Il ciclone

Film 1996 | Commedia +13 95 min.

Anno1996
GenereCommedia
ProduzioneItalia
Durata95 minuti
Regia diLeonardo Pieraccioni
AttoriLeonardo Pieraccioni, Lorena Forteza, Tosca D'Aquino, Massimo Ceccherini, Paolo Hendel Natalia Estrada, Alessandro Haber, Mario Monicelli, Barbara Enrichi, Gianni Ferreri, Benedetta Mazzini.
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,10 su 28 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Leonardo Pieraccioni. Un film con Leonardo Pieraccioni, Lorena Forteza, Tosca D'Aquino, Massimo Ceccherini, Paolo Hendel. Cast completo Genere Commedia - Italia, 1996, durata 95 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,10 su 28 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Il ciclone
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Un gruppo di ballerine spagnole di flamenco, rimaste a piedi, trova ospitalità presso la famiglia Quarini, in una bella casa della campagna toscana. L... Ha vinto 3 Nastri d'Argento.

Il ciclone è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,10/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,66
CONSIGLIATO SÌ

Un gruppo di ballerine spagnole di flamenco, rimaste a piedi, trova ospitalità presso la famiglia Quarini, in una bella casa della campagna toscana. La normale vita di provincia naturalmente viene sconvolta dalla verve di queste ragazze vivaci e disponibili. Il film è diventato un vero fenomeno di incassi, record italiano assoluto, ma non solo. Ha confermato la prevalenza dell'idioma toscano nel nostro cinema (i Cecchi Gori c'entreranno pure qualcosa) e riconfermato il precedente Laureati di Pieraccioni. Questo successo abnorme ha comunque delle spiegazioni. Una è il naturale "volano" del film (che ha tenuto le sale per un anno), che a un certo punto "deve" essere visto da tutti perché fa moda. Poi naturalmente c'è la grana della regia e della storia. Si può parlare di film medio che manca al nostro cinema, di sapori di commedia all'italiana eccetera, ma in questo caso c'è una ragione "tattile", immediata, che capiscono tutti subito: è un film pulito, fuori dai contesti grigi, tristi, omologati, spesso malamente sociali del cinema nostrano. Presenta qualcosa che non si vedeva dai tempi di Poveri ma belli: la felicità di vivere. Una felicità, che non sarà aderente al nostro momento storico, ma è una bella fortuna che qualcuno ce la descriva almeno nella finzione. Per non essere troppo convenzionale e rassicurante e per una doverosa necessità di trasgressione, il regista ha pensato a qualche aggiustamento come quello della sorella felicemente (anche lei) lesbica. Certo, come rovescio della medaglia abbiamo dovuto affrontare il potente riflusso-marketing con la Estrada che ci ha assediato dalle tivù, dai manifesti e dalle passerelle di moda, ma tant'è, certe vie sono obbligate. Noi siamo contenti che ci siano i Pieraccioni.

IL CICLONE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
iTunes
-
-
-
-
Infinity

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99 €9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 10 agosto 2015
Cipolla Profumata

Uno dei migliori film di Pieraccioni , forse il migliore. L' attore e regista toscano dirige e intrerpreta film che hanno l'unico scopo di intrattenere facendo sorridere lo spettatore. Se avete gusti più raffinati rivolgetevi altrove. In questo caso ci sono quasi due ore di divertimento ,allegria e spensieratezza. Oltre al buon Leonardo in gran spolvero ,Ceccherini (fincredibilmente) [...] Vai alla recensione »

martedì 28 aprile 2009
matty_88_

Questo titolo è entrato di diritto nei grandi film della commedia all'Italiana. Assolutamente uno dei miei preferiti, con un cast superlativo guidato da un grandissimo Pieraccioni. Uno dei migliori film dell'attore/regista toscano

sabato 23 aprile 2011
Nicco83

Divertentissimo, una delle migliori commedie degli anni 90'

mercoledì 8 ottobre 2014
sofia90

"Il ciclone, quando arriva, 'un t'avverte. Passa, piglia e porta via. E a te 'un ti resta che rimanere lì, bono, bono a guardare e a capire che se 'un fosse passato, sarebbe stato parecchio, ma parecchio peggio." Inizierei da questa frase di Levante (Pieraccioni) per commentare questo film che, a mio parere, è il più bel film del regista toscano.

venerdì 7 giugno 2013
corazzataKotiomkin

Leonardo Pieraccioni realizza una commedia divertente ma intelligente, spassosa ma profonda; insomma, un lavoro assolutamente unico, uno dei migliori film comici italiani degli ultimi venti anni. Azzarderei dire, addirittura, che, se paragonato alle commedie all'italiana del grande ed ineguagliabile maestro Mario Monicelli, non sfigurerebbe affatto.

giovedì 3 marzo 2016
Barolo

Fu all'epoca dell'uscita un fenomeno commerciale di proporzioni macroscopiche, visto oggi questo film fa tenerezza e non suscita più grandi risate. Siamo forse più smaliziati o più esigenti.Resta tuttavia il giudizio positivo su una commedia divertente,garbata, senza volgarità, semplice, scorrevole, con attori di contorno simpatici che si producono in esilaranti caratterizzazioni, immersi nello splendido [...] Vai alla recensione »

domenica 12 febbraio 2012
Lalli

voglio ricordarlo così il buon Leonardo, con qst film "storico" ,così carino, ingenuo, semplice..e cancellare dalla memoria i quasi orribili "io e Marlyn" (il peggiore),"Finalmente la felicità" e "Una moglie bellissima"....Leonardo, riprovaci...chissà...  3 stelle e mezzo...abbondo cn 4!!! (my movies facci mettere le mezze stelleeeee [...] Vai alla recensione »

mercoledì 21 luglio 2010
Fulvia

Abitualmente 5 stelle non le attribuisco mai..solo in casi più che rari. Amo solo i drammatici, ma questo, sebbene sia comico, è così carino e ben fatto, che mi ha portato a rivederlo decine di volte. Al cinema la prima volta piansi per il troppo ridere. Lo trovo imbattibile, come film comico, allo stesso livello de"l'amico del cuore" e di" Non ci resta che piangere&q [...] Vai alla recensione »

venerdì 18 luglio 2014
pessimoelemento

Ho sempre considerato i film di Pieraccioni delle recite scolastiche(a livello delle scuole medie) riprese con la telecamera e posso dire che, quando ero alle medie, ho "recitato" in sketch molto più originali e divertenti. A dire la verità si può dire la stessa cosa dell'80 per cento delle commedie italiane. E' un genere che non sono mai riuscito ad apprezzare. [...] Vai alla recensione »

sabato 30 maggio 2009
Spalla

Commedia leggera leggera, piena di buone intenzioni. Ma anche se questo film offre parecchi sorrisi, a mio parere di vere risate non ce n'è nemmeno una. E talvolta le gag rischiano di apparire addirittura patetiche. Anche la trama in fondo, è davvero molto prevedibile. Questa sufficienza stiracchiata è dovuta all'ottima colonna sonora ed al fatto che almeno questo film non è ripetitivo, come saranno [...] Vai alla recensione »

Frasi
Questo motorino serie Lux immatricolato 1979, è l'orgoglio della mia vita. Mai un colpo di tosse, un filo di ruggine, una sbandata fuori posto, niente. Un santo! E pensare che di motivi per lasciarsi andare a ferro vecchio, e c'en'avrebbe avuti parecchi. Quando gli si montò sopra in cinque per festeggiare la vittoria dell'Italia ai Mondiali del '82, quando ci caricai sopra due damigiane, una d'olio e una di morellino per portarle a Don Luigi, quando, per una scommessa idiota, gli bloccai la manopola del gas e lo lasciai andare da solo a diritto lungo un viottolo per vedere quanto restava in equilibrio. Ma soprattutto, ha superato l'avvento dei nuovi scooter. Quei moderni mostri a punta neri, che fannno 130 in salita e 160 in discesa, con quei nomi assurdi MKW, WW, KK, KK, WWF, e icché sono, una specie protetta? Insomma, il mio motorino un volea morire, un gli facea paura nulla e llè sempre andato 'n culo a tutti. Ma il ciclone che soffiò nell'estate del '96, e portò via anche lui. Sì, perché il ciclone, quando arriva, non è che t'avverte. Passa, piglia e porta via. E a te, non ti rimane altro che restare lì, bono bono a capire che, forse, se non fosse passato, sarebbe stato parecchio, ma parecchio peggio.
Una frase di Levante Quarini (Leonardo Pieraccioni)
dal film Il ciclone
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Lietta Tornabuoni
La Stampa

Imprecazioni esemplari: Maremma scorporata, Maremma parabolica. Un padre comunista "molto rivoluzionario" ha dato ai figli insieme con i quali vive in un casale circondato da campi di girasole i nomi di Levante, Libero, Selvaggia: il primo, innamorato dei numeri, tiene l’amministrazione di quasi tutti i negozi locali; il secondo, molto bislacco, dipinge quadri sempre simili dove sta scritto "Dio c’è [...] Vai alla recensione »

Maurizio Porro
Il Corriere della Sera

"IL CICLONE" Pieraccioni scherza con uno scandalo a ritmo di flamenco Ormai si può depositare il copyright della commedia alla toscana: Benvenuti e Nuti, Benigni e Veronesi, Chiti e Pieraccioni. Che è il più giovane e fortunato. Ha vinto l'anno scorso la lotteria dell'opera prima con "I laureati", su un gruppo di Peter Pan invecchiati, quest'anno viene spedito subito nel girone natalizio degli incassi [...] Vai alla recensione »

Giovanna Grassi
Il Corriere della Sera

Cinquanta miliardi in otto settimane. Ecco chi sono gli attori che nella pellicola compongono la strana famiglia del protagonista. Il film di Pieraccioni supera Benigni e diventa il primo incasso della storia del cinema italiano. Come ogni "Ciclone" degno del suo nome, il film di Leonardo Pieraccioni, con 40 miliardi d'incasso ufficiale (dati Cinetel nei maggiori centri) e 50 miliardi stimati complessivam [...] Vai alla recensione »

Giovanna Grassi
Il Corriere della Sera

Diplomato a pieni voti col successo del suo primo film, "I laureati", che a sorpresa ha incassato oltre 11 miliardi, Leonardo Pieraccioni sta per iniziare il suo secondo film. "S’intitola "Il ciclone" - racconta il regista e attore toscano, che ha "rosicchiato" il botteghino a Carlo Verdone - e lo girerò in provincia di Arezzo, a Laterina, e in altri paesi dell’entroterra toscano".

Tullio Kezich
Il Corriere della Sera

Nell’imminenza della gara cinenatalizia 96, la domanda era: riuscirà o no Leonardo Pieraccioni a replicare l’inattesto successo (12 miliardi) della sua opera prima I laureati? Adesso che i risultati indicano la sorprendente affermazione di Il ciclone perfino avanti a Il gobbo di Notre Dame e A spasso nel tempo, non resta che passare al secondo interrogativo: come mai I’ex cabarettista di Bagno a Ripoli [...] Vai alla recensione »

winner
miglior attore
Nastri d'Argento
1997
winner
miglior scenegg.ra
Nastri d'Argento
1997
winner
miglior scenegg.ra
Nastri d'Argento
1997
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati