New York Academy - Freedance

Film 2018 | Musicale Film per tutti 90 min.

Titolo originaleHigh Strung: Free Dance
Anno2018
GenereMusicale
ProduzioneUSA
Durata90 minuti
Al cinema28 sale cinematografiche
Regia diMichael Damian
AttoriThomas Doherty, Juliet Doherty, Harry Jarvis, Jane Seymour, Desmond Richardson Ace Bhatti, Giulia Nahmany, Kika Markham, Breck Gallini, Nataly Santiago.
Uscitagiovedì 13 settembre 2018
DistribuzioneVidea - CDE
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti
MYmonetro Valutazione: 2,50 Stelle, sulla base di 5 recensioni.

Regia di Michael Damian. Un film con Thomas Doherty, Juliet Doherty, Harry Jarvis, Jane Seymour, Desmond Richardson. Cast completo Titolo originale: High Strung: Free Dance. Genere Musicale - USA, 2018, durata 90 minuti. Uscita cinema giovedì 13 settembre 2018 distribuito da Videa - CDE. Oggi tra i film al cinema in 28 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti Valutazione: 2,50 Stelle, sulla base di 5 recensioni.

Condividi

Aggiungi New York Academy - Freedance tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

La vita di due aspiranti artisti viene stravolta quando vengono scritturarti nel cast del tour dello show dance più atteso di New York. In Italia al Box Office New York Academy - Freedance ha incassato 115 mila euro .

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Canovaccio classico e lunga preparazione: un film che punta tutto su musiche e coreografie.
Recensione di Marianna Cappi
giovedì 13 settembre 2018
Recensione di Marianna Cappi
giovedì 13 settembre 2018

Barlow è una ballerina promettente, ma New York è una città di artisti, le audizioni sono spietate, i talenti tanti, l'affitto caro. Anche Charlie ha problemi simili: è un pianista d'eccezione, ma pare che nessun locale abbia bisogno di lui, tanto che è costretto a sbarcare il lunario come fattorino Entrambi avranno la loro occasione nel nuovo spettacolo di Broadway del giovane talento della coreografia Zander Raines. Arrivarci non sarà, però, una passeggiata: in mezzo ci sono un incidente d'auto, l'incontro con una vecchia signora che non vuole mostrarsi in pubblico, e una serie di sali e scendi emotivi che, come le scale mobili della Grande Mela, e come i salti del balletto, fanno parte integrante del gioco (nonché del genere).

Secondo film della serie, New York Academy - Freedance, dimostra subito che il contenitore è morbido: uno spazio in cui ogni progetto gode di autonomia e libertà creativa.

Dal primo titolo del franchise, infatti, Freedance riprende soltanto l'idea di una coppia mista ballerina-musicista, di primi tra pari. L'attenzione alla coralità (del cast fanno parte ottanta capaci ballerini) non è in effetti soltanto un dato di sfondo o una necessità coreografica, ma anche un modo di far passare un messaggio: oggi, in prima fila, ci sono Barlow e Charlie, ieri erano Johnny e Ruby, domani potrebbe essere qualcuno di "voi".

È l'epoca dei talent show e del richiamo della notorietà e questo è un film che parla ad un target preciso, che ha la stessa età e i stessi sogni dei suoi interpreti. È Charlie stesso, d'altronde, la sera della prima, a prendersi un momento per osservare il teatro vuoto ed esplicitare il tema del film: non importa se si è sul palco o seduti in platea, si è tutti lì per lo stesso motivo, per vivere la stessa magia.

Retorica? Quanto basta. Ma va reso merito ai registi Michael e Janeen Damian (lei ballerina e lui musicista) di non aver fatto le cose più facili soltanto per nutrire la favola: pochi elementi di dialogo bastano a far intendere che la preparazione dei personaggi nei loro campi è stata lunga e seria, e il merito è salvo.

Il copione è invece più semplice, per non dire elementare. Il tempo che serve per montare lo show, dalla prima scrematura del corpo di ballo alla sera del debutto, è punteggiato da speranze e delusioni, dimostrazioni di amicizia e tiri mancini, grandi speranze e grandi gelosie. Il film è in realtà tutto altrove, nella musica e nelle coreografie, che mescolano classica, break e pop, e in un genere ormai ultra codificato, chiaro nella promessa e onesto nel soddisfarla.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
Frasi
Quando il pubblico si siede e le luci si spengono per un attimo anche il tempo si ferma in attesa che la magia abbia inizio.
Zander (Thomas Doherty)
dal film New York Academy - Freedance - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 13 settembre 2018
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Puntuale come la Tasi, arriva l'annuale musicarello a passo di danza. Inutile, quasi, accennare alla trama che serve unicamente da collante per le esibizioni, meravigliose, solo motivo di visione di questo tipico genere. Il problema è: ci si può accontentare di questa limitazione, passando sopra, con una ruspa, a interpretazioni da saldi 3x2, regia da filmino matrimoniale, intrecci (è ironico) presi [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati