Il leone di vetro

Consigliato assolutamente sì!
3,79/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * 1/2 - -
 critican.d.
 pubblico * * * * -
Come ogni anno Marco e Spartaco Biasin raggiungono il padre Jacopo e il nonno Alvise dopo la vendemmia e durante il periodo della vinificazione. Ma quest'anno, siamo nel 1866, l'occasione è di quelle davvero importanti.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Una ricostruzione storica spesso sopra le righe caratterizzata da un eccessivo didascalismo e una narrazione televisiva
Paola Casella     * * 1/2 - -

Ottobre 1866. Venezia si trova davanti a un momento epocale: l'unificazione con l'Italia in un solo Paese. La famiglia Biasin, viticoltori da generazioni, è divisa in due: il nonno Alvise e il nipote Spartaco sono contrari all'unione, il capofamiglia Jacopo e suo figlio Marco, fratello minore di Spartaco, sono invece favorevoli. Al momento del plebiscito la spaccatura diventa ben visibile, e quando Venezia si unisce all'Italia Spartaco fugge e nonno Alvise comincia a raccontare alla nuora le origini dei guai della Serenissima, che hanno a che fare soprattutto con la dominazione napoleonica.
Realizzato con il sostegno del Consorzio Vini Venezia, della Regione Veneto e della Treviso Film Commission, Il leone di vetro racconta un territorio e un prodotto - il rosso Raboso, che nel film porta inciso sulla bottiglia il leone di San Marco - facendo coincidere quell'etichetta con un'identità culturale e regionale ben definita. La domanda posta ripetutamente nel corso della storia - "questa patria è un bene o un male?" - appare rilevante ai giorni nostri, e connotata da una matrice secessionista. Ma la produzione è stata abbastanza intelligente da attribuire il pensiero "federalista" a due personaggi lasciando ad altri due il compito di difendere l'unità nazionale. Anche la ricostruzione storica antinapoleonica, decisamente sopra le righe, viene ascritta ai ricordi del nonno, mentre l'amarezza di Jacopo nel constatare che la centralizzazione dello Stato si riduce in un proliferare di "tasse, leggi, forza pubblica, confisca di beni e proprietà" si schiera più apertamente contro l'amministrazione nazionale e gratificherà i movimenti indipendentisti.
L'altra mossa tattica della produzione è stata quella di affidare la regia de Il leone di vetro a un napoletano, Salvatore Chiosi, di buon mestiere. Entrando nel merito della resa filmica del progetto, nel colonnino dei pregi entrano di diritto gli attori, soprattutto il veterano Claudio De Davide nei panni del "gattopardiano" Alvise e Sara Ricci in quelli di Cecilia Querini, la contessa proprietaria di un'altra etichetta di Raboso, e la cura dell'immagine, con una buona ricostruzione d'epoca e soprattutto di un mondo, quello della produzione vinicola. Nel colonnino dei difetti ci sono un eccessivo didascalismo e una narrazione spesso televisiva, nonché il gusto manicheo per le provocatorie ricostruzioni storiche del nonno (una per tutte: le truppe napoleoniche che calpestano le ostie in una chiesa appena profanata).

Stampa in PDF

* * * * *

Fotografia, musica, cuore per una storia italiana

sabato 15 novembre 2014 di henry76

Anche lo scetticismo iniziale di trovarsi di fronte ad un inno sfegatato all'indipendentismo o ad una storia costruita per cavalcare questo o quel filone pseudo-politico viene travolto dalle magie che questa pellicola riesce a donare allo spettatore. I personaggi, i costumi, il filo conduttore del vino raboso, ma anche gli intrecci di sentimenti e di fatiche ci offrono uno slendido spaccato di una parte d'Italia che visse nel 1866 i dilemmi e le contraddizioni della fine di un'epoca continua »

* - - - -

Leone di vetro il "solito" film italiano.

lunedì 17 novembre 2014 di ruggerozigliotto

Mi spiace ma come al solito, a me il "compito" di fare il bastian contrario... è un film da vedere assolutamente dal punto di vista storico, perché rende giustizia (poca) al fatto di cosa il Veneto abbia subito con l'unificazione, per il resto un film MEDIOCRE, assenza di "narrativa", fotografia solo a tratti dignitosa, interpretazione non professionale (a parte la contessa Querini e il nonno Alvise da 6+) con l'unico merito di dare, appunto, un visione continua »

* * * * *

Darei sicuramente un 10 e lode a questo film!

sabato 22 novembre 2014 di eltopo

Andato al  cinema senza nutrire troppe aspettative son stato piacevolissimamente sorpreso da questo film : realizzato con scarse risorse finanziarie e l’apporto di molte comparse volontarie , il risultato e’ piu’ che ottimo. Ben curato nei dettagli, un film realizzato col cuore ma anche con la testa, riesce a colpire la sensibilita’ della totalita’ del pubblico in sala, sara’ una lietissima sorpresa per tutti ne son sicuro. A prescinder dal significato continua »

* * * - -

Nostalgie e raboso

venerdì 14 novembre 2014 di giank51

Se si voleva fare una ricostruzione storica del passaggio del Veneto al Regno d'Italia, lo scopo è stato in parte raggiunto. L'aver fatto luce sulle modalità con cui si è svolto il famoso plebescito è stato doveroso data la cortina di silenzio che tradizionalmemte copre questo evento storico. Anche il richiamo ai pochi fenomeni di resistenza nei confronti dell'occupazione napoleonica come le Pasque Veronesi è un dato da sottolineare. Ma non si deve continua »

Spartaco Biasin
La nostra Terra non sarà data a nessuno!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Alvise Biasin
La verità se che questa Tera fa gola a tutti, e no ghe se occupanti boni e ocupanti cativi: ghe se solo chi vol comandar e chi deve ubedir!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Nonno Alvise
Uomini d'acciaio su navi di legno hanno battuto uomini di legno su navi d'acciaio
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Il leone di vetro | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Paola Casella
Pubblico (per gradimento)
  1° | henry76
  2° | giank51
  3° | eltopo
  4° | faunoromano
  5° | adrian_anders
  6° | cristina la rossa
  7° | ruggerozigliotto
Uscita nelle sale
giovedì 13 novembre 2014
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Frasi | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità