Vultures

Film 2018 | Drammatico, Thriller +16 95 min.

Regia di Börkur Sigþórsson. Un film con Ingvar Eggert Sigurðsson, Gísli Örn Garðarsson, Marijana Jankovic, Anna Próchniak, Steinunn Ólína Þorsteinsdóttir. Cast completo Titolo originale: Vargur. Genere Drammatico, Thriller - Islanda, 2018, durata 95 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 Valutazione: 2,50 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi Vultures tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Un noir ruvido e perturbante che mostra senza filtri il lato oscuro di una società - quella islandese, e per estensione nordeuropea - troppo spesso ingenuamente idealizzata.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Scheda Home
News
Critica
Premi
Cinema
Trailer
Crime story convenzionale, programmaticamente intesa ad abbattere l'immagine idealizzata dell'Islanda.
Recensione di Raffaella Giancristofaro
venerdì 30 novembre 2018
Recensione di Raffaella Giancristofaro
venerdì 30 novembre 2018

Figli di madre tossicodipendente, i fratelli Erik e Atli, rispettivamente avvocato senza scrupoli e nullatenente appena uscito di prigione, utilizzano Sofia, polacca, come giovane corriere, facendole ingerire ovuli di droga da trasferire da Copenaghen a Reykjavik. Ma non essendo dei professionisti, i loro errori fanno sì che la polizia si metta sulle loro tracce, compromettendo l'esito del piano.

Prodotto da Baltasar Kormákur, il più famoso transfuga islandese negli Stati Uniti (101 Reykjavik, Una tragica scelta, Cani sciolti, Everest, Resta con me) Vultures ("avvoltoi") è il primo lungometraggio per il cinema di Börkur Sigthorsson, uno dei registi della serie tv islandese Trapped, scritta e prodotta da Kormákur, anche questa di ambientazione criminale.

Il manicheismo e l'assenza di sfumature caratterizzano questo noir nordico programmaticamente antitetico alla rappresentazione condivisa di una nazione socialmente avanzata e progressista come l'Islanda. Ambientazioni urbane gelide, illuminazione lugubre, malessere e violenza diffusi, eiezioni fisiologiche esibite con un malcelato disprezzo del bello. Tutto è avidità umana e sfruttamento, dal titolo alle ambizioni dei due protagonisti e al personaggio materno mostruoso, horror, quasi caricaturale. A ciò si accompagna un certo monolitismo nella recitazione (in particolare di Gísli Örn Gardarsson, il fratello più cinico) e una scarsa incisività e originalità della sceneggiatura, che si chiude all'insegna dei codici seriali più convenzionali.

Faticando nell'intravedere tratti non si pretende ironici, ma almeno umani, dei protagonisti, è di conseguenza difficile incuriosirsi per i flashback di Erik con una misteriosa donna che l'ha rifiutato, o appassionarsi a un'investigazione che ha come tramite una poliziotta di cui ci si limita ad accennare le origini straniere. Ingessato, prevedibile, a tratti incongruente, regia di servizio. In concorso al Torino Film Festival 2018.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati