Benvenuti… ma non troppo

Acquista su Ibs.it   Dvd Benvenuti… ma non troppo   Blu-Ray Benvenuti… ma non troppo  
Un film di Alexandra Leclère. Con Karin Viard, Didier Bourdon, Valérie Bonneton, Michel Vuillermoz, Josiane Balasko.
continua»
Titolo originale Le grand partage. Commedia, Ratings: Kids+13, durata 106 min. - Francia 2015. - Officine Ubu uscita giovedì 28 aprile 2016. MYMONETRO Benvenuti… ma non troppo * * 1/2 - - valutazione media: 2,60 su 20 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
Consigliato nì!
2,60/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * - - - -
 critica * * * - -
 pubblico * * * 1/2 -
A causa di un inverno particolarmente rigido, il governo francese indice misure speciali che obbligano i cittadini proprietari di appartamenti con stanze libere ad accogliere le persone più disagiate.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Divisa più che riconciliata, la commedia sociale di Alexandra Leclère vira in un vaudeville retto da una galleria di caratteristi francesi
Marzia Gandolfi     * - - - -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

A Parigi tira aria di tempesta e di sinistra. Durante un inverno particolarmente rigoroso, il governo francese firma un decreto che obbliga i proprietari di case con più di cento metri quadrati a ospitare precari e senza tetto per svernare la stagione. In un immobile del VI arrondissement, una famiglia di destra e una coppia bobo di sinistra non gradiscono. Dopo tentativi falliti di resistenza, cedono all’inevitabile e ‘vincono’ un ospite a testa. Ma è soltanto l’inizio. Tra meschinità e altruismo, villania e cortesia il condominio implode sotto lo sguardo scontroso di una portinaia fascista e riconoscente per i suoi venticinque metri quadri.
Commedia sociale di Alexandra Leclère, Benvenuti…ma non troppo è divisa più che riconciliata. Vicino per cliché e per quell’idea che in fondo siamo tutti un po’ razzisti al film di Philippe de Chauveron (Non sposate le mie figlie), Benvenuti…ma non troppo è abitato letteralmente dalla classe borghese. Ceto ‘privilegiato’ dal cinema di Alexandra Leclère, questa volta è messo a dura prova da un choc sociale e da un’audace misura sociale della gauche che costringe i ‘ricchi’ a convivere coi ‘poveri’, ridotti a intrusi e confinati ai margini della storia.
Al centro del film la regista colloca una coppia di destra che scopre la tolleranza e l’alterità, e una di sinistra che si rivela permeabile ai pregiudizi. Tra di loro, disagiati e miserabili subiscono come in una celebre canzone (“Io tra di voi”): non parlano mai e osservano l’intesa e i malintesi della vita coniugale dei rispettivi ospitanti. Didier Bourdon e Karin Viard, coniugi reazionari abbonati a Le Figaro, e Valérie Bonneton e Michel Vuillermoz, omologhi bohèmes e assidui lettori di Libération, incarnano forzando fino alla caricatura la cattiva coscienza del paese tra salti d’umore (incomprensibili) e ritorno all’ordine.
Più interessata alle vicissitudini coniugali delle coppie protagoniste che alla frattura sociale, la Leclère finisce per virare la commedia in vaudeville. Una farsa leggera animata da una galleria di caratteristi francesi, tra cui spicca la straordinaria Sandra Zidani, e incurante dei ritratti indigenti, che restano bozzetti definiti dalla nazionalità e dal loro stato di miseria piuttosto che da una personalità o da una storia singolare. Benvenuti…ma non troppo si nutre allora delle meschinerie dei ricchi, di destra e di sinistra, dimentico dell’impegno collettivo che si prende al debutto e ripiegato sulla crisi matrimoniale, trattata neanche a dirlo con la stessa ovvietà. Il dubbio è che il soggetto-alloggiamento non sia alla fine che un pretesto per realizzare una commedia di ri-matrimonio.
In un senso o nell’altro, Benvenuti…ma non troppo non elude gli stereotipi che pretende di denunciare. Gli altri attraversano il film senza esistere se non alimentando ciascuno il proprio ‘modello ricorrente’: i senza tetto sono senza educazione, i disoccupati parassiti, la coppia di ebrei spilorcia e arroccata nel suo appartamento, l’operaio dell’Est ladro. E se il film ripara prima della fine in una grande comune fraterna è solo per ritrovare la libido nei talami borghesi, evidentemente rianimati dalla frequentazione della ‘miseria’.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
BENVENUTI… MA NON TROPPO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
CHILI
-
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
* * * * *

"una commedia per guardarci dentro

giovedì 28 aprile 2016 di M.Buontempi

Cosa succederebbe se fossimo obbligati a ospitare un senza tetto in casa nostra? Il film "Benvenuti ma non troppo" risponde a questa domanda con i toni della commedia, portando alla luce i molti vizi e le poche virtù che albergano in ognuno di noi. Posti di fronte a questo obbligo di solidarietà, tutti i personaggi coinvolti saranno costretti a gettare la maschera, portando alla luce la loro vera natura, quasi sempre intrisa di egoismo e discriminazione. Un film dove si ride molto e che, come vuole continua »

* - - - -

Quando un'orda di estranei ti invade la casa

mercoledì 4 maggio 2016 di Flyanto

Già dal titolo, "Benvenuti ma non Troppo", si evince che gli ospiti di cui si racconta nella omonima pellicola della regista Alexandra Leclère non sono affatto graditi. A causa di un inverno particolarmente rigido, il Governo francese di sinistra decide di far alloggiare tutti i senza tetto che vivono per le strade ed i lavoratori precari negli appartamenti di coloro che posseggono un immobile di una certa ed elevata metratura. Ciò, ovviamente non viene visto continua »

* * * * -

Commedia esilarante e cast strepitoso!

giovedì 28 aprile 2016 di Deborah Macchiavelli

Film divertentissimo, animato da un bel gruppo di attori. Con Alexandra Leclère si ride delle nostre debolezze, riflettendo sulle cupe meschinità che ci appartengono. L'incontro con "l'altro", spesso percepito come la creatura di Frankenstein, -qualcosa che affascina e terrorizza nello stesso tempo- può essere destabilizzante, soprattutto perché ci costringe a rivelare la nostra stessa indole. E quello che vedremo può non essere così continua »

* * * - -

Caos

giovedì 20 ottobre 2016 di rampante

Un film grafiante, provocatorio, politicamente scorretto. Una piacevole commedia francese  sulle classi parigine che rivela come la grettezza prevalga sulla generosità sbandierata gratis. Parigi gela al punto che costringe il Comune ad emanare un decreto d'emergenza; tutti i cittadini proprietari di appartamenti con stanze libere devovo accogliere una persona che vive in strada. Il panico dilaga in tutta la città soprattutto in rue Cherche Midi dove sorge un lussuoso palazzo. continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Benvenuti… ma non troppo adesso. »
Shop

DVD | Benvenuti… ma non troppo

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 10 novembre 2016

Cover Dvd Benvenuti… ma non troppo A partire da giovedì 10 novembre 2016 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Benvenuti… ma non troppo di Alexandra Leclère con Karin Viard, Josiane Balasko, Didier Bourdon, Valérie Bonneton. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet Benvenuti... ma non troppo (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Benvenuti… ma non troppo

VIDEO | Il governo francese obbliga i cittadini più benestanti ad accogliere i senzatetto. Succede in Benvenuti... ma non troppo, dal 28 aprile al cinema. E tu cosa faresti?

Ospiteresti un senzatetto? Ecco le risposte della gente

lunedì 18 aprile 2016 - a cura della redazione

Ospiteresti un senzatetto? Ecco le risposte della gente Divertente commedia sociale diretta dalla francese Alexandra Leclère, Benvenuti... ma non troppo spinge lo spettatore a porsi l'inevitabile quesito: "Cosa farei se mi trovassi nella stessa situazione?". Abbiamo provato a chiederlo ad alcuni passanti. E le risposte sono state davvero inaspettate. Al cinema da giovedì 28 aprile, Benvenuti... ma non troppo mette a confronto due France solo apparentemente incompatibili: quella dei senzatetto e quella della ricca e timorosa borghesia. Il film trae spunto dall'arrivo in Francia di un inverno particolarmente rigido, che obbliga il governo ad applicare misure speciali sulle politiche abitative: tutti i cittadini con stanze libere dovranno accogliere coloro che non possono permettersi un alloggio.

Un film graffiante, provocatorio e politicamente scorretto

di Gaetano Vallini L'Osservatore Romano

Un inverno particolarmente rigido costringe il governo francese a emanare un decreto d'emergenza che obbliga i cittadini proprietari di appartamenti con stanze libere ad accogliere le persone che vivono in stada o che non possono permettersi un alloggio, ovvero clochard e immigrati. Il panico si diffonde in tutto il paese. Soprattutto al civico 86 di Rue du Cherche Midi, situato in una delle zone più esclusive del centro di Parigi. Nel lussuoso palazzo abitano, tra le altre, la famiglia Dubreuil, d'estrazione borghese e conservatrice, e i coniugi Bretzel, intellettuali e radical chic. »

Si ride con i rifugiati parigini

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Piacevole, paradossale commedia umoristica francese che rivela come la grettezza prevalga sulla generosità sbandierata gratis. A parigi fa un freddo cane sotto la neve. Così il governo decide che chi ha una casa grande debba ospitare qualche senzatetto. Sia gli agiati coniugi conservatori Dubreuil sia gli intelletuali Bretzel devono rassegnarsi. Inutili i sotterfugi: i loro appartamenti si spalancano ai profughi temporanei. Qualche battuta spiritosa in un film spassoso... ma non troppo. »

Una commedia di classe sulle classi parigine

di Francesco Alò Il Messaggero

Parigi gela al punto che il comune si fa, temporaneamente, rivoluzionario: i ricchi borghesi con case spaziose devono ospitare i poveri senzatetto fino all'arrivo del caldo. Ma la situazione si fa lo stesso rovente: i destrorsi non sono d'accordo (ecco tornare le vecchie mamme dagli ospizi pur di evitare l'estraneo poveraccio) e i sinistrorsi... pure (è ormai una linea della commedia moderna sia in Francia che in Italia: l'uomo di destra è sempre il più simpatico e meno ipocrita). Attraverso le vicissitudini di due famiglie rivali, la sceneggiatrice e regista Leclère mette in piedi una commedia di classe sulle classi dall'inizio leggermente grossolano per poi diventare assai vivace e maliziosa come sanno fare bene i nostri cugini. »

di Federico Pontiggia Il Fatto Quotidiano

L'inverno è rigido, il freddo uccide, il governo francese obbliga i proprietari di appartamenti con stanze libere ad accogliere i disagiati. Al civico parigino 86 di Rue du Cherche Midi, che siano borghesi e conservatori come i Dubreuil (Karin Viard e Didier Bourdon) oppure intelletuali e radical chic come i Bretzel (Valerie Bonneton e Michel Vuillermoz), il risultato è il medesimo: panico. »

Benvenuti… ma non troppo | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | m.buontempi
  2° | liuk!
  3° | rampante
  4° | deborah macchiavelli
  5° | flyanto
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 |
Link esterni
Sito italiano
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 28 aprile 2016
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità