Speed Racer

Film 2008 | Azione 135 min.

Regia di Andy Wachowski, Lana Wachowski. Un film con Emile Hirsch, Susan Sarandon, John Goodman, Christina Ricci, Matthew Fox, Hiroyuki Sanada. Cast completo Genere Azione - USA, 2008, durata 135 minuti. Uscita cinema venerdì 9 maggio 2008 distribuito da Warner Bros Italia. - MYmonetro 2,83 su 71 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Speed Racer
tra i tuoi film preferiti.




oppure

La storia, riadattata in chiave live-action, dello spericolato Go alla guida della Match 5, una macchina da corsa piena di trucchi e gadget elettronici. In Italia al Box Office Speed Racer ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 492 mila euro e 250 mila euro nel primo weekend.

Speed Racer è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,83/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,26
PUBBLICO 2,93
CONSIGLIATO NÌ
Unendo computer grafica e live action, i fratelli Wachowski penetrano nel regno dei colori acid pop e dell'istinto ludico.
Recensione di Marianna Cappi
venerdì 16 febbraio 2007
Recensione di Marianna Cappi
venerdì 16 febbraio 2007

Speed Racer è un talento naturale dell'automobilismo; figlio di un costruttore di vetture da corsa, di una madre che al centro del salotto sfoggia il prototipo dell'auto della casa, fratello minore di Rex, morto in corsa, e maggiore di Spritle che, con l'inseparabile scimpanzè Chim-Chim, forma il tifo più entusiasta e imprevedibile che un atleta possa desiderare. Eppure il sogno di Speed è costretto ad infrangersi contro la realtà di un mondo corrotto, dove le grandi competizioni sono decise in partenza dagli sponsor multimiliardari e dove chi non si lascia comprare da un imprenditore senza scrupoli rischia di non superare mai la linea di partenza. Fedele all'azienda di famiglia e soprattutto al suo spirito appassionato e indipendente, Speed si allea con il misterioso Racer X per mettere fine agli illeciti dello sport e dimostrare quel che sa fare: vincere.
Ci vorrebbe un altro carattere di stampa per parlare di Speed Racer, ultima fatica dei fratelli Wachowski, dal sudore virtuale e dall'impatto iperreale. Unendo computer grafica e live action, i "warner bros" hanno abbandonato le atmosfere dark a metà tra sogno e incubo della trilogia di Neo per penetrare nel regno del colore, dell'esuberanza e della soddisfazione di ogni istinto ludico: il cartone animato.
Nella reinvenzione del cult di Tatuo Yoshida, in Italia noto come "Go go Mach 5", più che sulla velocità dei bolidi o sui loro duelli acrobatici - che hanno ispirato la definizione di car-fu, il kung-fu delle quattro ruote -, la sfida che i Wachowski hanno vinto in partenza è quella della novità dell'immagine.
Dalla complessità dei livelli narrativi sincronici di Matrix si passa qui alla messa a fuoco contemporanea di tutti i piani, dal dettaglio al campo lunghissimo. La sproporzione tipica del disegno animato (e, in qualche modo, dell'arte) viene sposata come mai prima in un film di attori in carne ed ossa, per cui un sorriso può riempire lo schermo e seguire a ruota l'inquadratura di un intero skyline di grattacieli. Le regole di composizione e di successione s'ispirano solo alla fantasia e al collage di stili, con una predilezione per l'acid-pop.
La narrazione è lineare, senza piroette, scandita come un videogioco da quattro "quadri" principali, corrispondenti ai quattro circuiti su cui si lancia la Mach 5 di Emile Hirsch.
Babbo John Goodman, mamma Susan Sarandon, Christina "Trixie" Ricci e la popstar coreana Rain, nella tuta di Taejo Togokhan, più che un provino sembrano aver superato il test della trasformazione in fumetto. Persino la back-story di Racer X, coltivata nel segreto, nel sacrificio e nell'esagerazione, è ingrediente immancabile di ogni "anima" giapponese.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
SPEED RACER
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
TIMVISION
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€Scopri
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 18 settembre 2015
Cipolla Profumata

Un tripudio di colori e di buoni sentimenti. A volte eccessivo ,nei dialoghi troppo inzuppati di buonismo e una trama costantemente proiettata alla lotta tra il bene e il male,senza divagazione alcuna. Tutto molto fanciullesco e divertente,molto cartoon. Le gare sono dei e veri propri videogiochi di intrattenimento e manca solo il joypad nelle mani dello spettatore.

lunedì 28 febbraio 2011
ultimoboyscout

Un super fumettone o meglio uno spericolato, adrenalinico, ipertecnologico videogame a mille all'ora quello che hanno sfornato i fratelli più avanti del cinema! Un carosello strepitoso di colori che ruotano a velocità pazzesca, persino le auto da corsa fanno fatica a girare a certi ritmi, un tripudio di numeri da brivido e di evoluzioni frastornanti a bordo di potentissime [...] Vai alla recensione »

lunedì 22 marzo 2010
PatrickBateman47

Il perchè di molti pareri positivi è la prima domanda che mi è venuta in mente subito dopo aver finito il film è la risposta è che il film è talmente brutto che pare sia unanime è oggettiva tale visione,tanto da non perderci tempo a scrivere una recensione perchè il clamoroso flop ha già punito il film ed infilare il dito nella piaga può [...] Vai alla recensione »

sabato 18 aprile 2009
PedroMovie

Belle immagini piene di colori intensi, contrastati e vivaci, ma storia decisamente x bambini, con una strana computer grafica che fa apparire i cieli, i paesaggi, le case, strade etc etc come fossero state disegnate a una mano, stranamente imperfette e fanciullesche. L'ho guardato 10 minuti e mi è venuto il sonno. Giudizio ? Non pervenuto.

sabato 1 maggio 2010
hollyver07

No... per favore non definitelo un film! Abbiate pietà per coloro che si dannano e sudano sangue nel mondo del cinema e non fate loro un torto conferendo a quel groviglio di colori l'etichetta di "film". Se proprio desiderate i paralleli, le citazioni ed amenità varie... bene, associatelo a qualsiasi opera di inutile spazzatura cinematografica che lo abbia preceduto.

lunedì 24 giugno 2013
Francesco2

I Wachowski sembrano sempre voler esplorare proprio questo, dei mondi diversi. Si pensi alla realtà del mondo parallelo (ALMENO il primo "Matrix"), l'amore lesbo (intra)visto nel simpatico "Bound"...e , secondo quanto si dice, il discusso "Cloud Atlas". Più di quanto ha scritto certa critica, (Relativamente)ingenerosa con questo filmetto, anche in questo [...] Vai alla recensione »

martedì 6 settembre 2011
Bella Earl!

Speed Racer è un'automobilista fenomenale e grazie all'azienda di famiglia può mettere in pratica questa sua abilità guidando il Mach 5 auto da corsa velocissima. Presto, però, scoprirà che il mondo delle corse non è tutto cuore e passione ma è soprattutto una questione di soldi. Toccherà a Speed invertire questa tendenza facendo ciò [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 dicembre 2010
Emi'98

BELLISSIMO UNO DEI MIEI FILM PREFERITI ALTRO CHE HIGH SCHOOL MUSICAL CHE è COSì SUPERFICIALE E SCONTATO CHE LO CAPISCONO ANCHE I BAMBINI DI 2 ANNI

martedì 12 maggio 2009
ilfossato

ottimo!

giovedì 7 maggio 2009
eli85

Se vi aspettate una grande e fittissima trama lasciate perdere ,ma se avete la possibiltà di godervi questo spettacolo in blu-ray procuratevelo subito:un film che sfrutta al mille per cento le varianti colore che mette a disposizione la grafica su blu ray. Immagini spettacolari che non riuscireste a vedere nemmeno nei migliori sogni disney. Consigliato da chi si è goduto lo spettacolare circuito [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Lietta Tornabuoni
La Stampa

Quattro ruote di fuoco. Auto rombanti e volanti, scontri e sorpassi sul circuito sfolgorante della corsa. Città colorate, radiose, splendenti come luna park. Fasci luminosi, ragazze vestite d'argento, esplosioni di fuochi d'artificio. Squilibrio del Tempo: le persone sono Anni Cinquanta, le automobili Anni Tremila. Larry e Andy Wachowski, i fratelli registi americani, 43 e 41 anni, autori geniali della [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
La Stampa

Larry e Andy Wachowski, fratelli registi americani, 43 e 41 anni, autori geniali della trilogia di "Matrix", chiamati in coppia negli Stati Uniti "The Maestros", hanno fatto con "Speed Racer" uno straordinario film, anzi multifilm. La loro storia di famiglia e di corse d'auto può andar bene per sempliciotti e cinici, per americani e giapponesi, per bambini e adulti: un sommarsi di stili e di anacronismi, [...] Vai alla recensione »

Mattia Nicoletti
Metro

Velocità. colore. Computer grafica (in gergo CGI). Ancora velocità. "Speed Racer" è uno di quei lungometraggi il cui titolo mantiene la promessa. A realizzare il film ci hanno pensato i Fratelli Wachowski che dopo "Matrix" hanno voluto confrontarsi con una messa in scena ancora una volta al limite (della velocità verrebbe da scrivere). Il reale sembra animato, l'animato sembra reale, e gli attori da [...] Vai alla recensione »

Peter Travers
Rolling Stone

Fun for the whole family: not exactly a phrase you associate with the films of Andy and Larry Wachowski. Before the brutal complexities of the Matrix trilogy, they gave us Bound, a kinky lesbian crime caper that showcased the hand as a sex organ. But that wimpy PG rating on Speed Racer is no mistake. The Wachowskis wanted to make a movie that their nephews and nieces could see without falling prey [...] Vai alla recensione »

Mattia Nicoletti
Metro

Azione. Velocità. Colore. Computer grafica (in gergo Cgi). E ancora velocità. "Speed Racer" è uno di quei lungometraggi il cui titolo mantiene la promessa. Il film, infatti, è un vero ottovolante. Dimenticate "Transformers" o "300", perché a confronto impallidiscono. Forse solo il ritmo del montaggio di "Bourne Ultimatum" gli tiene testa. Mai l'animazione è stata riprodotta così fedelmente.

A. O. Scott
The New York Times

Many of us who grew up watching television in the 1960s and ’70s have fond if vague memories of “Speed Racer.” Those big-eyed characters (Trixie! Speed! Racer X!), their mouths never quite moving in sync with the dialogue; those bright colors and semiabstract backgrounds; those endless, episodic story lines. Whether we knew it or not, the series was a primer in the aesthetics of Japanese animation, [...] Vai alla recensione »

Boris Sollazzo
DNews

I fratelli Larry e Andy Wachowski, si sa, in un cinema fatto di utilitarie, sono una macchina da Formula 1. Se cercate gli artifici narrativi ma soprattutto visivi (e visionari) del cinema che verrà, guardate questo bizzarro duo che ci ha già regalato l'epocale Matrix (e due sequel furbetti annessi) e, celandosi dietro l'amico e sodale James McTiegue, V per Vendetta.

Antonello Catacchio
Il Manifesto

Il luogo comune vuole che il secondo film, dopo un esordio di successo, sia il passo più difficile. In questo senso i fratelli Wachowski seguono un percorso anomalo. Dopo l'esordio di Bound, torbido inganno (passato quasi inosservato), hanno sfoderato la trilogia Matrix (successo planetario, con videogame al seguito). Ora però dovevano inventare qualcosa di nuovo, quasi si trovassero di fronte al loro [...] Vai alla recensione »

Giona A. Nazzaro
Film TV

Se il cinema è la storia dei mezzi di produzione che permettono ai 24 fotogrammi al secondo di essere venduti come merce e fruiti come racconto e spettacolo, allora i Wachowski, non sono cineasti ma imprenditori. Speed Racer è lo spettacolo del cinema che cessa di essere… cinema. La cronaca di una mutazione in diretta. L'unica storia che conoscono i Wachowski, d'altronde.

Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Le auto di strada assomigliano alla Porsche 550 di James Dean, le auto da corsa, lanciate in circuiti virtuali, sono le Mach 5, celeberrime per chi da ragazzino seguiva le animazioni di Yoshida, ma qui hanno quattro ruote che girano a 180 gradi a 800 chilometri orari, così sul megaschermo Warner dei mercati possono piroettare come razzi per gli «wow!» dei bimbi del pianeta (maschietti, le femminucce [...] Vai alla recensione »

Carina Chocano
The Los Angeles Times

It’s hard to imagine a movie better suited to the aesthetic tastes of an addled 8-year-old boy than "Speed Racer," or one worse suited to his attention span.Unless, of course, he enjoys speechifying.For a movie about speed and forward momentum, "Speed Racer" provides very little of either, though it does explode into spurts of frenetic, confusing and hard-to-follow action -- and that's just on the [...] Vai alla recensione »

Jacques Mandelbaum
Le Monde

"Speed Racer" : les frères Wachowski foncent dans le décor Après avoir inscrit leur nom en lettres numériques dans l'histoire du cinéma grâce à la trilogie Matrix, les frères Andy et Larry Wachowski en reviennent à des joies plus simples avec Speed Racer. Ce récit est adapté d'une série d'animation japonaise consacrée à une version futuriste de la course automobile, créée en 1967 par Tatsuo Yoshida, [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

La bellezza di vent'anni fa, il critico Roger Odin esaminò alcuni film "postmoderni" che stavano cambiando il modo di vivere l'esperienza cinematografica: guardandoli, lo spettatore non vibrava tanto agli eventi narrati, quanto alle variazioni di ritmo, d'intensità e di colore delle immagini e dei suoni. Da notare che Odin si riferiva a titoli come "I predatori dell'Arca perduta", roba che, a paragone [...] Vai alla recensione »

Alessio Guzzano
City

Il piroettante pilota del titolo (Emile Hirsch, già intrepido in "Into The Wild") si sottrae al lato oscuro della sporca forza delle megaditte automobilistiche che spacciano fasulli attimi di gloria truccando le corse e porta al trionfo la scuderia casereccia di babbo Goodman, mamma Sarandon e fratello/modello sacrificatosi (ma forse no). Gioiosa macchina da guerra visiva che parte da un antico cartoon [...] Vai alla recensione »

Paolo Mereghetti
Il Corriere della Sera

Ci sono registi, come Spielberg, che pensano di ispirarsi a un videogame per fare un film e altri, come i fratelli Wachowski, che invece cercano di trasformare i film in videogiochi. Ma un conto è farlo avendo alla base la genialità visionario di Philip K. Dick, un altra è partire dall' «anime» di Tatsuo Yoshida Go Go Match 5. Come dire: lo spessore intellettuale, per quel che riguarda trama e personaggi, [...] Vai alla recensione »

Alberto Castellano
Il Mattino

«Speed Racer» il nuovo film dei fratelli Andy e Larry Wachowski è un po' il prototipo del cinema ipertecnologico di oggi che si nutre di computer grafica ma poi, a conti fatti, raggela le sensazioni e le emozioni che vorrebbe comunicare. I geniali creatori di «Matrix» a cinque anni di distanza dall'ultimo capitolo e con il sostegno di un produttoe lungimirante come Joel Silver, hanno riesumato la serie [...] Vai alla recensione »

Francesco Bolzoni
Avvenire

Costato 120 milioni di dollari trovati chissà dove dal fortunato produttore Joel Silver, dotato di 2.300 effetti speciali; sospeso tra video-gioco e pop-art, Speed Racer dei fratelli Andy e Larry Wachowski, tornati al cinema a cinque anni di distanza dalla serie miliardaria Matrix, si potrebbe definire un film under undici, proprio un film per bambini.

Maurizio Cabona
Il Giornale

Tratto da un fumetto, Iron Man era primo negli incassi lo scorso fine settimana; tratto da un videogioco, Speed Racer dei fratelli Wachowski lo spodesterà. Ma Iron Man è un film per ragazzi che un adulto può vedere; Speed Racer deluderà - nel suo voluto infantilismo - anche i quindicenni: colori sgargianti e trama schematica rendono penoso arrivare alla fine.

Kirk Honeycutt
The Hollywood Reporter

Il nuovo film dei fratelli Wachowski arriva in un momento in cui la tendenza a negare la realtà fotografica in favore di un impressionismo animato è sempre più evidente. Speed racer è tratto da un cartone animato giapponese degli anni sessanta a sua volta tratto da un manga. La sensazione generale è di trovarsi intrappolati per più di due ore in un videogame a tre dimensioni.

Alberto Pezzotta
ViviMilano

Il cinema del futuro? Macché. La fusione di attori veri e scenari digitali produce un look orrendo, che ricorda il vecchio «Tron» e fa rimpiangere la playstation. Chi cerca uno spettacolo per famiglie magari si accontenta, tra mocciosi ciccioni, scimpanzé e piloti che trionfano sulle corruzioni e scorrettezze.. DISCRETO ½ - PER BIMBI CASINISTI Da VIviMilano, maggio 2008

Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Su "Matrix" si sono esercitati i filosofi (nelle versioni professionista, dilettante e sedicente) con l'indispensabile aiuto dei dietrologi e il valido contributo dei pensatori domenicali: tutti convinti che nell'inghippo della pillola rossa e della pillola blu si stesse giocando qualcosa di decisivo per la salvezza dell'umanità. In sintesi, per chi era distratto ai tempi della mitica trilogia con [...] Vai alla recensione »

NEWS
MAKING OF
venerdì 9 maggio 2008
Gabriele Niola

Più di un unico lungo effetto speciale Coloratissimo oltre ogni dire, caramelloso, forsennato, patinato e pieno di ogni tipo di trovata digitale Speed Racer segna il ritorno dei fratelli Wachowsky al cinema che amano fare: quello che mischia tecniche [...]

RUBRICHE
venerdì 9 maggio 2008
Chiara Renda

Corse automobilistiche e complicazioni mentali Prima dell'uscita dell'attesissimo Indiana Jones l'appuntamento con l'avventura al cinema è con Speed Racer, nuova opera dei fratelli Wachowski (apprezzati soprattutto per Matrix) basata sulla popolarissima [...]

RUBRICHE
mercoledì 23 aprile 2008
Chiara Renda

Azione, fumetto e horror A metà maggio, dopo l'uscita di un blockbuster come Iron Man e in attesa del nuovo Indiana Jones e dell'incredibile Hulk, gli appassionati dell'action non resteranno certo a bocca asciutta.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati