra e la memoria di suo padre.

Un inno alla rivendicazione delle proprie radici e insieme alla forza millenaria di Davide contro Golia, dei giusti che si battono per le giuste cause, anche se sono perse, anche se sono da soli.

Amenta sta ben attento a non firmare un'agiografia lontana dal reale, ma a restituirci il ritratto eroico di una donna imperfetta, aspra, diffidente, irascibile, lontana da ogni stereotipo letterario e cinematografico. I suoi difetti non adombrano la sua impresa, anzi la esaltano, perché la storia - vera - è fatta da persone comuni e piene di problemi che un giorno decidono di ribellarsi. Senza alleati potenti, senza strategie, basandosi esclusivamente sui propri valori e sulla determinazione a non subire più violenze e prepotenze. Anna, purtroppo, ne subirà diverse prima di arrivare al gran finale che restituisce il senso di vivere in una comunità che (forse) non si lascia comprare.

È un film drammatico dal respiro ampio di utopia, questo Anna, che incanta, conquista e convince, facendosi perdonare picchi di eccessivo pathos (su tutte, la rabbia legittima della protagonista esplode in troppe scene madri, più misura avrebbe giovato). Una storia di resistenza contro il potere, insieme capitalistico e maschilista, che solo una donna è in grado di combattere.

La performance di Rose Aste, scelta dopo numerosi provini, è generosa e la regia è ben attenta a riprenderne ed esaltarne la bellezza della vita che si è scelta, a stretto contatto con la sua terra, il suo mare e i suoi animali. Un contatto simbiotico, ancestrale, che nessuna multinazionale potrebbe mai comprare.

Funziona la scelta di mantenere il dialetto sardo nella prevalenza dei dialoghi, per dare un'ulteriore spessore di autenticità al racconto. Racconto scritto dallo stesso regista, insieme ad Anna Mittone e Niccolò Stazzi, che si fa al contempo denuncia implicita dell'industrializzazione pesante, dell'allodola del turismo di lusso come ricatto occupazionale, del capitalismo spregiudicato che compra l'anima dei luoghi e spesso di chi vi abita da sempre.

Non di Anna, però, donna mentalmente libera che dice la sua senza chiedere permesso a nessuno, donna sessualmente libera e per questo malvista dei benpensanti, donna funestata dagli spettri del suo passato e dalle sue insicurezze. Un personaggio decisamente scespiriano, pieno di tormento e di coraggio, che nell'era della cementificazione dilagante si batte per la terra, come per l'emancipazione nella società machista e patriarcale in cui si ritrova.

Sei d'accordo con Claudia Catalli?
Powered by  
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 13 giugno 2024
Valeria Di Brisco
Sentieri Selvaggi

Una storia di resistenza contro il potere, il potere spregiudicato di un capitalismo cieco pronto a distruggere tutto. Anna è la protagonista che dà anche il titolo al nuovo film di Marco Amenta già presentato, fuori concorso, alle Giornate degli Autori della Mostra del Cinema di Venezia 2023. Non è solo una vicenda ispirata a una storia vera e accaduta in Sardegna qualche anno fa.

giovedì 13 giugno 2024
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Davide contro Golia, resistenza senza paura di una ragazza che difende proprietà, pecore e vita contadina quando una multinazionale pretende di costruirci un hotel. Volto e corpo senza compromessi sono di una giovane attrice sarda, Rose Aste, che conosce vento, luce e polvere di quella terra e riesce, al di là di qualche debolezza di sceneggiatura e nei personaggi secondari, a giocare con la regia [...] Vai alla recensione »

mercoledì 12 giugno 2024
Giulia Lucchini
La Rivista del Cinematografo

"Bee, bee, aiò". È la lingua con cui parla Anna alle pecore della sua fattoria. Belati, ma anche e soprattutto dialetto stretto, quello sardo, quello della natura incontaminata della Sardegna dove è cresciuta questa giovane donna. Una terra, precedentemente di proprietà di suo padre (ai fini della comprensione della storia va specificato: acquisto del quale non vi è prova documentale, ma solo orale), [...] Vai alla recensione »

martedì 11 giugno 2024
Adriano De Grandis
Film TV

Tornata in Sardegna dalle sue pecore, Anna trascorre le proprie giornate fra pascoli, formaggi e tranquillità. Ma una multinazionale francese piomba sul territorio per costruire un hotel. Lei non cede, anche quando scopre che in realtà non è proprietaria del terreno dove vive. Marco Amenta guarda alla Sardegna come ultimo confine della memoria. Anna, donna combattiva ma anche fortemente testarda, che [...] Vai alla recensione »

martedì 26 settembre 2023
Domenico Spinosa
Close-up

"Anna come sono tante - Anna permalosa - Anna bello sguardo - Sguardo che ogni giorno perde qualcosa - Se chiude gli occhi lei lo sa - Stella di periferia - Anna con le amiche - Anna che vorrebbe andar via". Nel voler scrivere di questo ultimo film di Marco Amenta, presentato alle Notti veneziane, si potrebbe partire da molto lontano. Quante Anna ci sono rimaste impresse nelle pupille degli occhi, [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
domenica 26 maggio 2024
 

Regia di Marco Amenta. Un film con Rose Aste, Marco Zucca, Daniele Monachella. Da giovedì 13 giugno al cinema. Guarda il trailer »

MOSTRA DI VENEZIA
lunedì 11 settembre 2023
Claudia Catalli

Un ritratto potente lontano da ogni tipo di stereotipo. Presentato alle Giornate degli Autori. Vai all'articolo »

SHOWTIME
    Oggi distribuito in 31 sale cinematografiche
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2024 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati