Veep

Film 2012 | Commedia

Regia di Armando Iannucci, Tristram Shapeero, David Mandel. Una serie Da vedere 2012 con Julia Louis-Dreyfus, Anna Chlumsky, Reid Scott, Sufe Bradshaw, Tony Hale. Cast completo Genere Commedia - USA, 2012, Valutazione: 4,00 Stelle, sulla base di 1 recensione. STAGIONI: 7 - EPISODI: 65

Condividi

Aggiungi Veep tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Una donna dalla morale senza scrupoli viene nominata vice presidente ma le sue ambizioni personali puntano molto in alto. La serie ha ottenuto 2 candidature a Golden Globes, 9 candidature agli Emmy Awards, 1 candidatura a CCTA, 1 candidatura a Critics Choice Award, 10 candidature e vinto 4 SAG Awards, 5 candidature e vinto un premio ai Writers Guild Awards, 1 candidatura a Directors Guild, 2 candidature a Producers Guild, La serie è stato premiato a AFI Awards,

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 4,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
ASSOLUTAMENTE SÌ

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Un'ultima stagione che continua a mandare avanti con acuta ironia l'ormai celebre circo isterico di opportunismo.
Recensione di Andrea Fornasiero
Recensione di Andrea Fornasiero

Selina Meyer ha un'ultima chance di arrivare alla Presidenza degli Stati Uniti ed è disposta a usare tutti i propri mezzi e a sacrificare chiunque per farcela. Amy deve decidere cosa fare dopo essere rimasta incinta del vanesio Dan, mentre cerca di navigare la delirante campagna elettorale di Jonah Ryan, sempre più fuori controllo. Alla corsa per la presidenza partecipa ancora una volta anche Tom James, l'astuto ex amante di Selina, mentre il nero Richard Splett inciampa in una carriera politica sempre più promettente. Torna poi a farsi sentire l'influenza della Cina sulla campagna elettorale e non mancherà il ritorno del primo ministro norvegese Minna Häkkinen.

Con una stagione breve di sette episodi, la premiatissima Veep torna a rappresentare la politica americana come un circo isterico di opportunismo, incompetenza e di bassi clientelismi.

Non era facile per la serie sopravvivere, oltre che all'abbandono del suo ideatore Armando Iannucci anche alla Presidenza Trump, che ha ridefinito la politica americana in uno di quei tipici casi dove la realtà supera la fantasia. Proiettata in avanti, con tanto di epilogo molti anni nel futuro, Veep si prende gioco del nostro presente e dello stato delle nostre democrazie. Tanto che Selina liquida i programmi elettorali come una lista di cose che non saranno fatte e dice che rinnovare la fede degli elettori nella democrazia sarebbe impossibile in ogni caso. Quando le chiedono se essere Presidente in una democrazia è poi così straordinario, Selina risponde che è gli Stati Uniti sono solo a malapena una democrazia.

Non mancano poi staffilate al presente, per esempio al maschilismo dominante che Selina paradossalmente cavalca con il suo slogan elettorale "Man Up" (che significa tirar fuori la propria virilità), sostenendo che piace a tutti perché è universale: «Gli uomini odiano le donne e le donne odiano se stesse». Jonah poi, tentando di apparire come un seduttore, inizia a raccontare di essere andato letto con questo e con quella e per reazione prende vita il movimento #notme, in cui le donne vengono allo scoperto per di non essere state sedotte o molestate da lui, in un esilarante ribaltamento del #metoo.

Non manca naturalmente uno dei leit motif della serie e Selina perde completamente la testa quando le viene proposto di correre come vicepresidente, un destino che definisce peggiore della morte in modo assai colorito. La vivacità e la grevità del turpiloquio, sparato a battute velocissime e con totale nonchalance da persone che fanno il possibile per apparire rispettabili, è del resto il principale motore comico della serie e in quest'ultima stagione gli autori si sono superati, quasi volessero concentrare quante più oscenità possibili nelle battute.

La scorrettezza politica arriva a livelli così iperbolici da essere irresistibile e il cast è ormai affiatato alla perfezione, tanto da modulare gli scambi sui ritmi di ognuno. Selina, interpretata da Julia Louis-Dreyfuss (che potrebbe battere ogni record per un'attrice ai prossimi Emmy), per esempio ha una parlantina velocissima, mentre Ben, incarnato da Kevin Dunn, è placido e dice le peggio cose spesso senza neppure scaldarsi. Gary, l'assistente di Selina che il volto di Tony Hale, è poi ancora una volta un indecifrabile pusillanime dalla comicità principalmente fisica.

Per la prima volta figura poi tra i protagonisti l'attrice Clea DuVall che interpreta Marjorie, l'ex guardia del corpo e ora compagna della figlia di Selina. Abituata a vedere di tutto non si scompone mai ma allo stesso tempo il suo sguardo è acuto e la sua intelligenza è ben superiore a quella dei politici che la circondano. La sua stoica figura è una efficacissima spalla "non comica" per personaggi che abbracciano invece un'esistenza farsesca.

Tra le guest star di stagione poi tornano Hugh Laurie e Patton Oswald a ha un ruolo geniale il comico americano Andrew Daly, dall'apparenza mansueta ma esecutore delle manovre più spietate. In Veep del resto i colpi bassi non si contano si ride di risate amare, che riflettono con cinismo gli aspetti più degradati della nostra politica. E il finale della serie, che rifiuta ogni barriera e spinge la beffa fino al tabù della morte, è la migliore uscita di scena possibile per una comedy già entrata nella storia della Tv americana.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?
NEWS
NEWS
lunedì 21 settembre 2015
 

La serie comica che ha sbancato tutti i concorrenti alla 67esima edizione degli Emmy Awards, i cosiddetti 'Oscar della tv americana', consegnati ieri a Los Angeles in California, è Veep. Tar i premi più importanti che ha ricevuto spicca quello a Julia [...]

winner
premio per il miglior cast serie tv brillante
SAG Awards
2018
winner
miglior attrice in una serie televisiva brillante
SAG Awards
2018
winner
miglior attrice in una serie televisiva brillante
SAG Awards
2017
winner
miglior attrice in una serie televisiva brillante
SAG Awards
2014
winner
miglior scenegg.ra serie televisiva brillante
Writers Guild Awards
2018
winner
programma televisivo dell'anno
AFI Awards
2014
winner
programma televisivo dell'anno
AFI Awards
2020
winner
programma televisivo dell'anno
AFI Awards
2017
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati