Battleship Island

Film 2017 | Azione

Regia di Ryoo Seung-wan. Un film con Hwang Jeong-min, Johan Karlberg, Ji-seob So, Joong-ki Song, Jung-hyun Lee. Cast completo Genere Azione 2017, Valutazione: 2,50 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi Battleship Island tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Un'isola di detenzione e lavori forzati in cui le donne coreane sono usate come strumento di piacere e gli uomini come forza lavoro per scavare nelle miniere.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Trailer

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Epico racconto di guerra, con molte libertà storiche e altrettanta retorica nazionalista.
Recensione di Emanuele Sacchi
domenica 29 aprile 2018
Recensione di Emanuele Sacchi
domenica 29 aprile 2018

1945. Il musicista jazz Lee e la figlia Soo-hee cercano di fuggire da Seoul: troppe scappatelle con donne sposate e troppi giapponesi a cui obbedire. Durante il tentativo di evasione vengono intercettati dalle autorità nipponiche, che li spediscono a Hashima, detta "Battleship Island", un'isola di detenzione e lavori forzati in cui le donne coreane sono usate come strumento di piacere e gli uomini come forza lavoro per scavare nelle miniere, in condizioni disumane.

Una parabola singolare quella di Ryoo Seung-wan. Da subito identificato come uno dei capofila della hallyu sudcoreana sul finire dei 90, in seguito rimasto indietro di un passo nella considerazione generale rispetto ai grandi autori.

Troppi tarantinismi e stereotipi sono le accuse principali che venivano mosse ai suoi lavori. Fino agli anni Dieci e al suo vertice creativo: The Unjust prima, e The Berlin File poi, affermano senza equivoci lo status di Ryoo come punto di riferimento del genere action. Il ritrovato prestigio presso pubblico e critica spingono il regista verso il suo passo più ambizioso: un progetto dal budget stratosferico per raccontare, o meglio riscrivere, una pagina dolorosa della seconda guerra mondiale e della storia coreana. Tocca tuttavia ancora una volta tirare in ballo Quentin Tarantino e la tendenza a riscrivere la storia, a cui ha dato inizio il suo Bastardi senza gloria. Ryoo infatti, forzando gli avvenimenti storici, trasforma una dolorosa tragedia in un trionfo di orgoglio nazionalista, che culmina in un'insurrezione anti-giapponese mai verificatasi con simili proporzioni. Nell'impeto epico, da cui il cinema mainstream sudcoreano in genere, e Ryoo in particolare, non riescono a sottrarsi, ogni azione viene evidenziata e sovraccaricata a livello interpretativo e visivo. Con tanto di recupero de L'estasi dell'oro di Ennio Morricone - già in Il buono, il brutto, il cattivo - durante la sequenza dell'arrampicata che conduce alla libertà dai giapponesi. L'epilogo diviene così dominio di retorica spesa a fiumi - plongée sulla bandiera giapponese divisa in due - e violenza a profusione, "giustificata" - così sembra far capire l'autore - dall'atto bellico.

Un traditore viene spezzato in due a mani nude, un ufficiale giapponese bruciato e decapitato, quasi si trattasse più dell'applicazione del codice di Hammurabi che di un semplice atto di resistenza. I giapponesi, divise urlanti dedite esclusivamente ad efferatezze, sono maschere di puro male, più simili ai nazisti di Indiana Jones che a quelli di Schindler's List. Difficile scorgere in loro qualcosa di creibile, che agevoli lo spettatore a calarsi nella ricostruzione (fanta)storica. A fianco di Hwang Jung-min, attore feticcio del regista e gigionesco musicista jazz che diviene scaltro eroe nell'insurrezione, c'è il talento emergente di Kim Soo-ahn, già bambina sopravvissuta all'invasione di zombi in Train to Busan.

Sei d'accordo con Emanuele Sacchi?
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati