Il principe abusivo

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Il principe abusivo   Dvd Il principe abusivo   Blu-Ray Il principe abusivo  
Un film di Alessandro Siani. Con Alessandro Siani, Christian De Sica, Sarah Felberbaum, Serena Autieri, Nello Iorio.
continua»
Commedia, durata 97 min. - Italia 2013. - 01 Distribution uscita giovedì 14 febbraio 2013. MYMONETRO Il principe abusivo * 1/2 - - - valutazione media: 1,97 su 113 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato no!
1,97/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari 1/2 - - - -
 critica * * - - -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Il debutto alla regia dell'attore Alessandro Siani che, dopo Benvenuti al nord continua a collaborare con Cattleya.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
La commedia fiabesca di Siani è un trionfo di buoni sentimenti che ammicca improduttivamente alla comicità di Troisi
Marzia Gandolfi     1/2 - - - -

Letizia è la principessa di un regno immaginario e molto, molto lontano. Bionda e incantevole è trascurata dai sudditi e dai tabloid che non hanno mai dimenticato il fascino della madre e della nonna, regine del Principato e della beneficenza. In soccorso della serenissima altezza accorre Anastasio, Ciambellano di corte esperto di etichetta e protocollo cerimoniale. È proprio lui a suggerire a Letizia la strategia giusta per innamorare il cuore dei sudditi e attirare l'attenzione della stampa: mostrarsi in pubblico con un plebeo, invaghirsene per celia, promettersi per finta e liberarsene per davvero a un passo dall'altare, accusandolo addirittura di tradimento. Lo sposo promesso viene pescato in quel di Napoli e condotto nel Principato dove è stato organizzato l'incontro 'inatteso'. Antonio De Biase, disoccupato col vizio dello scrocco, si innamora perdutamente, ignaro delle buone maniere e dei piani del ciambellano di corte. Tra gaffe esagerate e inchini mancati, Antonio altera i nobili equilibri e precipita castello e castellani nel caos. Una poesia di Jacques Prévert e una canzone di Sergio Bruni li ricompongono in un ordine nuovo e 'favoloso'.
Se non volete rinunciare alle 'letture' infantili, se non cercate uno stile, se ai "compagni d'essere" preferite i compagni di gioco, se al film di sostanza preferite quello di circostanza (San Valentino), Il principe abusivo è il film che fa per voi. Trionfo di buoni sentimenti, con un occhio alle vicende sentimentali del più celebre Principato e un altro a Walt Disney, Il principe abusivo è una commedia fiabesca svolta tutta in superficie e in un bel castello marcondirondirondello, dove un re 'volpone' vorrebbe maritare la principessa a un rampollo aristocratico e imbranato. La fanciulla naturalmente non ci sta, preferendo come Lady Diana concerti e beneficenza a un consorte dagli orecchi grandi.
Scritta, diretta e interpretata da Alessandro Siani con un'inevitabile quota di zucchero, la favola della bestia che sposa la bella parla napoletano e dice di piccoli grandi amori al confine tra film animato e film dal vero, dove passerotti blu introducono le vicende umane e umani mortali ambiscono all'immortalità dell'animazione. Precipitato dalla realtà alla fiaba 'a miracol mostrare' è il principe partenopeo di Siani, i cui desideri sono davvero quelli di un ragazzino, che sogna una grande casa comoda, nemici da combattere e una principessa da impalmare. In un mondo altro frequentato da sangue blu annoiati e capricciosi, l'infantile entusiasmo di un disoccupato 'benvenuto al nord" ma inviso all'aristocrazia assume l'onnipotenza di un farfallone amoroso, imbeccato e insidiato da un mattatore poco propenso al ruolo di spalla.
Christian De Sica, fall in love con la rossa Quagliarulo di Serena Autieri, che canta, balla e stira, è la chiave per evadere dai confini un po' soffocanti di una teatralità partenopea che ammicca improduttivamente alla comicità "nevronapoletana" di Troisi. Diversamente da Vincenzo Salemme, che nella commedia borghese, nel bene e nel male, ha trovato una dimensione esclusiva e personale, Alessandro Siani non ha mai conquistato una presenza scenica originale, pescando nel mare azzurro di Troisi, riproponendone l'inerzia fisica, la passività davanti all'aggressività, la parola farfugliata, l'irrinunciabilità alla lingua d'origine, svuotata tuttavia della sua straordinaria energia vitale e dimentica delle tragedie e i drammi 'reali' che stanno dentro e dietro il mondo che racconta.
Principe abusivo e attore in-debito, alla maniera di Troisi (Non ci resta che piangere) conquisterà la sua bella, recitando una canzone in un film che sembra amore ma è soltanto un calesse.

Incassi Il principe abusivo
Primo Weekend Italia: € 4.204.000
Incasso Totale* Italia: € 14.209.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 24 marzo 2013
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
40%
No
60%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Showtime:
sabato 23 agosto 2014 alle ore 22,50 in TV su SKYCINEMACOMEDY
Scopri gli altri film in televisione »
Premi e nomination Il principe abusivo

premi
nomination
David di Donatello
0
1
* * * - -

Una bella favola leggera e gradevole...

venerdì 15 febbraio 2013 di mdvclassic

Se siete fan del genere "pulp" alla Tarantino e la vostra "sete di sangue" non è mai sazia, come novelli e pentiti vampiri di antiche memorie "twilightiane", se amate tormentarvi delle miserie umane o vedere esplodere sotto una psichedelica pioggia di colpi il cattivo di turno; effettivamente questo film non è adatto a Voi. Se, invece, amate ,seppur occasionalmente, la legerezza di una commedia fatta di caricature, situazioni, buoni sentimenti, dotata di una innocenza quasi infantile e fiabesca, continua »

* * * * *

Risate di gusto ed emozione

venerdì 15 febbraio 2013 di ariaria

Una commedia brillante e colorata che diverte senza mai cadere nelle solite volgarità. Bravo Siani che sa dosare  la sua comicità e mostrare anche un volto più romantico. Esilaranti i momenti tra l'attore/regista e Christian De Sica che mostra il suo talento di attore poliedrico. In un periodo depremiente come questo avevamo bisogno di una favola moderna che raccontasse le nostre contraddizioni sociali senza prendersi troppo sul serio. Si esce dalla sala con un sorriso continua »

* * * * -

L'abito giusto per la giusta ipocrisia.

sabato 16 febbraio 2013 di RONGIU

Puoi non essere un Francis Ford Coppola od un Clint Eastwood, ma puoi essere un Siani. Un Siani primiparo e primigenio; brillante, sincero, padrone di tempi e spazi; un Siani che ti prende per mano e senza tanto strafare di accompagna "dentro" una storia che, forse, in tanti, oggi più di ieri, abbiam  voglia di vivere. \ ognuno, poi, sceglie il ruolo che più gli garba /. E' vero, il cinema è cotto e stracotto, le scritture sono più o meno "copioni" continua »

* * - - -

Siani e la favola tarocca

lunedì 18 febbraio 2013 di Mickey97

Primo debutto alla regia per Alessandro Siani ed ecco che arrivano per il primo weekend splendidi incassi, ma d'altronde si sa che più un film è stupido, più guadagna. Perchè gli attori devono fare anche i registi? Il motivo, è piuttosto semplice e questo alberga nella volontà del medesimo di essere libero dagli schemi imposti da altri registi che sembrano quasi assumere il ruolo di impositori dei panni altrui, dicendo cosa o non cosa fare. La regia continua »

Antonio (Alessandro Siani)
"L'Amore è quell'attimo che non aspetta nemmeno un secondo, che rincorre il minuto, anche 60 volte, fino a che non arriva l'ora di vederti… L'Amore è quell'onda di argento vivo che lega gli occhi al cuore indissolubilmente… Tutto quello che vedrà il cuore si guarderà dagli occhi e tutto quello che si guarderà dagli occhi si vede dal cuore... e adesso che so tutte queste cose proteggimi, difendimi, voglio fidarmi di te ancora una volta... Amò".
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
sara Fil. e alessandro siani
Letizia: "Sai montare un cavallo?"
Antonio: "Se me lo dai già montato è meglio, sennò va' a finì che m'imbroglio con i pezzi!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Antonio
"La parola diversi è brutta, perché l'amore ci rende uguali. Voi vi chiamate reali, ma siete distanti dalla realtà!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Il principe abusivo

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 28 agosto 2013

Cover Dvd Il principe abusivo A partire da mercoledì 28 agosto 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Il principe abusivo di Alessandro Siani con Alessandro Siani, Sarah Felberbaum, Christian De Sica, Serena Autieri. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1. Su internet principe abusivo (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 6,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 3,00 €
Aquista on line il dvd del film Il principe abusivo

SOUNDTRACK | Il principe abusivo

La colonna sonora del film

Disponibile on line da martedì 12 febbraio 2013

Cover CD Il principe abusivo A partire da martedì 12 febbraio 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Il principe abusivo del regista. Alessandro Siani Distribuita da GDM. Su internet il cd Il principe abusivo è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 15,00 €
Prezzo di listino: 17,80 €
Risparmio: 2,80 €
Aquista on line la colonna sonora del film Il principe abusivo

Una sfilza di battute penose

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Perché Alessandro Siani mastica di continuo una cicca? E soprattutto perché non tace mai? Favenire l'orticaria con il personaggio del povero diavolo reclutato dal ciambellano Christian De Sica per far sorridere la principessa triste Sarah Felberbaum. «Ti piace l'Ariosto?», «Al forno con le patate è ottimo». Questa è forse la battuta migliore. Figuratevi le altre. Da Il Giornale, 14 febbraio 2013 »

Una lieve favola moderna per Siani, De Sica & Co.

di Valerio Caprara Il Mattino

Santi per santi, forse preferiamo il gentile Alessandro al consumistico Valentino. Calibrato sulla ricorrenza cara agli innamorati, «Il principe abusivo» si propone come favola moderna aggiornata sulle corde dell'esordiente regista Siani dovendo, peraltro, scontare come primo handicap la distanza esistente tra il calore dell'amplesso col pubblico e la freddezza del flirt con la cinepresa. L'autore/attore partenopeo è un incantatore di serpenti, un professionista che non ha perso la spontaneità perché la riaccende ogni volta che può prendere di petto, disorientare, quasi strattonare la gente: al cinema è stato finora affabile e corretto, ma stavolta il compito si presenta alquanto più arduo. »

Ma quell'innamorato è Alessandro Siani o il primo Pieraccioni?

di Roberto Nepoti La Repubblica

Antonio è un disoccupato napoletano che campa grazie allo scrocco. Però, dall'indigenza, il film passa subito alla fiaba, immaginando l'incontro del poveraccio con la bionda Letizia, principessa di un regno da operetta come non se ne vedevano dal cinema dei "telefoni bianchi". La ragazza segue il consiglio del mellifluo ciambellano Anastasio: fidanzarsi (per finta) con un proletario, perché i rotocalchi si occupino di lei. Ovvio che Antonio se ne innamora davvero e soffre; ma se non finisse tutto per il meglio, che fiaba sarebbe? Dato che, in Italia, quando uno ha un certo successo vuol fare subito il "suo" film, ecco che arriva quello di Alessandro Siani, che con Benvenuti al Sud e Benvenuti al Nord si è guadagnato una popolarità notevole. »

Storia di miseria e nobiltà ncopp' 'o Vesuvio

di Marco Giusti Il Manifesto

Dopo il successo di Benvenuti al nord, ci si aspetta parecchio dal debutto alla regia di Alessandro Siani (anche regista), che ha scritto il film assieme a Fabio Bonifacci. Ma è difficile capire se diventeranno dei tormentoni certe storpiature napoletane, «connetto mammelata» o «ciambellone» al posto di «ciambellano». Per l'occasione tornano i conflitti di classe, i poveri e i ricchi, i cafoni e gli eruditi, addirittura i popolani e i principi. E una favoletta che somiglia un po' a quella del secondo episodio di Colpi di fulmine prodotto da De Laurentiis, con Lillo, autista popolano di un ambasciatore alla Santa Sede, Greg, che gli insegna come conquistare la bella popolana in una Roma. »

Il principe abusivo | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | mdvclassic
  2° | ariaria
  3° | rongiu
  4° | camillo
  5° | purplerain
  6° | samuele capannolo
  7° | ultimoboyscout
  8° | renato volpone
  9° | jayan
10° | nino pell.
11° | cicciodelia92
12° | pietro signorelli
13° | mickey97
14° | daf_ma
15° | laura s
David di Donatello (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Facebook
Sito ufficiale
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità