Advertisement
Il delitto Mattarella, la video recensione

Un film alla vecchia maniera che si fa omaggio e documento storico. Recensione di Giancarlo Zappoli, legge Roberta Azzarone.
di A cura della redazione

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
martedì 3 marzo 2020 - Video recensione

Il giorno dell'Epifania del 1980 il Presidente della Regione Sicilia Piersanti Mattarella viene ucciso. A occuparsi delle prime indagini è il sostituto procuratore Pietro Grasso, a cui fa seguito il giudice Giovanni Falcone. Gli esecutori materiali non saranno mai arrestati.
Sulla scia di maestri del cinema di impegno civile come Lizzani, Rosi e Petri, Grimaldi realizza un film alla vecchia maniera, ricordandoci come in quel delitto confluissero interessi non solo mafiosi. Nel film si fanno nomi e cognomi. E si arriva fino alla banda della Magliana nel denunciare l'intreccio tra politica, malaffare e criminalità.

Ne risulta un film con un cast di ottimo livello che si offre come occasione di riflessione sulla Storia recente del nostro Paese. Ma anche come omaggio a una famiglia che ha saputo vivere con dignità e alto senso morale la tragedia che l'ha colpita.

In occasione dell'uscita al cinema de Il delitto Mattarella, Roberta Azzarone interpreta la recensione di Giancarlo Zappoli.


RECENSIONE
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati