Angel Face

Film 2018 | Drammatico +13 109 min.

Titolo originaleGueule d'ange
Anno2018
GenereDrammatico
ProduzioneFrancia
Durata109 minuti
Al cinema3 sale cinematografiche
Regia diVanessa Filho
AttoriMarion Cotillard, Ayline Etaix, Alban Lenoir, Amélie Daure, Nade Dieu, Stéphane Rideau David Ayala, Stefano Cassetti, Jean-Michel Correia.
Uscitagiovedì 25 ottobre 2018
DistribuzioneSun Film Group
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Regia di Vanessa Filho. Un film con Marion Cotillard, Ayline Etaix, Alban Lenoir, Amélie Daure, Nade Dieu, Stéphane Rideau. Cast completo Titolo originale: Gueule d'ange. Genere Drammatico - Francia, 2018, durata 109 minuti. Uscita cinema giovedì 25 ottobre 2018 distribuito da Sun Film Group. Oggi tra i film al cinema in 3 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Condividi

Aggiungi Angel Face tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Una donna vive da sola con la figlia piccola finchè decide di andarsene di casa abbandonando la bambina. In Italia al Box Office Angel Face ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 176 mila euro e 7,3 mila euro nel primo weekend.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Vanessa Filho, alla sua opera prima, affronta con acutezza di sguardo le dinamiche delle relazioni umane.
Recensione di Giancarlo Zappoli
domenica 13 maggio 2018
Recensione di Giancarlo Zappoli
domenica 13 maggio 2018

Elli ha otto anni. Non ha mai conosciuto suo padre e vive con la madre, Marlene, in una cittadina francese sul mare. Marlene cerca di venire a patti con il suo ruolo di madre ma, al contempo, non riesce a controllare il suo bisogno di avere un uomo accanto. Quando pensa di avere trovato quello giusto si allontana dalla figlia che si ritrova da sola e cerca un adulto di cui potersi fidare.
Vanessa Filho, alla sua opera prima, affronta un tema che il cinema ha preso in considerazione numerose volte: il complesso rapporto tra un genitore incapace di assumersi le indispensabili responsabilità e un minore che ne subisce le conseguenze.

Se la sceneggiatura, dopo un'iniziale fase di presentazione del rapporto tra le due protagoniste, inizia a segnare un po' il passo ruotando attorno al profondo senso di abbandono della bambina e al suo progressivo cercare un rifugio nelle bevande alcoliche, senza per questo perdere in lucidità, non altrettanto accade a chi ne interpreta i ruoli.

A Marion Cotillard, a cui bisogna preliminarmente dare atto della disponibilità a lavorare con registi/e al debutto, viene dato il compito di cesellare il carattere della sua Marlene nella prima parte del film. Ce la presenta come una donna contraddittoria e, al contempo, profondamente debole, tanto bisognosa d'amore quanto incapace di farsi carico non solo estemporaneamente della figlia. A seguire però il centro della scena viene preso da una straordinaria Ayline Aksoy-Etaix, che fa di Elli la protagonista effettiva del film, tanto che viene da chiedersi quale lavoro di approfondimento e di sostegno psicologico ci sia dietro a questa bambina, che riesce a far leggere sul proprio volto una gamma di sentimenti che va dalla ingenuità più infantile a una determinazione che potremmo definire 'adulta'.
Elli capisce fin troppo presto che non può 'affidarsi' a una madre a cui non smette di voler bene ma di cui soffre la fragilità caratteriale. Ma ha anche bisogno di una figura maschile che le è sempre mancata e la cerca in un giovane uomo solitario a cui 'impone' la sua presenza.
Ciò che però più colpisce nel lavoro di Vanessa Filho è l'acutezza dello sguardo che rivolge alle dinamiche di relazione tra i pari età. Elli, nonostante tutto, è brava a scuola e ottiene anche il ruolo della Sirenetta nella recita scolastica che si va allestendo. I suoi compagni però sono attentissimi a cogliere le sue fragilità e ad infierire su quelle. I bambini di Filho non sono idealisticamente 'buoni'. Al contrario: sanno come far male lasciando segni sull'anima.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 25 ottobre 2018
Massimo Bertarelli
Il Giornale

La sempre bella Marion Cotillard scivola in un melodramma con qualche momento toccante, ma orientato sul ridicolo involontario. La scombinata Marlène vaga per la Costa Azzurra, trascinandosi la figlia di otto anni Elli, avuta da chissà chi. Un marito l'ha trovato, e perduto subito dopo il brindisi, colta in flagrante adulterio ancora in abito nuziale.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati