Pranzo di ferragosto

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Pranzo di ferragosto   Dvd Pranzo di ferragosto  
Un film di Gianni Di Gregorio. Con Gianni Di Gregorio, Valeria de Franciscis, Marina Cacciotti, Maria Cali, Grazia Cesarini Sforza.
continua»
Commedia, durata 75 min. - Italia 2008. - Fandango uscita mercoledì 3 settembre 2008. MYMONETRO Pranzo di ferragosto * * * - - valutazione media: 3,38 su 21 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,38/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * 1/2 -
 critican.d.
 pubblico * * * - -
   
   
   
Gianni è costretto, suo malgrado, a dare asilo a tre anziane signore nell'appartamento che divide con la madre. Tra capricci, ripicche e smemorataggini si avvia a preparare per tutte il pranzo di ferragosto.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Una commedia sulla terza età, scanzonata e verace, che offre diversi spunti di riflessione
Tirza Bonifazi Tognazzi     * * * 1/2 -

Gianni ha un lavoro: occuparsi dell'anziana madre, una nobildonna decaduta, capricciosa e un tantino opprimente. Madre e figlio vivono soli in un fatiscente appartamento nel centro di Roma e faticano a tirare avanti, ricoperti di debiti come sono. Nel bel mezzo dell'afa estiva Alfonso, l'amministratore, si presenta alla loro porta per riscuotere quanto gli è dovuto, ma propone a Gianni l'estinzione di tutte le spese condominiali in cambio di un favore: ospitare la madre per la notte e il successivo pranzo di ferragosto in modo che lui possa partire per le terme. L'accordo non prevede però l'arrivo di una seconda signora, la zia di Alfonso, una simpatica anziana con qualche problema di memoria, ma l'amministratore lo convince a tenerla offrendogli del denaro. Gianni è costretto, suo malgrado, a dare asilo anche a una terza "mamma abbandonata" quando l'amico dottore, giunto per fargli una visita di controllo in seguito a un malore, gli chiede di potergliela affidare per non lasciarla sola durante il turno di notte.
Lo sceneggiatore e aiuto regista Gianni Di Gregorio affronta la sua prima volta da solista pescando a piene mani dalla propria esperienza di figlio e regalando una svolta a un fatto realmente accaduto. Incuriosito da quello che sarebbe potuto accadere se avesse davvero accettato di tenere la madre dell'amministratore per le ferie di ferragosto, confeziona una piccola e tenera storia dai tratti scanzonati in cui l'improvvisato ospizio diventa il teatro di una serie di gag offrendo allo stesso tempo diversi spunti di riflessione. La scelta di sviluppare la trama nel giorno notoriamente più rallentato dell'anno e in una Trastevere arsa e deserta, appare la più idonea alla narrazione in quanto si contrappone ai ritmi frenetici della vita odierna e va incontro ai tempi delle anziane protagoniste che a loro modo s'investono del ritmo del film riempiendo la scena con la loro esuberanza. Deciso a catturare la parte più verace di ognuno, Di Gregorio si incarica del ruolo del figlio di mezz'età, celibe e con il vizio del bere, che tiene d'occhio la madre come se fosse una bimba e ne sopporta i capricci abbozzando alla precarietà in cui si trova per comodità. Le signore che lo circondando in attesa del pranzo di ferragosto sono tutte attrici non professioniste e la loro naturalezza permette al film di avvolgersi in un'aura genuina e neorealista.
In pochi avrebbero avuto il coraggio di portare sullo schermo una storia di "vecchiette", considerato che la terza età viene di rado frequentata dal cinema perché poco commerciabile, ma il regista romano rivela una particolare abilità nel tratteggiare un racconto che mette in luce i desideri, i vizi e le virtù delle mature signore. Priva di qualsiasi tipo di orpello, che sia dialogico o registico, l'opera prima di Di Gregorio, prodotta da Matteo Garrone, fa riflettere sulla condizione dell'anziano, troppo spesso relegato in ospizi dai propri figli, troppo spesso trascurato dalla società. Pranzo di ferragosto è da considerarsi perciò un piccola perla da custodire con cura.

Premi e nomination Pranzo di ferragosto MYmovies
il MORANDINI
Pranzo di ferragosto recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Pranzo di ferragosto
Primo Weekend Italia: € 109.000
Incasso Totale* Italia: € 2.143.000
Ultima rilevazione:
Box Office di lunedì 24 agosto 2009
Sei d'accordo con la recensione di Tirza Bonifazi Tognazzi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
87%
No
13%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Pranzo di ferragosto

premi
nomination
Festival di Venezia
1
0
Nastri d'Argento
1
2
European Film Awards
0
2
David di Donatello
1
2
* * * - -

La terza età trattata con dolcezza.

domenica 21 settembre 2008 di Dario Adamo

La mamma è sempre la mamma, c’è poco da fare. E quando l’età avanza e i segni sul viso ne sono un epidermica e inconfutabile prova, tocca ai figli restituire tutto quell’affetto, quell’amore di cui la mamma è stata capace per molti anni, senza mai lamentarsi. Gianni, in questo compito è esemplare: figlio encomiabile, vigile e attento a tutti i bisogni dell’anziana madre in compagnia della quale trascorre tutti i suoi giorni, festivi inclusi. Certo, se poi da figlio deve trasformarsi in poliedrico continua »

* * * * -

La vecchiaia a ferragosto

mercoledì 22 luglio 2009 di albsorge

Il momento chiave del film giunge quasi alla fine quando ormai le vecchiette ,sfiduciate dall'idea di tornare alla loro vita normale e solitaria, tentano di comcretizzare il loro desiderio di rimanere ancora un pò assieme pagando i servizi di Gianni. Trecento euro. Tre banconote verdi sono fatte sventolare davanti agli occhi di Gianni, uomo di mezza età generoso ma all'apparenza incapace di rendere stabile la sua volontà di raggiungere obiettivi prefissi. E Gianni cosa fa? Se avesse rifiutato continua »

* * * * -

Quando la classe non e' acqua

domenica 24 ottobre 2010 di Maria Cristina Nascosi Sandri

Un piccolo grande film, PRANZO DI FERRAGOSTO, del quasi "esordiente" Gianni Di Gregorio, qui nelle vesti di regista e personaggio principale, passato recentemente su Rai 3. Il cinema l'ha nel sangue da una vita, Di Gregorio, ma solo da poco, ovverossia dall'anno scorso, ha deciso di passare 'dietro alla m.d.p. - oltreché davanti, si capisce – con questa eccezionale opera prima che sfiora la perfezione per contenuto, mise-en-scéne e corollari vari. Presentato continua »

* * * - -

Andamento lento

martedì 23 dicembre 2008 di gabry

in una Roma deserta,nell'afa di ferragosto, Gianni, che vive con l'anziana madre, ospita suo malgrado a casa sua alcune vecchitte, parcheggiate lì dai figli che pasano il ferragosto fuoricasa. La diffidenza e freddezza iniziale tra le donne viene via via stemperata grazie alla confidenza e alla condivisione di una realtà che le accomuna, tanto da trasformarsi alla fine in complicità. Film tranquillo, che segue il passo e il ritmo dell'anziano e che cala lo spettatore nella triste e solitaria condizione continua »

Giovanni alias Gianni Di Gregorio
Grazia!! Ma tutta la pasta al forno, te sei magnata??!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Stasera signore però famo una roba leggera…un brodetto, un brodetto veggetale.
Sì, però col parmiggiano.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Zia Maria
I miei figli con la besciamella non la vogliono..!!!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Pranzo di ferragosto

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 20 gennaio 2009

Cover Dvd Pranzo di ferragosto A partire da martedì 20 gennaio 2009 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Pranzo di ferragosto di Gianni Di Gregorio con Gianni Di Gregorio, Valeria de Franciscis, Marina Cacciotti, Maria Cali. Distribuito da Cecchi Gori Home Video. Su internet Pranzo di Ferragosto è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Pranzo di ferragosto

SOUNDTRACK | Pranzo di ferragosto

La colonna sonora del film * * * - -

Disponibile on line da mercoledì 13 maggio 2009

Cover CD Pranzo di ferragosto A partire da mercoledì 13 maggio 2009 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Pranzo di ferragosto del regista. Gianni Di Gregorio Distribuita da Cam Jazz.

NEWS | Marco Müller non ha dubbi e ci racconta i nuovi cigni in concorso.

Quale sarà il nuovo black swan?

venerdì 29 luglio 2011 - Robert Bernocchi

Quale sarà il nuovo Black Swan? L'anno scorso, ad aprire il Festival di Venezia c'era Il cigno nero di Darren Aronofsky. Il passaggio a Venezia si è chiuso con un premio minore (miglior giovane attrice per Mila Kunis), ma ha aperto la strada a uno straordinario successo di pubblico e all'Oscar per la protagonista Natalie Portman. Quest'anno, chi potrebbe ricalcare queste gesta? Alla domanda, risponde il direttore della Mostra Marco Müller. "A noi sembra che ci siano parecchi potenziali Il cigno nero, soprattutto in concorso.

   

NEWS | Marco Müller non ha dubbi e ci racconta i nuovi cigni in concorso.

Quale sarà il nuovo black swan?

venerdì 29 luglio 2011 - Robert Bernocchi

Quale sarà il nuovo Black Swan? L'anno scorso, ad aprire il Festival di Venezia c'era Il cigno nero di Darren Aronofsky. Il passaggio a Venezia si è chiuso con un premio minore (miglior giovane attrice per Mila Kunis), ma ha aperto la strada a uno straordinario successo di pubblico e all'Oscar per la protagonista Natalie Portman. Quest'anno, chi potrebbe ricalcare queste gesta? Alla domanda, risponde il direttore della Mostra Marco Müller. "A noi sembra che ci siano parecchi potenziali Il cigno nero, soprattutto in concorso.

   

NEWS | Gomorra di Matteo Garrone è il film dell'anno.

Record di candidature per il divo

venerdì 29 maggio 2009 - Marlen Vazzoler

Nastri d'Argento: record di candidature per Il Divo Per i Nastri d'Argento 2009 il film di Garrone riceverà il Nastro dell'anno mentre quello di Sorrentino ha conquistato ben nove candidature per: regia, produttore, sceneggiatura, attore protagonista, attrice non protagonista, fotografia, scenografia, montaggio e sonoro in presa diretta. Nella gara come miglior regista scendono in campo anche Marco Bellocchio col suo Vincere, Pupi Avati per Il papà di Giovanna, Marco Risi per Fortapàsc e Francesca Archibugi per Questione di cuore. Nella serata del 27 giugno al Teatro Antico di Taormina saranno 39 i film italiani, usciti dal primo maggio 2008 al 24 maggio 2009, che si sfideranno nelle vari sezioni votate da oltre 350 giornalisti del SNGCI.

NEWS | Il Divo e Gomorra si aggiudicano il maggior numero di nomination.

Candidature 2009

giovedì 9 aprile 2009 - Marlen Vazzoler

David di Donatello: candidature 2009 L'edizione 2009 dei David di Donatello è dominata dalle 16 (su 22) nomination ottenute da Il Divo, il film diretto da Paolo Sorrentino e dalle 11 nomination aggiudicate da Gomorra, il film di Matteo Garrone. La candidatura come miglior film vede in gara Ex di Fausto Brizzi, Si può fare di Giulio Manfredonia e Tutta la vita davanti di Paolo Virzì; a contendersi invece il titolo di miglior regista oltre a Garrone e Sorrentino, Brizzi, Manfredonia e Pupi Avati per Il papà di Giovanna. Per la categoria come miglior attrice si scontreranno Donatella Finocchiaro (Galantuomini), Claudia Gerini (Diverso da chi?), Valeria Golino (Giulia non esce la sera), Ilaria Occhini (Mar Nero) e Alba Rohrwacher (Il papà di Giovanna), mentre tra gli uomini la sfida sarà tra Silvio Orlando, vincitore della Coppa Volpi a Venezia per Il papà di Giovanna, Tony Servillo (Il Divo), Valerio Mastandrea (Non Pensarci), Claudio Bisio (Si può fare) e Luca Argentero (Diverso da chi?).

   

BIZ

Le vecchiette di Di Gregorio

di Claudio G. Fava Emme - Modena Mondo

Alla recente Mostra di Venezia, ha costituito un inatteso motivo di curiosità ed ha dato origine a un piccolo caso. Ha ricevuto anche diversi riconoscimenti, fra cui il “Premio De Laurentiis” per la migliore opera prima. Si tratta di “Pranzo di ferragosto” di Gianni Di Gregorio, uomo ormai di una certa età con un passato ormai ampio di sceneggiatore e di aiuto regista, ma che qui esordisce come attore e di fatto anche come protagonista. Selezionato e presentato alla “Settimana della critica”, “Pranzo di ferragosto” ottenne un successo inatteso ed ora è entrato nel circuito cinematografico, con un palese successo di pubblico. »

Arzille vecchiette

di Luigi Paini Il Sole-24 Ore

Anziano può essere bello, almeno per un giorno. Un giorno speciale, come quello raccontato da Gianni Di Gregorio in Pranzo di Ferragosto, il cui non ultimo merito è di portare sul grande schermo una categoria di persone che al cinema non ha quasi mai particolare visibilità. Gli anziani, appunto, i nostri vecchi (il politically correct l'ha praticamente fatta diventare una brutta parola): personaggi scomodi, difficili da gestire sia nella vita sia nella fiction. Come si fa a costruire uno spettacolo attorno a tipi che dimenticano tutto, ripetono sempre le stesse cose, fanno più capricci dei bambini? Di Gregorio fa di queste debolezze una forza. »

Che tenerezza quelle vecchiette nel racconto della loro estate

di Stenio Solinas Il Giornale

È stato, suo malgrado, il film più ruffiano della 65ª Mostra del cinema di Venezia... Della ruffianeria il regista, Gianni Di Gregorio, è responsabile solo in parte: si capisce che il mondo degli anziani non gli è ignoto, così come ben conosce il complesso meccanismo proprio di quei figli unici di madre vedova che finiscono per non avere una vita loro perché vittime, più o meno consenzienti e consapevoli, del carattere e dell’egoismo materni. Così Pranzo di Ferragosto ha una sua grazia e una sua leggerezza, con le anziane attrici non professioniste che recitano la loro quotidianità e quei tic, quelle manie, quelle abitudini proprie della senilità. »

Una commedia sulla terza età, scanzonata e verace, che offre diversi spunti di riflessione

di Jean-Luc Douin Le Monde

"Le Déjeuner du 15 août" : quatre mamies et un vieux garçon Ce film nous vient du diable vauvert et connaît un succès spectaculaire en Italie. Son auteur, Gianni Di Gregorio, jusqu'alors assistant, scénariste, y raconte une histoire en grande partie autobiographique, avec la faconde bonhomme d'un Ugo Tognazzi ou d'un Nino Manfredi. Tourné dans son propre appartement du quartier du Trastevere, à Rome, dans des conditions artisanales proches du néoréalisme, avec des comédiennes amatrices et parfois une caméra cachée, produit par Matteo Garone (l'auteur de Gomorra), le film nous renvoie sciemment dans un temps que les moins de vingt ans ne peuvent pas connaître. »

Pranzo di ferragosto | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | albsorge
  2° | dario adamo
  3° | maria cristina nascosi sandri
  4° | gabry
  5° | minamovies
  6° | travirgolette
  7° | rita branca
  8° | sarettajan
  9° | mara65
Festival di Venezia (1)
Nastri d'Argento (3)
European Film Awards (2)
David di Donatello (3)


Articoli & News
Link esterni
Sito ufficiale
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 17 dicembre
Lo Hobbit - La battaglia delle cin...
martedì 16 dicembre
Royal Opera House: Alice nel paese...
lunedì 15 dicembre
Il grande Lebowski
venerdì 12 dicembre
Cristiada
giovedì 11 dicembre
Storie pazzesche
Ma tu di che segno 6?
Il ricco, il povero e il maggiordomo
Pride
La storia di Cino
Neve
mercoledì 10 dicembre
Quadrophenia
martedì 9 dicembre
Matisse
lunedì 8 dicembre
Tempi moderni
domenica 7 dicembre
Teatro alla Scala di Milano: Fidelio
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità