Scusa ma ti chiamo amore

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Scusa ma ti chiamo amore  
Consigliato nì!
2,37/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * 1/2 - - -
 critica * 1/2 - - -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Alex è un pubblicitario trentasettenne che, dopo aver rotto con la fidanzata, si innamora di una ragazza di vent'anni più giovane di lui.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Nella sua nuova favola rosa Moccia prende spunto dai suoi precedenti scritti per raccontare con banalità la Roma bene dei quartieri alti, avvilente e vera solo in parte
Tirza Bonifazi     * * - - -

Alex non si dà pace da quando è stato lasciato dalla fidanzata. L'incontro con Niki, però, gli cambierà la vita. Peccato che lei sia più giovane di lui di vent'anni, frequenti l'ultimo anno di liceo e viva ancora con i genitori.
Federico Moccia sa come arrivare ai cuori delle sue lettrici. Merito di una penna agile con la quale esplora il loro universo regalando sogni che nella vita reale, probabilmente, non vedranno avverarsi mai. Forte di uno zoccolo duro di fedelissime fan, lo scrittore giovanilistico più produttivo d'Italia (c'è chi afferma che scriva anche nei momenti più intimi della quotidianità casalinga) decide di passare dietro la macchina da presa per dare vita ai personaggi letterari di Scusa ma ti chiamo amore. Una mossa furba e azzeccata, fosse anche solo per la scelta del protagonista maschile che sa come far vibrare le corde emotive delle donne di tutte le età.
Se a Scamarcio, nelle prime due trasposizioni dei suoi bestseller, era toccato il ruolo del ragazzo ribelle da salvare, Raul Bova rappresenta il sogno proibito di molte giovani: l'uomo adulto da sedurre. Nell'offrire alle sue lettrici una nuova favola rosa Moccia prende spunto dai suoi precedenti scritti (citandosi, nemmeno fosse Quentin Tarantino) per inventarsi una città che è vera solo in parte. Questa è la Roma rimasta orfana delle ragazze di "Non è la Rai", dei lucchetti di Ponte Milvio sigillati da una promessa d'amore, dei «tre metri sopra il cielo» scritti sui muri. È la Roma bene dei quartieri alti, di chi fa jogging a Villa Borghese, vive in attici e superattici, pranza a champagne e paga investigatori privati 1500 euro (solo di acconto). In questa città fantastica, dove apparentemente nessuno lavora ma tutti sono impaccati di soldi, gli adulti hanno relazioni noiose, tradiscono le proprie mogli, lasciano i fidanzati cornuti. In un contesto così avvilente non è strano che Moccia abbia deciso di volgere il suo sguardo sulla condizione sentimentale delle ragazzine trovando la via più facile per far rimare «cuore» e «amore». E di fatto l'amore del titolo ricorre lungo tutto il film. Estrapolato dalla letteratura alta (Neruda, de Musset, Shakespeare, de Balzac, persino Walt Whitman è stato scomodato) è reso banale quanto i versi incartati nei cioccolatini. Banale è la sceneggiatura, banale la regia, banale la scelta della voce narrante - per quanto sia di Luca Ward, una delle migliori voci del cinema doppiato.
Con Scusa ma ti chiamo amore Federico Moccia si riconfermerà padrino di una generazione di giovanissime che coroneranno i loro sogni (proibiti) almeno fino a quando non si affacceranno sulla vita reale, quella che scorre fuori dagli schermi e dalle pagine dei romanzi.

Premi e nomination Scusa ma ti chiamo amore MYmovies
Scusa ma ti chiamo amore recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Scusa ma ti chiamo amore
Primo Weekend Italia: € 4.629.000
Incasso Totale* Italia: € 12.657.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 23 marzo 2008
Sei d'accordo con la recensione di Tirza Bonifazi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
73%
No
27%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * -

Una storia d'amore tenera e complicata tra loro..

giovedì 9 agosto 2007 di ari pazza x il libro!

niki è una ragazza di 17 anni che ha un suo gruppo chiamato ''onde'' in questo gruppo sono in 4. un giorno niki andando a scuola in motorino fa un incidente con quello ke poi sarà il suo primo amore. la ragazza di lui, il cui nome è elena se ne va di casa, lasciando nella tristezza piu assoluta alessandro(alex). Lui lavora in un uffico di pubblicità lei è una studente. Gli fa vivere molte ''aventure'' della quale lui alla fin fine è felice di vivere. la prima volta che fanno l'amore succede vicino continua »

* * * * *

Una storia d'amore che lascia swnza parole

domenica 19 agosto 2007 di @vril-93-

prima di tutto devo dire GRANDE MOCCIA....c'è ha scritto un libro stupendo dove forse l'unico punto d'ncontro tra il mondo degli adolescenti ancora liberi senza preoccupazioni (ma che sopratutto sanno ancora cosa vuol dire lasciarsi andare e soprafarre dale emozioni) e quello dei quasi adulti che non vogliono crescere ma che purtroppo pian piano si scordano come si fà a divertirsi, si scordano com'è la senzazione di osare di andare oltre, ma probabilmente più si crese e si diventa adulti più la continua »

* * * * *

Storia d'amore.....

martedì 28 agosto 2007 di NIKOLETTA

Basta il nome: Federico Moccia, e c'è la sicurezza del bestseller! Chiaro anche il target dei lettori: giovani e giovanissimi. Proprio per questo il linguaggio dell’autore riproduce le modalità comunicative dei ragazzi e di certo è letto e amato da chi usa quotidianamente parole ed espressioni che qui può ritrovare. Grande merito quindi a questo autore che sa far leggere i ragazzi, che appassiona e incatena a una pagina chi non ne ha forse l’abitudine. Ecco la storia a grandi linee. Rispetto continua »

* * * * -

Approvo l'idea di trasformare il romanzo in film.

lunedì 9 luglio 2007 di Lex 92

Il libro "Scusa ma ti chiamo amore", che ho letto anch'io, ha avuto molto successo. Ma in parità di tutte quelle persone a cui il libro è piaciuto, c'erano anche persone a cui il libro non ha suscitato senzazioni positive, ritenendolo irrealistico e fuori dal senso civile. A me il libro è piaciuto, certo ritengo surreale l'amore che può nascere fra due persone appartenenti a così differenti fasce d'età. Ma almeno nei libri è bello sognare, credendo possibili anche quelle cose che mai avremmo immaginato continua »

Niki
L'amore più bello è un calcolo sbagliato, un'eccezione che conferma la regola, quella cosa per cui avevi usato la parola mai. Che c'entro il col tuo passato, io sono una variabile impazzita della tua vita. Ma non posso convincerti. L'amore non è saggezza, è follia.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Alex
Amore è gioia, amore è gelosia, amore è soffrire, amore è tenerezza, amore è calore, amore è nostalgia. Amore sei tu.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Niki
Io mi sono messa in gioco, io ti amo!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

SOUNDTRACK | Scusa ma ti chiamo amore

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 25 gennaio 2008

Cover CD Scusa ma ti chiamo amore A partire da venerdì 25 gennaio 2008 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Scusa ma ti chiamo amore del regista. Federico Moccia Distribuita da Universo distr. Warner, il cd è composto da musiche di genere Pop e Rock Italiano.

INCONTRI | Esce Scusa ma ti chiamo amore: ritratto "moccioso" e fantasioso degli adolescenti romani di Federico Moccia.

Adolescenti "mocciosi"

lunedì 21 gennaio 2008 - Marzia Gandolfi

Adolescenti Il ritratto dei giovani nel cinema americano è (nei casi migliori) preciso, puntuale e vitale, merito di una tradizione letteraria rilevante e solidissima. Una tradizione lontana che annovera tra i grandi classici della letteratura anche i "libri per ragazzi" ("Moby Dick", "Huckleberry Finn", "La capanna dello zio Tom"), che nel Novecento ha prodotto "Il giovane Holden" e in tempi recenti ha concepito i sorprendenti "Middlesex" e "Ogni cosa è illuminata". Per il cinema americano raccontare gli adolescenti significa confrontarsi con questi modelli, rielaborare questa tradizione alta.

INCONTRI | Visita sul set di Scusa ma ti chiamo amore.

Ciak si gira!

lunedì 6 agosto 2007 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Federico Moccia: ciak si gira! Il trentasettenne Alex (Raoul Bova) è in crisi da quando è stato lasciato da Elena (Veronika Logan), la fidanzata storica. Le sorelle e gli amici più cari (Enrico - Luca Angeletti, Flavio - Ignazio Oliva e Pietro - Francesco Apolloni) si sono tutti sistemati e lui è l'unico a essere tornato single. Proprio quando sembra aver perso qualunque speranza di trovare il suo ruolo nella società conosce Niki (Michela Quattrociocche), una giovane studentessa all'ultimo anno di scuola, e se ne innamora. Anche Niki si è lasciata da poco con Fabio (interpretato da Davide Rossi, figlio di Vasco Rossi), un amante della musica che vuole fare il rapper e si fa chiamare Fabio Fobia.

NEWS | Bova e la Quattrociocche torneranno a recitare insieme.

Avrà un seguito

lunedì 17 novembre 2008 - Marlen Vazzoler

Scusa ma ti chiamo amore avrà un seguito F ederico Moccia, al momento occupato nella pre-produzione del film Amore 14 tratto da uno dei suoi romanzi, rivela che il prossimo anno dirigerà il sequel del film che lo ha visto debuttare come regista cinematografico, Scusa ma ti chiamo amore. La nuova pellicola, Scusa ma ti sposo amore, vedrà tornare sul set i personaggi interpretati da Raoul Bova e da Michela Quattrociocche. La nuova pellicola non dovrebbe causare le polemiche che hanno accompagnato il primo film, perché il personaggio interpretato dalla Quattrociocche, Niki, è ora maggiorenne.

   

L'amore colorato e lieve di Moccia

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Diavolo di un Moccia! Il paese si spacca sull'aborto, i governi si squagliano come neve al sole, il Vaticano mena fendenti ogni giorno. E lui debutta con un film "per ragazzi" in cui si pippa coca, ci si tira su portandosi a casa mazzi di fotomodelle russe (gli adulti) o giocando all'autoscontro su auto rubate (i giovani). Poi, sempre fra adulti, si va a letto con le mogli degli amici senza conseguenze (meglio non sapere e restare amici, no?); oppure si fugge col rivale del marito, salvo tornare all'ovile quando butta male. »

di Alessandra De Luca Ciak

Lui (Raoul Bova) è un 37enne depresso e abbandonato dalla sua quasi moglie. Lei (Michela Quattrociocche) una frizzante 17enne alla vigilia degli esami di maturità (sì, ancora quelli!). Si scontrano per caso e non si lasciano più. Vent'anni di differenza sono decisamente troppi per i benpensanti, ma il cuore dimostra il contrario e nonostante errori e malintesi la coppia si ritrova alla fine come DiCaprio e la Winslet sulla prua del Titanic, pronti a sfidare il mondo e le sue convenzioni. Tratto dall'omonimo romanzo che ha già venduto 850 mila copie, il film reca la firma dello stesso scrittore, che con Tre metri sopra il cielo e Ho voglia dit e ha dato vita a un vero e proprio sottogenere assai di moda. »

Sbanda il pubblicitario Raoul Bova tra motorini e tormenti del cuore

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Non c'è due senza tre. Purtroppo. Così dopo Tre metri sopra il cielo e Ho voglia di te, Federico Moccia mette in scena Scusa ma ti chiamo amore, anch'esso tratto da uno dei suoi tremendi romanzi di incredibile successo. Stavolta il poliedrico figlio d'arte (il padre era il compianto Pipolo), oltre ad aver scritto la sceneggiatura, si è inventato regista. Alle musiche e ai costumi provvederà più avanti. La commediola si svolge nella Roma bene, dove l'affranto pubblicitario Alex (Raoul Bova), appena piantato dalla nevrotica fidanzata Elena, va a sbattere con il Suv contro il motorino della graziosa liceale Niki (Michela Quattrociocche). »

Ma l'amore trionfa sempre

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Primo film diretto da Federico Moccia, 44 anni, romano, scrittore-fenomeno di romanzi sentimentali per ragazzi di gran successo (Tre metri sopra il cielo, Ho voglia di te), autore di testi per la televisione (Domenica In, I cervelloni, Ciao Darwin, Il treno dei desideri) e per spot pubblicitari (Caffè Splendid). Questa volta la storia include anche adulti: un pubblicitario di 37 anni (Raoul Bova) s'innamora di una liceale di 17 anni (Michela Quattrociocche), ne viene travolto e ringiovanito, la lascia per la troppa differenza d'età e la ritrova, si riuniscono con un lungo bacio. »

Scusa ma ti chiamo amore | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Link esterni
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità