Dheepan - Una nuova vita

Acquista su Ibs.it   Dvd Dheepan - Una nuova vita   Blu-Ray Dheepan - Una nuova vita  
Un film di Jacques Audiard. Con Vincent Rottiers, Marc Zinga, Jesuthasan Antonythasan, Kalieaswari Srinivasan.
continua»
Titolo originale Dheepan. Thriller, Ratings: Kids+13, durata 109 min. - Francia 2015. - Bim Distribuzione uscita giovedì 22 ottobre 2015. MYMONETRO Dheepan - Una nuova vita * * * - - valutazione media: 3,32 su 26 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
maurizio d giovedì 3 settembre 2015
il limite maggiore del film Valutazione 3 stelle su cinque
81%
No
19%

Se non fosse per il finale zuccheroso e per una lunghissima e assurda sparatoria il film poteva davvero aver meritato la palme d'or. Che senso ha un lieto fine quando il resto del film ci mostra solo violenza degrado e morte ? Detto questo il film merita di essere visto almeno per tutta la sua prima parte in cui dominano un attenta analisi della realtà una splendida fotografia ed un acuto studio dell'animo umano.I temi abbordati sono due: l'accoglienza dei rifugiati politici in Europa , con le varie difficoltà che incontrano per inserirsi e quello della vita nelle periferie delle grandi città, dove regna lo spaccio di droga , la violenza , la lotta fra i clan.( vedi Gomorra) Il film pero ha la capacità di raccontare con toni spesso lirici, gli stenti ,le difficoltà, le incomprensioni , i rapportri interpersonali. [+]

[+] lascia un commento a maurizio d »
d'accordo?
fabiofeli lunedì 26 ottobre 2015
anche tu cominci a credere a questa storia? Valutazione 3 stelle su cinque
86%
No
14%

Dheepan di Jacques Audiard /  Un guerriero Tamil (Jesuthasan Antonythasan) deve prendere il nuovo nome, Dheepan, per emigrare in Francia dallo Sri Lanka, abbandonando l'inferno della sua isola che ha distrutto la sua famiglia e il suo esercito. Con una donna, Yalini (Kalieaswari Srinivasan), e un'orfana di 9 anni, Illayal (Claudine Vinasithamby), scovata in un mercato ed affidatale dalla zia per salvarla da un futuro di fame, Dheepan forma una famiglia fittizia arrivando in un sobborgo della banlieu parigina.L'uomo, nonostante l'alto livello di istruzione, capisce che deve fare una scelta obbligata: con l'aiuto decisivo dell'interprete cingalese, che conosce i suoi trascorsi, accetta un lavoro dequalificato di portiere-sorvegliante ed un alloggio miserevole che permettono la sopravvivenza immediata, senza fare domande sugli strani traffici del fabbricato di fronte al suo. [+]

[+] lascia un commento a fabiofeli »
d'accordo?
zoom e controzoom lunedì 26 ottobre 2015
il finale ? fuori dalle righe, peccato Valutazione 3 stelle su cinque
63%
No
38%

Quello che conosciamo della vita degli emigrati, è sempre inferiore a quella che è la loro realtà. Questo potrebbe essere il messaggio, che pur per se stesso banale, è talmente ricco di impliciti sconosciuti, da riempirci sempre poi la mente degli orrori possibili quando come in questo caso, ci vengono presentati in una forma che rimane pur sempre distante dal nostro vissuto. Quest'opera inizialmente con maestria, riassume alcuni luoghi comuni, creando dei fluidi sottintesi per le situazioni già straraccontate : il viaggio sul barcone, la brutalità degli scafisti, l'impatto con la realtà del mondo "civilizzato". Per circa metà film, la cosa funziona e i passaggi, i collegamenti sono comprensibili, poi il regista tocca alcuni argomenti di grande spessore che però, vuoi per scelta tematica che si fissa su precisi argomenti, vuoi per non appesantire ed allungare troppo il film, abbrevia eccessivamente, facendo mancare degli elementi importanti di approfondimento, di drammatizzazione, dando una leggerezza al film mentre in realtà ciò non gli appartiene. [+]

[+] lascia un commento a zoom e controzoom »
d'accordo?
brandokate domenica 25 ottobre 2015
da una guerra all'altra Valutazione 3 stelle su cinque
83%
No
17%

 Un film intenso, drammatico ma aperto alla speranza: accanto al rumore assordante della guerra in Sri Lanka e poi tra le bande della banlieue parigina, ci sono i sussurri, gli sguardi delicati, quasi rubati e le carezze accennate, il timido conoscersi tra un ex guerriero, una giovane donna e una bambina che devono fingere di essere una famiglia per fuggire dalla guerra civile. Una famiglia che da “finta” diventerà vera: un’intimità conquistata giorno per giorno, sofferta. Ma quella guerra la ritrovano a Parigi, a Le Pré: un concentrato di povertà, droga, violenza e sopraffazione. "Le Pré cosa significa?” - chiede Yalini a Dheepan. [+]

[+] lascia un commento a brandokate »
d'accordo?
enrico danelli sabato 21 novembre 2015
un film individualista sul valore della famiglia Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

La storia personale dei tre individui (un uomo, una donna e una bambina) non è per nulla scontata: tre estranei si trovano sulla stessa "barca" di disperati e per necessità uniscono i loro sforzi. La barca non è solo quella fisica, reale, tristemente nota alle cronache di ogni giorno: le sgangherate carrette del mare con cui migliaia di profughi raggiungono le coste europee. La barca che costringe i tre a unire i loro sforzi è il mondo di violenza e sopraffazione con cui ci si deve confrontare anche in Europa se si vive in un quartiere degradato. La  pragmatica convenienza di apparire una vera famiglia lascia man mano spazio ai sentimenti di amore e comprensione che si instaurano fra i tre. [+]

[+] lascia un commento a enrico danelli »
d'accordo?
flyanto lunedì 26 ottobre 2015
la dura lotta per ricostruirsi la propria esistenz Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Che Jacques Audiard sia un regista fuoriclasse lo ha sempre dimostrato in tutti i films che ha girato e che si distinguono dalla massa per il rigore della regia, l'originalità dei soggetti e la scelta azzeccata di ottimi attori. Con "Dheepan - Una Nuova vita" (dove però non compaiono attori noti, almeno al pubblico occidentale) Audiard conferma il proprio talento, vincendo a ragione la Palma d'Oro all'ultimo Festival del Cinema a Cannes. In seguito alle continue e violente guerre civili in Sri Lanka, tre individui, un uomo, una giovane donna ed una bambina di 9 anni, avendo perso tutti i propri familiari più stretti, decidono di fingersi una famiglia vera e propria al fine di riuscire ad emigrare in Occidente. [+]

[+] lascia un commento a flyanto »
d'accordo?
robert eroica sabato 7 novembre 2015
dheepan - una nuova vita Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

“Deephan” palma d’oro all’ultimo Festival di Cannes affronta il tema del flusso immigratorio da una prospettiva laterale e colpisce nel segno contaminando il dramma sociale con il thriller urbano e il tema sempre efficace della giustizia privata. Audiard, un regista che sa il fatto suo e ha già firmato opere importanti come “Sulle mie labbra” e “Il profeta”, questa volta ambienta la storia della conquista di un territorio nelle banlieu francesi, dove una famiglia “di fatto”, fuggita sotto falso nome dalla guerra in Sri Lanka, si trova a vivere in un quartiere spettrale e pericolosissimo, controllato da cima a piedi dai trafficanti di droga. Deephan, la tigre che nella vita precedente combatteva senza pietà, è ora un guardiano pacifico a cui si tiene attaccata una giovane donna e una bambina di nove anni a cui giocoforza deve anche fare da padre. [+]

[+] lascia un commento a robert eroica »
d'accordo?
francesco2 mercoledì 4 novembre 2015
corpi (e)stran(e)i Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Com'era prevedibile, gli ammiratori dell'elogiatissimo "Profeta", ma forse non solo loro, hanno trovato questo un Audiard minore.  Su alcune considerazioni, anche chi scrive si trova d'accordo: il finale discutibile, un'incisività non sempre presente. Ma resta, tra le altre, una chiave di lettura che potrebbe aiutarci a capire meglio
"Dhepaan". Vederlo come un film sui migranti e sui loro CORPI ESTRANEI.
Riflettiamoci un attimo. Già in "Sulle mie labbra" il corpo della Devos era menomato, e lui parlava di una diversa senza scivolare nel pietismo e/o nel politicamente corretto.
Ancora più radicale, possibilmente, diventava il discorso in "Un sapore di", dove -se non ricordo male- bisognava rieducare un corpo ed, al contempo, vivere una storia d'amore. [+]

[+] lascia un commento a francesco2 »
d'accordo?
nerone bianchi lunedì 2 novembre 2015
semplice e complesso Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Dopo tre inquadrature siamo già nella vicenda e ci restiamo fino alla fine, senza difficoltà, con attenzione e piacere. Il dramma dell'emigrazione viene questa volta raccontato da dentro, come se la macchina da presa fosse negli occhi dei tre protagonisti, di quell'improbabile famiglia inventata per fuggire da un paese in guerra, dalla morte, dalla paura e dalla povertà. La vicenda della finta famiglia viene mostrata in tutta la sua irreale difficoltà, fin nei risvolti più quotidiani, senza mai mollare quel filo di attenzione e di empatia che subito si era creato. Siamo al fianco dei tre disgraziati, vogliamo che dopo tanto peregrinare e sofferenza abbiamo uno spazio di serenità, lo stesso che la vita alla periferia della capitale francese non riesce a concedere loro. [+]

[+] lascia un commento a nerone bianchi »
d'accordo?
greatsteven martedì 17 ottobre 2017
le traversie di un guerrigliero tamil srilankese. Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

DHEEPAN – UNA NUOVA VITA (FR, 2015) diretto da JACQUES AUDIARD. Interpretato da JESUTHASAN ANTONYTHASAN, KALIEASWARI SRINIVASAN, VINCENT ROTTIERS, CLAUDINE VINASITHAMNBY, MARC ZINGA

In Sri Lanka divampa la guerra civile. Il guerrigliero Tamil Sivadhasan perde tutti i suoi cari. Quando la situazione si fa troppo pericolosa, l’uomo, rimasto anche senza casa, è costretto a partire in aereo per la Francia. Prima di abbandonar la madrepatria, gli danno carte, passaporto e documenti falsi e gli chiedono di assumere l’identità di Dheepan Natarajan, un combattente morto sei mesi prima, e di fingere che una donna ventiseienne, Yalini, e una bimba di nove anni, Illyaal, siano rispettivamente sua moglie e sua figlia. [+]

[+] lascia un commento a greatsteven »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Dheepan - Una nuova vita | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Cannes (1)
Cesar (13)
BAFTA (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 22 ottobre 2015
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 25 maggio
Roubaix, Une Lumière
martedì 11 maggio
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità