The Novelist's Film

Film 2022 | Drammatico 92 min.

Titolo originaleSo-seol-ga-ui Yeong-hwa
Anno2022
GenereDrammatico
ProduzioneCorea del sud
Durata92 minuti
Regia diHong Sang-soo
AttoriLee Kyoung-Young, Kim Min-hee, Seo Younghwa .
TagDa vedere 2022
MYmonetro 3,44 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Hong Sang-soo. Un film Da vedere 2022 con Lee Kyoung-Young, Kim Min-hee, Seo Younghwa. Titolo originale: So-seol-ga-ui Yeong-hwa. Genere Drammatico - Corea del sud, 2022, durata 92 minuti. - MYmonetro 3,44 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi The Novelist's Film tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento mercoledì 16 febbraio 2022

Una scrittrice va a visitare una libreria dove prendono vita una serie di incontri. Il film è stato premiato al Festival di Berlino,

Consigliato sì!
3,44/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,88
PUBBLICO
CONSIGLIATO SÌ
Perpetuo e appassionante, il cinema di Hong Sang-soo si propone come medicina di se stesso.
Recensione di Tommaso Tocci
mercoledì 16 febbraio 2022
Recensione di Tommaso Tocci
mercoledì 16 febbraio 2022

Junhee, romanziera di una certa fama, si reca in libreria per far visita a una collega che ha abbandonato la scrittura e ora gestisce il negozio. Tra loro c'è amicizia anche se si sono perse di vista. In seguito Junhee fa un altro incontro, stavolta con un regista in compagnia della moglie. Anche in questo caso il personale si mescola con il professionale, perché il regista non ha mai girato quell'adattamento di un romanzo di Junhee che aveva promesso. I tre incontrano poi nel parco l'attrice Kilsoo, insieme alla quale Junhee decide di girare un film in prima persona.

Scrittori, attori, poeti e registi. In The Novelist's film, il classico formato a incontri che anima il cinema di Hong Sangsoo sembra restituire più distanza del solito e più rancori malcelati.

Nulla che, come sempre, una ciotola di ramen o un bicchiere di vino di riso non possa sistemare, ma a partire dal titolo c'è una certa laboriosità nel conciliare mondi artistici diversi. Hong smonta qualunque tensione con la solita bonaria autoironia che torna a riguardare il suo campo, quello del cinema, e regala l'ennesima puntata in una filmografia continuativa che non deluderà gli appassionati, anche grazie alla partnership-sfida tra le due protagoniste Lee Hyeyoung (cinta di una sciarpa a frange, simbolo di una presenza chiara, a più riprese definita dal suo "carisma") e Kim Minhee (leggiadra e più libera del solito in un giubbotto di pelle scura).

La cifra filmica stavolta ha un andamento verticale e circolare al tempo stesso, con gli incontri che partono e finiscono in una libreria alla periferia di Seoul, e con un movimento tra l'alto e il basso simbolizzato da uno zoom dalla cima di una torre che va a cercare la stella di Kim Minhee nel parco sottostante. Una storia di contatti mancati, libri non scritti e film mai girati, che tende però a una coda in cui tutti gli elementi finalmente riescono a fondersi, e il cinema si contrappone all'attrattiva di un terrazzo sul tetto.

Lungo la via, non mancano quei piccoli momenti di magia che rendono il cinema di Hong così unico nella sua naturalezza e nel suo candore. Lo sguardo fisso di una bambina attraverso la vetrina di un ristorante ad esempio, rapito dalla presenza di un'attrice famosa. Oppure il rituale di apprendimento di una frase nel linguaggio dei segni, ripetuto più volte tra le risate. Come nell'ultimo In front of your face, lampi di colore vanno ad arricchire il classico bianco e nero di Hong, ancora una volta cineasta totale che firma anche fotografia, montaggio e musiche.

Rispetto all'opera precedente Hong sembra tornare su sentieri più consueti, ma sotto la superficie scorre comunque una discussione su quanto possa essere nocivo il processo di creazione artistica, che porta alcuni all'esaurimento e lascia altri inermi nel perenne conflitto tra arte e intrattenimento. Si parla di storie abbandonate e progetti naufragati. Non stupirà nessuno che la soluzione, o presunta tale, sia unire le forze di varie menti differenti per fare un film che sembra tanto nello stile di Hong.

Sei d'accordo con Tommaso Tocci?
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
domenica 20 febbraio 2022
Giovanni Spagnoletti
Close-up

Hong Sang-soo, bisogna dirlo, è un vero fenomeno, probabilmente è il più inesorabile bounty-killer di premi del cinema contemporaneo. Riassumiamo così la sua carriera, lievemente aggiornando e autocitando, una nostra recensione dell'anno scorso a Inteurodeoksyeon/ Introduction (https://close-up.info/inteurodeoksyeon-introduction/). Sudcoreano, nato a Seoul nel 1960, è un tipico regista intellettuale [...] Vai alla recensione »

sabato 19 febbraio 2022
Giampiero Raganelli
Quinlan

Il cinema di Hong Sangsoo prosegue nel suo stile sempre più rarefatto e minimalista, dove tra i pochi movimenti ci sono gli zoom, non spostamenti di macchina bensì semplicemente di lenti. Nella sua ultima opera, The Novelist's Film (il titolo originale è traslitterato dal coreano come So-seol-ga-ui Yeong-hwa), che è stata premiata alla Berlinale 2022 con l'Orso d'Argento Gran Premio della Giuria, si [...] Vai alla recensione »

giovedì 17 febbraio 2022
Tommaso Isabella
Film TV

Jun-hee ha scritto molti romanzi di successo, ma attraversa una crisi creativa. L'incontro casuale con un'attrice e l'ammirazione reciproca che ne sboccia le suggeriscono una svolta: girare un film semplice, quasi improvvisato, con persone e situazioni familiari, che sappia dare senso a piccole cose senza importanza, ingrandirle (con uno zoom?) come non riesce più a fare con la sua scrittura, tradurre [...] Vai alla recensione »

mercoledì 16 febbraio 2022
Marina Pavido
Cineclandestino

Il celebre regista sudcoreano Hong Sangsoo è ormai di casa alla Berlinale. E, anche in occasione di questa 72° edizione del Festival di Berlino, ha saputo piacevolmente sorprenderci con un lungometraggio soave ed estremamente raffinato, qui in corsa per il tanto ambito orso d'Oro. Stiamo parlando di The Novelist's Film, dove viene effettuata anche un'importante riflessione sul produrre arte, in qualsiasi [...] Vai alla recensione »

NEWS
BERLINALE
mercoledì 16 febbraio 2022
Tommaso Tocci

Rispetto all’opera precedente l'autore sudcoreano torna su sentieri più consueti. Vai all'articolo »

winner
gran premio della giuria
Festival di Berlino
2022
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati