A dire il vero

Film 2023 | Commedia, +13 93 min.

Regia di Nicole Holofcener. Un film Da vedere 2023 con Julia Louis-Dreyfus, Tobias Menzies, Michaela Watkins, Arian Moayed, Owen Teague. Cast completo Titolo originale: You Hurt My Feelings. Genere Commedia, - USA, 2023, durata 93 minuti. Uscita cinema giovedì 8 febbraio 2024 distribuito da Vertice360. Oggi tra i film al cinema in 2 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,02 su 13 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi A dire il vero tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento giovedì 1 febbraio 2024

Il matrimonio di lunga data di una scrittrice viene improvvisamente sconvolto quando lei sente suo marito dare la sua onesta recensione al suo ultimo libro. In Italia al Box Office A dire il vero ha incassato 29,3 mila euro .

Consigliato sì!
3,02/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,04
PUBBLICO
CONSIGLIATO SÌ
Un film adulto dallo script minimalista che ci toglie dall'isolamento in cui ci sentiamo spesso confinati.
Recensione di Paola Casella
venerdì 1 dicembre 2023
Recensione di Paola Casella
venerdì 1 dicembre 2023

Beth è una scrittrice che, dopo aver esordito con un memoir di discreto successo, insegna scrittura creativa e cerca di far pubblicare la sua opera seconda. Il marito Don, con cui Beth condivide una storia d'amore longeva e felice, è uno psicologo che inizia a confondere i racconti dei suoi pazienti e a domandarsi quale sia il senso profondo (e l'utilità reale) del proprio lavoro. La sorella di Beth, Sarah, è un'arredatrice di interni alle prese con clienti incontentabili, e il marito di lei, Mark, è un attore in crisi perenne di autostima. Quando per caso Beth e Sarah ascoltano una conversazione fra Don e Mark in cui Don confessa di aver trovato deludente l'opera seconda di Beth, sua moglie si ritrova a mettere in discussione il loro matrimonio, innescando una serie di domande esistenziali che coinvolgeranno anche Eliot, il figlio della coppia, a sua volta appena lasciato dalla ragazza.

You Hurt My Feelings è un nuovo tassello nella filmografia della sceneggiatrice e regista Nicole Holofcener.

Holofcener è figlia acquisita di uno storico produttore dei film di Woody Allen (in cui da bambina ha fatto la comparsa e da giovane l'assistente di produzione e al montaggio) che ha evidentemente imparato la lezione del maestro della commedia urbana newyorkese, scegliendo anche lei di dedicarsi a racconti ambientati fra personaggi borghesi e logorroici con un senso dell'umorismo che non fa prigionieri. You Hurt My Feelings ne è l'ennesimo esempio ben riuscito, che questa volta va ad esplorare il terreno minato delle bugie bianche all'interno di una coppia, a rischio di minare la fiducia nell'opinione reale che i nostri cari hanno di noi.

La sceneggiatura di Holofcener è come sempre minimalista, nel senso che non racconta grandi tragedie o svolte epocali, ma piccoli scollinamenti e sconforti in cui tutti possiamo riconoscere qualche aneddoto vissuto in prima persona. Ed è proprio la possibilità di identificarsi nei suoi personaggi e nelle loro vicissitudini quotidiane, nonostante appartengano dichiaratamente ad una bolla di privilegio sempre più ristretta, l'asso nella manica della regista, e lo strumento di fidelizzazione del suo pubblico. You Hurt My Feelings è un film adulto che racconta preoccupazioni contemporanee legate alla necessità di crescere e di accettare la vita, e le persone a noi vicine, per quello che sono, una volta abbandonate le nostre alte aspettative e le nostre irrealistiche pretese.

Il microcosmo narrativo di Holofcener trova la sua interprete ideale in Julia Louis-Dreyfus, già musa di Jerry Seinfeld e star della sitcom che porta il suo nome, nonché protagonista (e coproduttrice) della serie satirica Veep, ma anche delicata interprete della precedente commedia romantica della stessa autrice, Non dico altro, con cui You Hurt My Feelings condivide l'ironia gentile e l'acuta indagine dello smarrimento contemporaneo. Accanto alla protagonista ci sono due volti noti della serialità come Tobias Menzies, il Principe Filippo di The Crown, e Arian Moayed, lo Stewy Hosseini di Succession, oltre all'attrice comica Michaela Watkins, già interprete anche di Non dico altro e di fatto versione appena un po' più giovane della Louis-Dreyfus.

Holofcener è particolarmente abile nel rigirare il coltello nella piaga di certe piccole delusioni all'interno delle relazioni interpersonali, in primis quelle di coppia ma anche quelle fra sorelle, fra amici, fra genitori e figli: il che può anche generare un pizzico di disagio e di malessere in chi guarda, ma che sono in qualche modo terapeutici, perché ci regalano anche una confortante sensazione di mal comune mezzo gaudio, togliendoci dall'isolamento in cui ci sentiamo spesso confinati, ognuno segretamente convinto che certe cose capitino solo a noi, e che certi piccoli dispiaceri ci riguardino in modo esclusivo (e magari anche segretamente colpevole).

Sei d'accordo con Paola Casella?
Powered by  
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
venerdì 16 febbraio 2024
Fabrizio Croce
Close-up

Nicole Holofcener è una regista e sceneggiatrice newyorkese che in circa trent'anni di carriera ha raccontato, con una serie di opere calibrate e centellinate (neanche una decina di titoli dal 1996), una media alta borghesia, spesso intellettuale e decisamente da una prospettiva femminile, nei toni di una variazione più tenera e minimalista rispetto alle esacerbate e istrioniche personalità nevrotiche [...] Vai alla recensione »

domenica 11 febbraio 2024
Giovanni Guidi Buffarini
Corriere Adriatico

La scrittrice Beth chiede al marito psicologo di coppia un parere sul romanzo che sta scrivendo e lui risponde che è bellissimo. La scrittrice sorprende il marito mentre parla con un amico: «Il libro di mia moglie non mi pare un granché». Ed è crisi di coppia - «mi hai mentito» - e non è l'unica coppia in crisi e anche i rapporti fra genitori e figli non filano lisci e poi ci sono i problemi di lavoro, [...] Vai alla recensione »

sabato 10 febbraio 2024
Marianna Cappi
La Voce di Mantova

È giusto, in un rapporto di coppia, raccontare qualche piccola bugia per non urtare i sentimenti dell'altro, o è meglio dire la verità sempre e comunque? Fino a che punto ci possiamo fidare che quello che ci viene detto da chi ci vuole bene corrisponda pienamente alla verità? È tutt'attorno a questo piccolo grande dilemma che Nicole Holofcener, cresciuta alla moviola di Woody Allen, costruisce "A dire [...] Vai alla recensione »

sabato 10 febbraio 2024
Gianluigi Negri
La Gazzetta di Parma

Cose della vita. Sono quelle che descrive da sempre, con una sensibile e personale sospensione di qualsiasi forma di invadenza, una regista come Nicole Holofcener, che è la perfetta incarnazione del Sundance-style. Con uno spirito indipendente irrorato di fresca ironia e un certo calore, la Holofcener osserva abitualmente la vita delle persone, sfiorando le loro esistenze, accarezzandole nei momenti [...] Vai alla recensione »

sabato 10 febbraio 2024
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Sempre brava, bravissima Nicole Holofcener a scavare nelle piccole frasi che provocano grandi ferite narcisistiche. Tra mogli, mariti, figli, ma- dri, sorelle: spessissimo dicono cose innocenti (o finte tali) che feriscono, L'altera madre non vuole che la figlia faccia volontariato, e non molla neanche una camicetta dal suo armadio (peggio, la cede e poi la rivuole indie- tro).

venerdì 9 febbraio 2024
Peter Bradshaw
The Guardian

Realizzare una commedia ben scritta, ben recitata, alla mano, pensata per un pubblico adulto e mediamente raffinato, e spedirla in sala era una onorevole tradizione hollywoodiana. Oggi quei film sono diventati merce rara. La scrittrice e regista Nicole Holofcener, che vi piaccia o no, cerca comunque di tenere alta la bandiera dei film arguti sulle crisi di mezza età.

giovedì 8 febbraio 2024
Alessandro De Simone
Ciak

Dopo la candidatura all'Oscar del 2019 per la miglior sceneggiatura non originale di Copia originale e l'acclamato Enough Said, Nicole Holofcener arriva nelle sale italiane giovedì 8 febbraio con il suo nuovo delizioso e tagliente A dire il vero, del quale firma regia e sceneggiatura. Un film sulla fiducia, sulle piccole bugie che ognuno di noi racconta e sul rapporto con le persone che amiamo di più, [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 febbraio 2024
Emanuele Di Nicola
CineCritica

Il corpo dell'attrice Julia Louis-Dreyfus recitava accanto a James Gandolfini, uno degli ultimi ruoli in questa vita, nel film girato da Nicole Holofcener dieci anni fa, ovvero Non dico altro (trasmigrazione italiana di Enough Said). Torna ora, con la stessa regista e nella medesima zona narrativa, ma con un partner ovviamente diverso, Tobias Menzies - il Principe Filippo di The Crown - nell'ultimo [...] Vai alla recensione »

martedì 6 febbraio 2024
Fiaba Di Martino
Film TV

«Non mi guardi mai negli occhi» dice la parte lesa di una coppia in terapia all'amara metà. «Non mi guardi mai quando parlo». Don, lo strizzacervelli, le suggerisce di far ripetere a suo marito ciò che ha appena detto, a dimostrazione che lui c'è, solo in modo diverso rispetto a lei. Una via per accomodare il conflitto sotto un tappeto soffice e mistificatorio, a buon rendere e in buona fede.

lunedì 5 febbraio 2024
Raffaele Meale
Quinlan

Chissà cosa sarebbe accaduto nella vita di Nicole Holofcener se sua madre Carol Shapiro, dopo il divorzio dal marito Lawrence Holofcener, non si fosse risposata nel 1968 - quando Nicole aveva otto anni - con Charles H. Joffe. Un anno dopo il matrimonio infatti Joffe iniziò la sua carriera come produttore di Woody Allen, con cui avrebbe lavorato ininterrottamente fino alla morte avvenuta nel 2008 (Basta [...] Vai alla recensione »

lunedì 29 gennaio 2024
Valerio Sammarco
La Rivista del Cinematografo

Dopo il passaggio al Sundance 2023 e l'anteprima italiana al Torino Film Festival, arriva nelle nostre sale (dall'8 febbraio con Vertice 360) A dire il vero, nuova commedia sofisticata scritta e diretta da Nicole Holofcener. L'assunto di partenza è abbastanza curioso e stimolante: che cosa succede in un matrimonio di lunga data eppure affiatato dopo la scoperta di una bugia "bianca"? Nello specifico, [...] Vai alla recensione »

venerdì 1 dicembre 2023
Simone Emiliani
Sentieri Selvaggi

Dov'è il confine tra la fiducia e la menzogna? Continua ad essere un abile cinema di parola quello di Nicole Holofcener, anche seducente nel suo essere datato. E stavolta ha anche una marcia in più. I piccoli e i grandi inganni sono spesso al centro della sua scrittura (la biografa che falsifica le lettere dei personaggi famosi in Copia originale di Marielle Heller per cui è stata candidata all'Oscar [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
venerdì 10 novembre 2023
 

Regia di Nicole Holofcener. Un film con Amber Tamblyn, David Cross, Tobias Menzies, Julia Louis-Dreyfus, Owen Teague. Prossimamente al cinema. Guarda il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2024 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati