Il Mondo in Camera - Mario Fantin il Cineasta dell'Avventura

Film 2022 | Documentario, +13 75 min.

Titolo originaleIl mondo in camera
Anno2022
GenereDocumentario,
ProduzioneItalia
Durata75 minuti
Regia diMauro Bartoli
Uscitavenerdì 30 settembre 2022
DistribuzioneApapaja
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Regia di Mauro Bartoli. Un film Titolo originale: Il mondo in camera. Genere Documentario, - Italia, 2022, durata 75 minuti. Uscita cinema venerdì 30 settembre 2022 distribuito da Apapaja. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 3 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Condividi

Aggiungi Il Mondo in Camera - Mario Fantin il Cineasta dell'Avventura tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento venerdì 30 settembre 2022

La storia di un uomo che è stato un instancabile narratore di montagne, popoli e spedizioni estreme.

Powered by  
Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA
PUBBLICO
CONSIGLIATO SÌ
Un documentario rigoroso che rende noto il nome di Mario Fantin.
Recensione di Giancarlo Zappoli
venerdì 30 settembre 2022
Recensione di Giancarlo Zappoli
venerdì 30 settembre 2022

Vengono ricostruite la vita e la passione per l'alpinismo e per l'etnografia di Mario Fantin, regista, fotografo ed esploratore instancabile che ha lasciato all'intera comunità mondiale un patrimonio inestimabile di documentazione sulla storia delle spedizioni extraeuropee.

Mario Fantin. Un nome noto agli addetti ai lavori che, grazie a questo documentario, entra a far parte di un patrimonio comune di cultura.

Il 23 luglio 1980 Mario Fantin poneva fine ai suoi giorni terreni. Da allora solo grazie a questo documentario di Mauro Bartoli e al coinvolgimento di numerose persone ed enti che ne hanno apprezzato l'opera si parla di lui al di fuori della ristretta cerchia degli studiosi. Perché quest'uomo, animato da una passione per la montagna tanto tardiva quanto poi inarrestabile, ha dato un contributo fondamentale allo studio dei popoli e alla memoria delle imprese alpinistiche. Ha infatti fondato nel 1967 a Bologna il Centro Italiano Studio Documentazione Alpinismo Extraeuropeo (CISDAE) a cui aveva dato l'obiettivo di "raccogliere, conservare, elaborare, valorizzare, studiare e pubblicare quanto si riferisce all'alpinismo italiano nel mondo e all'alpinismo straniero". Oggi questa è ancora la più importante raccolta mondiale in materia.

Bartoli compie una scelta narrativa rigorosa. Fatte salve alcune testimonianze sul suo impegno di appassionato e di esperto lascia la parola allo stesso Fantin con citazioni dei suoi scritti che comprendono venti opere monografiche e i suoi diari. Ne emerge il ritratto non solo di un vero amante della montagna ma anche di una persona dotata di uno sguardo etico su quanto si presenta dinanzi all'obiettivo delle sue cineprese o macchine fotografiche.

Non va dimenticato che sue sono le immagini di Italia K2, straordinaria testimonianza sull'impresa guidata da Ardito Desio. Abituati come siamo a splendidi documentari sulle montagne forse non sempre ci chiediamo come siano stati realizzati e quanto invasiva o meno sia stata la presenza di chi riprendeva. Fantin aveva in materia regole di comportamento estremamente precise che qui ci vengono esposte.

La ricerca della documentazione per lui deve sempre rispettare coloro che stanno operando sul campo. La loro azione non va mai intralciata per la ricerca della 'bella immagine' o della messa in posa. Si manifesta così l'amore profondo per l'azione di chi, in qualsiasi parte del globo terrestre, agiva alla ricerca di nuovi traguardi da parte di un uomo di pianura diventato alpinista in età già adulta. Tanto meticoloso nella ricerca dei dettagli quanto attento al lavoro d'equipe in parete per poi tornare nel suo appartamento-archivio a raccogliere e catalogare filmati, foto e documenti. È grazie a persone come questa che si può conservare la memoria di ciò che è avvenuto in un passato non poi così distante da noi. Questo documentario ha il merito di ricordarcelo.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
Powered by  
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
martedì 1 novembre 2022
Giulia Bona
Film TV

C'è tutto il mondo dentro la casa bolognese di Mario Fantin, alpinista, regista e fotografo che ci ha lasciato un imponente archivio dedicato alla montagna, con oltre 100 mila fotografie e circa 40 film. Proprio all'interno di questo prezioso patrimonio si muove il doc di Mauro Bartoli, presentato al Trento Film Festival 2022 nel quadro dell'omaggio alla figura del regista, facendosi guidare dal materiale [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati