Advertisement
Filmmaker, su MYmovies un appuntamento imprescindibile per il cinema di ricerca

Dal 27 novembre al 6 dicembre un programma ricco di documentari.
ACQUISTA UN ACCREDITO

di Raffaella Giancristofaro

venerdì 27 novembre 2020 - mymovieslive

Dal 1980 appuntamento imprescindibile per intercettare le tendenze del cinema documentario, indipendente e di ricerca, il festival milanese Filmmaker si trasferisce integralmente in streaming su MYmovies. Una formula ovviamente imposta dalla pandemia che nel contempo è formidabile occasione di apertura al pubblico nazionale. Il festival-laboratorio che ha portato in Italia, tra gli altri, Ulrich Seidl, Rithy Panh ed Errol Morris presenta oltre sessanta titoli, in arrivo da venti Paesi, a mappare la varietà di linguaggi ibridi e modalità produttive.

SCOPRI IL PROGRAMMA COMPLETO

L’edizione numero 40 (da venerdì 27 novembre a domenica 6 dicembre) è inaugurata venerdì 27 alle 14 da Guerra e pace di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti, scoperti e allevati dal festival, che ha ospitato I promessi sposi (2007), Materia oscura (2013) e L’infinita fabbrica del Duomo (2015). In arrivo dalla sezione Orizzonti all’ultima Mostra del Cinema, Guerra e pace è un’articolata riflessione in quattro capitoli sul rapporto tra immagini cinematografiche e un secolo di di conflitti, dal cinema delle origini agli smartphone. Mercoledì 2 dicembre inoltre la coppia terrà un workshop in streaming dedicato ai diversi aspetti del proprio metodo di lavoro.

Nelle sette sezioni spiccano alcune presenze abituali del festival: nel Fuori concorso il decano Frederick Wiseman con City Hall, fluviale documentazione della vita pubblica a Boston, o il Leone d’oro (per Still Life) Jia Zhangke, con Swimming Out Till the Sea Turns Blue, sinfonia in diciotto capitoli sulla storia cinese dal 1949 in poi. E ancora il Luca Guadagnino della parentesi siciliana di isolamento in Fiori, Fiori, Fiori! ma anche il più sperimentale e dirompente Luca Ferri, presente sia con La casa dell’amore che con , rispettivamente diario d’appartamento di una prostituta transessuale e primo di un ciclo di cinque esercizi sul tema dell’assenza. E Andrea Caccia, che in Zona/ lavora con gli studenti dell’istituto milanese Rosa Luxembourg per definire il significato di periferia. 

Un habitué anche nel Concorso Internazionale: Lech Kowalski con C’est Paris aussi reinventa radicalmente Un americano a Parigi di Vincente Minnelli, tra gli immigrati indigenti nella Ville Lumière. Mentre la disforia di genere di un bambino di sette anni (il disagio percepito dal non riconoscersi nell’identità di genere assegnata) è al centro di Petite fille di Sébastien Lifshitz
 
Dalla collaborazione con Santarcangelo Teatri scaturisce la nuova sezione Teatro sconfinato, che propone, tra gli altri, Er, ritratto di Ermanna Montanari a cura di Marco Martinelli, con cui ha fondato il gruppo del Teatro delle Albe; mentre la sezione (gratuita) Corrispondenze è il frutto dell’invito del direttore Luca Mosso ai cineasti amici del festival a pensarsi come parte della comunità di Filmmaker, che è anche officina produttiva, perfino nell’isolamento: ApocalypsEver è la conversazione di Luis Fulvio con Franco Maresco, ma la forma è anche quella del frammento, come per l’estratto dall'ultimo film di Michelangelo Frammartino, o Il problema, corto di Monica Stambrini. Tra i quattro selezionati nella sezione Filmmakers Moderns si segnala My Big-Ass Mother di Tekla Taidelli, sull’approccio e la sintonia tra Abel Ferrara e Charles Bukowski. 

Agli austriaci Johannes Gierlinger e Antoinette Zwirchmayr sono dedicati i programmi dell’eccentrica sezione Fuori formato, mentre Concorso Prospettive rappresenta lo spazio di scoperta e scommessa su nuovi autori, limitati dall’eccezionalità del 2020: il recupero della memoria è infatti l’innesco delle rielaborazioni di Stefano P. Testa, che in Il secondo principio di Hans Liebschner fa commentare ai figli di un soldato tedesco alcuni film privati in pellicola ritrovati, mentre bloccati in casa i fratelli di Lieder von zuhause di Laura Bianco aspettano il ritorno dei genitori dalla Siria.  

Tutti i film sono disponibili – solo da territorio italiano – con un abbonamento del costo di 9,90 euro, per 72 ore a partire dal primo accesso alla piattaforma.


ACQUISTA UN ACCREDITO
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati