Advertisement
Death Of A President: Bush è morto, lunga vita a Bush

Il regista del docu-fiction che ipotizza la morte del Presidente degli Stati Uniti racconta la genesi del film
di Tirza Bonifazi Tognazzi

mercoledì 7 marzo 2007 - News
In questi giorni sul grande schermo potremo assistere alle morti di due grandi personaggi della politica, ovvero l'ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il Presidente in carica degli Stati Uniti, George W. Bush. In Shooting Silvio si ipotizza l'uccisione del premier per mano di un ragazzo della Roma bene, ricco e viziato, che vede in Berlusconi il colpevole di tutti i problemi dell'Italia. Death Of A President - in uscita venerdì 16 marzo - mette in scena, con l'utilizzo del documentario come mezzo narrativo, l'uccisione di Bush avvenuta nel 19 ottobre 2007, per raccontare il modus operandi dell'amministrazione Bush in seguito agli attacchi terroristici dell'11 settembre. La parola al regista, britannico, Gabriel Range.

Il film è incentrato sull'ipotetico assassinio di Bush, un presidente scomodo che non gode delle simpatie della gente.
Non avrei fatto questo film se fosse stato un presidente popolare. Io non ho niente contro Bush, il mio film non vuole essere un attacco personale a lui, ma alla sua amministrazione che all'indomani dell'11 settembre coglieva qualunque pretesto per scaricare ogni responsabilità sui paesi e le popolazione arabe, diffondendo così la paura tra gli americani, mostrando che il nemico si nascondeva tra loro. Non so se Bush abbia visto la pellicola, se qualcuno facesse un film sulla mia ipotetica uccisione lo vorrei vedere! Chissà, magari lo ha visto nel cuore della notte all'insaputa di tutti...

La pellicola è stata criticata aspramente da Hillary Clinton.
Questo è avvenuto quando il film era solamente stato annunciato e lei non l'aveva neanche visto. In molti hanno erroneamente pensato che Death Of A President volesse incitare alla violenza, ma in seguito all'uscita le reazioni sono cambiate e così anche le opinioni della gente.

Come è stato accolto dal pubblico americano?
Il film è uscito nelle sale alla fine dello scorso ottobre in 90 copie. È andato bene a Los Angeles e a New York, meno bene invece nel resto dell'America. Ma quando ho iniziato a lavorarci sapevo che il mercato più ostico sarebbe stato quello statunitense, non tanto per la posizione del pubblico ma perché gli americani hanno una visione sacrale della presidenza e avrebbero trovato il mio film un insulto alla sicurezza del presidente. Ma il bello di un paese come l'America è che non ho avuto nessun problema nel realizzarlo, non ho ricevuto nessun tipo di minacce, non ho avuto l'FBI alle calcagna ed entro ed esco dagli Stati Uniti senza essere fermato o interrogato. D'altro canto questa pellicola non avrebbe mai potuta essere realizzata con finanziamenti americani, per ovvi motivi.

Come sono state trattate le immagini di repertorio? Volevi in qualche modo mostrare anche quanto fosse semplice manipolarle?
Una delle cose più eccitanti nel fare un prodotto come questo - dove viene utilizzato materiale di repertorio - è quella di prendere immagini reali e cambiare il loro contesto dando così una visuale completamente diversa di quanto accaduto. Per esempio, per quanto riguarda la scena dell'assassinio ho utilizzato una sequenza che riprendeva Bush durante una sua visita ad Atlanta, il resto è stato ottenuto grazie al montaggio. Volevo che lo spettatore fosse sospeso tra fiction e realtà, perché le persone che vengono intervistate è ovvio che siano degli attori, ma poi vengono mostrate al fianco di Bush e ciò crea confusione. La gente spesso pensa che la macchina da presa non possa mentire, io ho voluto dimostrare il contrario. Una delle peggiori critiche che mi sono state fatte durante il tour promozionale negli Stati Uniti è stata "non è una maniera per distorcere la realtà?" e io ho pensato che questo è quanto fa la maggior parte dei giornalisti ogni giorno!

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati