Captain Volkonogov Escaped

Film 2021 | Drammatico 120 min.

Regia di Aleksey Chupov, Natasha Merkulova. Un film Da vedere 2021 con Yuriy Borisov, Vladimir Epifantsev, Aleksandr Yatsenko, Natalya Kudryashova, Timofey Tribuntsev. Cast completo Genere Drammatico - Russia, Estonia, Francia, 2021, durata 120 minuti. - MYmonetro 3,19 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Captain Volkonogov Escaped tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

La storia di un uomo condannato alla morte nell'URSS del 1938.

Consigliato sì!
3,19/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 2,88
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
Premi
Cinema
Trailer
Un film ancorato al passato ma reso universale con l'efficacia dell'action classica e i riferimenti cinefili.
Recensione di Giancarlo Zappoli
mercoledì 8 settembre 2021
Recensione di Giancarlo Zappoli
mercoledì 8 settembre 2021

Fedor Volokonolog è un capitano della sicurezza nazionale nell'Unione Sovietica del 1938. Fa parte del nucleo che si occupa degli interrogatori 'speciali' di coloro che vengono ritenuti, per vari motivi, pericolosi controrivoluzionari. Un giorno decide di essere in pericolo e si allontana trovandosi con gli ex colleghi sulle sue tracce. Un avvertimento dall'altrove lo costringe a una ricerca strenua. Deve riuscire a trovare qualcuno, tra coloro che hanno subito le conseguenze delle sue azioni cruente, che sia disposto ad accettare il suo pentimento e a perdonarlo. Altrimenti le porte del Paradiso per lui resteranno chiuse.

Natasha Merkulova e Aleksey Chupov riescono nell'impresa di realizzare un film ancorato ad un preciso periodo storico (l'URSS degli anni che precedono la Seconda guerra mondiale) rendendolo al contempo universale ed attuale.

Una pagina Internet di Amnesty International titola così: "Universalmente proibita. Universalmente praticata. La tortura nel mondo." Nel film siamo nel passato, in un regime che ormai sta nella Storia, ma veniamo sollecitati a non ancorarci solo all'atroce dittatura stalinista grazie anche ad un elemento che, anche se forse non esplicitamente voluto dagli autori, innesca delle connessioni cinefile.

La divisa degli agenti del corpo speciale a cui Volokonolog appartiene ricorda, pur con colori diversi, quella dei vigili del fuoco del truffautiano Fahrenheit 451. Il senso di assurda oppressione è analogo così come la diserzione del protagonista. I film che il cinema ci ha offerto per riflettere sulla tortura sono stati per lo più legati a contesti storici definiti (anche se non tutti se si pensa a Brazil o a 1984). In Garage Olimpo o in L'altra verità ad esempio erano l'Argentina dei militari o l'Iraq occupato dagli americani a trovarsi al centro della vicenda.

Qui invece ci si trasferisce su un piano quasi metafisico facendolo dipendere da una delle opzioni umane più difficile da esercitare: il perdono. Soprattutto quando a chiederlo è qualcuno che scientemente ha inflitto pene indicibili a persone che, come viene detto in modo esplicito nel film, i suoi superiori sapevano essere innocenti.

I due registi mescolano con efficacia l'action classica del genere che potremmo definire di fuga con il tortuoso percorso dettato dalla necessità di una redenzione difficile da conseguire.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 9 settembre 2021
Luigi Abiusi
Il Manifesto

Captain Volkonogov Escaped di Natasha Merkulova e Aleksey Chupov, in concorso, è un percorso, anzi una visione di redenzione della gioventù militarizzata, nerboruta annessa ai regimi totalitari: atletismo, muscolarità levigata in sintonia con le teste rasate, lisce, e con occhi azzurri impassibili, sciorinati sin dalla prima sequenza insieme a un che di depravato, di malsano dei comportamenti cameratechi. [...] Vai alla recensione »

mercoledì 8 settembre 2021
Aldo Spiniello
Sentieri Selvaggi

È davvero strano il modo in cui risaltano le tenute rosso fiammante degli agenti del servizio di sicurezza nazionale sovietico. Sportive, molto contemporanee, con tanto di giacca di pelle, si distinguono dallo spento grigiore della "massa" indistinta che percorre le strade di Leningrado. Una nota accesa di colore, quasi di vita. Se non fosse che quegli agenti sono, letteralmente, gli angeli della morte. [...] Vai alla recensione »

mercoledì 8 settembre 2021
Lorenzo Ciofani
La Rivista del Cinematografo

Promossi in Concorso dopo la partecipazione a Orizzonti nel 2018 con il discutibile The Man Who Surprised Everyone, Aleksey Chupov e Natasha Merkulova portano in gara Kapitan Volkonogov Bezhal (Il capitano Volkonogov è scappato). Una fantasia storica, una retrotopia, che già a livello figurativo rivendica la scelta di filtrare il realismo tramite uno sguardo in grado di accogliere la crudeltà iperrealista [...] Vai alla recensione »

NEWS
MOSTRA DI VENEZIA
mercoledì 8 settembre 2021
Giancarlo Zappoli

Un'opera strettamente ancorata al passato ma che ha la capacità di essere universale. In concorso.  Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati