•  
  •  
Apri le opzioni

Stavros Tornes

Stavros Tornes. Nasce nel 1932 ed è morto nel 1988.

Stavros Tornes nasce nella periferia di Atene nel 1932 e inizia la sua carriera cinematografica come attore ed assistente per diversi registi greci come Takis Canelopoulos, Dimos Theos, Adoni Kyroy, Kostas Sfikas. Dopo aver collaborato al casting di America, America di Kazan e Zorba il greco di Cacoyannis, debutta nella regia filmando due documentari turistici nel 1963-64 ed il cortometraggio Theraicos orthros, co-diretto da Sfikas nel 1967. In quegli anni la Grecia si trova in una situazione politica difficile, a causa della presa del potere da parte dei militari che Costa-Gravas ha magistralmente descritto nel suo drammatico Z - L'orgia del potere, e Tornes fugge in Italia dove cerca con altri esuli di dare eco alla tragedia che la sua patria sta vivendo. Nel 1973 torna in Grecia giusto per il tempo necessario a girare Studenti, un documentario sulla contestazione giovanile al regime.
Tornato in Italia, Tornes si dedica con maggior impegno alla sua carriera di attore partecipando a numerosi ed importanti film italiani, tra cui degni di menzione Uomini contro e Cristo si è fermato a Eboli di Rosi, Allonsanfan dei fratelli Taviani, Italia anno zero di Rossellini; interpreta diversi ruoli di spicco per film televisivi e al contempo, spinto dal suo grosso amore per la poesia e per la pittura, diviene membro della "Guida poetica italiana" con Robertino De Angelis e del movimento "Post avanguardia" con Simone Carella.
Nel 1976 Tornes ritrova l'amore per il cinema e trova l'amore vero e proprio: durante le riprese di Addio Anatolia conosce infatti Charlotte Van Gelder, che diverrà sua compagna e collaboratrice per la vita. Il primo lungometraggio, Coatti, è del 1977 e riceve un grosso favore al festival di Toulon-Hyeres. Nel 1980 la coppia firma Eksopragmatiko che conclude il periodo italiano, prima del rientro nella Grecia nuovamente democratica. Balamos, il suo secondo lungo del 1982, turba non poco il pubblico del festival di Salonicco e quello di Salso Maggiore, ove peraltro riceve entusiasti favori della critica. Il favore del pubblico, assieme alla consacrazione della critica arriva col successivo Karkalou. Tornes trova così le motivazioni per esprimere un cinema sempre più personale e libero, approdando al controverso Danilo treles. L'attesa di fondi dal Greek Film Center per A heron for Germany si rivela interminabile e Tornes e la Van Gelder decidono di iniziare le riprese con i loro sforzi e in condizioni che definire disagiate è un antipatico eufemismo.
Stavros Tornes muore pochi mesi dopo all'età di 56 anni.
Misconosciuto presso il grande pubblico internazionale, Tornes come pochi altri registi ha goduto e gode tuttora del favore e dell'ammirazione sincera di tanti colleghi, oltre che per l'incredibile forza visionaria delle sue pellicole, per l'impegno senza compromessi profuso fino alla fine nel realizzare un cinema libero e profondo.

Ultimi film

Drammatico, (Italia - 1986), 92 min.
Drammatico, (Italia - 1974), 115 min.
Guerra, (Italia - 1970), 100 min.

I film più famosi

Guerra, (Italia - 1970), 100 min.
Drammatico, (Italia - 1974), 115 min.
Drammatico, (Italia - 1986), 92 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati