•  
  •  
Apri le opzioni

Sandro Giovannini

Sandro Giovannini è un regista, scrittore, sceneggiatore, musicista, è nato il 17 ottobre 1915 a Roma (Italia) ed è morto il 26 aprile 1977 all'età di 61 anni a Roma (Italia).

Lavora in coppia con Pietro Garienii - uno laureato in legge, l'altro in farmacia - s'incontrano nella redazione del Corriere dello Sport, del quale ambedue sono collaboratori. Dopo aver fondato, nel 1944, il settimanale umoristico Cantachiaro, nel giro di poco tempo ricavano - col sostegno di Remigio Paone - uno spettacolo dal medesimo titolo, all'insegna della satira politica. Grazie alla presenza della Magnani, del giovane Sordi e di tanti altri artisti, il successo popolare giunge immediato: ed arride anche al successivo Soffia sò (1945, ancora con una formidabile Magnani), che scatena polemiche d'ogni genere e provoca addirittura qualche tafferuglio, a causa dei suoi presunti contenuti reazionari. Comincia così la carriera di una delle più celebri coppie di autori teatrali italiani, coloro che hanno in qualche modo inventato la nozione di commedia musicale indigena: tradotti in venti paesi e diciotto lingue, i loro testi giungono fino a Broadway, uno dei miti dello storico duo. Ad esempio, guarda di certo agli Stati Uniti Al Grand Hotel (1948), scintillante rivista in cui la leggendaria Wanda Osiris scende la non meno leggendaria scala mentre canta Sentimental. È, però, con il trittico di commedie Attanasio cavallo vanesio, Alvaro piuttosto corsaro e Tobia la candida spia, scritte dal 1952 in avanti ed interpretate dall'astro nascente Renato Rascel, che si precisa la loro nozione di spettacolo, grazie pure al contributo di Giulio Coltellacci per le scene ed i costumi e di Gorni Kramer, inventore di canzoni destinate a restare, sovente eseguite dal Quartetto Cetra. Da qui in poi, i trionfi non si contano più: G & G si prendono il lusso di stravolgere perfino il concetto abituale di soubrette, proponendo una travolgente e giovanissima Delia Scala che, in Giove in doppiopetto (1954), fa faville assieme a Carlo Dapporto e si ripete, questa volta al fianco di Walter Chiari, in Buonanotte Bettina (1956-57). Individuato quello che sarà il loro tempio, il teatro Sistina in Roma, i due inanellano esiti strepitosi: da Un paio d'ali (1958), con Rascel e Giovanna Ralli, ad Un mandarino per Teo (1960), con Chiari e la Mondaini, da Rinaldo in campo (1961), con Domenico Modugno e Delia Scala, al fortunatissimo Rugantino (1962-1963, più volte ripreso nel corso degli anni) con Nino Manfredi e Lea Massari, da Ciao, Rudy (1964), vivificato da un irresistibile Marcello Mastroianni nei panni di Rodolfo Valentino, sino ad Aggiungi un posto a tavola (1974-75-76, anch'esso ripreso in varie occasioni) con Johnny Dorelli, garbata favola dal sapore capriano su un possibile secondo diluvio universale, è tutto un crescendo, che alfine li consacra protagonisti della scena nostrana del ventesimo secolo.
Courtesy of RAI

Ultimi film

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati