Dheepan - Una nuova vita

Acquista su Ibs.it   Dvd Dheepan - Una nuova vita   Blu-Ray Dheepan - Una nuova vita  
Un film di Jacques Audiard. Con Vincent Rottiers, Marc Zinga, Jesuthasan Antonythasan, Kalieaswari Srinivasan.
continua»
Titolo originale Dheepan. Thriller, Ratings: Kids+13, durata 109 min. - Francia 2015. - Bim Distribuzione uscita giovedì 22 ottobre 2015. MYMONETRO Dheepan - Una nuova vita * * * - - valutazione media: 3,32 su 26 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
greatsteven martedì 17 ottobre 2017
le traversie di un guerrigliero tamil srilankese. Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

DHEEPAN – UNA NUOVA VITA (FR, 2015) diretto da JACQUES AUDIARD. Interpretato da JESUTHASAN ANTONYTHASAN, KALIEASWARI SRINIVASAN, VINCENT ROTTIERS, CLAUDINE VINASITHAMNBY, MARC ZINGA

In Sri Lanka divampa la guerra civile. Il guerrigliero Tamil Sivadhasan perde tutti i suoi cari. Quando la situazione si fa troppo pericolosa, l’uomo, rimasto anche senza casa, è costretto a partire in aereo per la Francia. Prima di abbandonar la madrepatria, gli danno carte, passaporto e documenti falsi e gli chiedono di assumere l’identità di Dheepan Natarajan, un combattente morto sei mesi prima, e di fingere che una donna ventiseienne, Yalini, e una bimba di nove anni, Illyaal, siano rispettivamente sua moglie e sua figlia. [+]

[+] lascia un commento a greatsteven »
d'accordo?
pierluigi mercoledì 28 giugno 2017
una famiglia, per non morire Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Si racconta la triste vicenda di un guerrigliero Tamil che vuole abbandonare lo Shri Lanka dove ha perso moglie e figli e dove il suo esercito è stato sterminato. Tra le macerie della guerra e le carovane di migranti, conosce una giovane donna e una bambina di nove anni, anche loro private degli affetti più cari. E così i tre decidono di espatriare fingendosi una famiglia. Ce la fanno ed eccoli catapultati nella squallida realtà del quartiere Le Pré nella banlieue parigina. Anche qui degrado sociale, violenza per bande, sfruttamento e su tutto la barriera della lingua… Ma il miraggio di una vita normale da ai tre la forza di lottare. Un cinema intimista che evita le trappole della noia con una serie di acute e poetiche osservazioni. [+]

[+] lascia un commento a pierluigi »
d'accordo?
riccardo tavani venerdì 25 novembre 2016
dalla giungla a una banlieue il fuori è dentro Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Il film ha vinto la Palma d’Oro al festival di Cannes 2015 e questo – sorprendentemente – assume un suo significato particolare, proprio alla luce del recente attacco jihadista a Parigi. Dheepan è un guerrigliero tamil che mette in scena la sua morte per fuggire dallo Sri Lanka. Per ottenere lo stato di rifugiato politico mette in scena anche una sua finta famiglia, quella formata da una donna sconosciuta, Yailini, che non è sua moglie e una bambina, Illayaal, che a sua volta non è neanche figlia della donna. Tre persone tra esse sconosciute, senza patria e famiglia, che per comune convenienza e sopravvivenza si associano per rifarsi una nuova vita in Europa. [+]

[+] lascia un commento a riccardo tavani »
d'accordo?
lbavassano martedì 12 aprile 2016
grande cinema Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

C'é molta violenza nei film di Jacques Audiard, ma non è mai una violenza fine a se stessa, nonostante l'alto tasso di spettacolarità delle immagini caratteristica in specie di quest'ultimo. E' una violenza sempre volta a conferire spessore ai personaggi, a rendere intensi e credibili i momenti di tenerezza che pure non mancano, perché Audiard è capace come pochi di coniugare azione ed introspezione. Sono film di forti, fortissimi contrasti, di bellissime storie narrate tramite l'uso magistrale della macchina da presa, tramite la forza delle immagini più che delle parole. I dialoghi sono sempre ridotti al minimo, all'essenziale, e paradossalmente, ma con chiara intenzione, il massimo di comprensione avviene fra due personaggi che parlano lingue diverse in quella che è forse la scena più bella del film. [+]

[+] lascia un commento a lbavassano »
d'accordo?
alexander 1986 sabato 13 febbraio 2016
audiard fra immigrazione e autocritica Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Ex-tigre Tamil fugge dallo Sri Lanka per cominciare una nuova vita in Francia. Con lui, una donna e un bambino dal passato difficile come il suo, e dei quali finge di essere marito e padre. Finché lo scontro con le difficoltà della vita in Europa non lo porterà a rivedere i suoi rapporti con loro. Palma d'oro a Cannes nel 2015, quindi inevitabilmente bistrattato dalla critica perché ritenuto indegno. Esagerazioni: non sarà il migliore film di Audiard, ma ben pochi film raccontano la realtà dell'immigrazione come 'Dheepan'. Non limitandosi cioé alla mera illustrazione dei mali occidentali mediante il riflesso di questi sulla vita degli umili, ma cercando di mostrare di questi il concreto punto di vista. [+]

[+] lascia un commento a alexander 1986 »
d'accordo?
enrico danelli sabato 21 novembre 2015
un film individualista sul valore della famiglia Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

La storia personale dei tre individui (un uomo, una donna e una bambina) non è per nulla scontata: tre estranei si trovano sulla stessa "barca" di disperati e per necessità uniscono i loro sforzi. La barca non è solo quella fisica, reale, tristemente nota alle cronache di ogni giorno: le sgangherate carrette del mare con cui migliaia di profughi raggiungono le coste europee. La barca che costringe i tre a unire i loro sforzi è il mondo di violenza e sopraffazione con cui ci si deve confrontare anche in Europa se si vive in un quartiere degradato. La  pragmatica convenienza di apparire una vera famiglia lascia man mano spazio ai sentimenti di amore e comprensione che si instaurano fra i tre. [+]

[+] lascia un commento a enrico danelli »
d'accordo?
robert eroica sabato 7 novembre 2015
dheepan - una nuova vita Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

“Deephan” palma d’oro all’ultimo Festival di Cannes affronta il tema del flusso immigratorio da una prospettiva laterale e colpisce nel segno contaminando il dramma sociale con il thriller urbano e il tema sempre efficace della giustizia privata. Audiard, un regista che sa il fatto suo e ha già firmato opere importanti come “Sulle mie labbra” e “Il profeta”, questa volta ambienta la storia della conquista di un territorio nelle banlieu francesi, dove una famiglia “di fatto”, fuggita sotto falso nome dalla guerra in Sri Lanka, si trova a vivere in un quartiere spettrale e pericolosissimo, controllato da cima a piedi dai trafficanti di droga. Deephan, la tigre che nella vita precedente combatteva senza pietà, è ora un guardiano pacifico a cui si tiene attaccata una giovane donna e una bambina di nove anni a cui giocoforza deve anche fare da padre. [+]

[+] lascia un commento a robert eroica »
d'accordo?
francesco2 mercoledì 4 novembre 2015
corpi (e)stran(e)i Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Com'era prevedibile, gli ammiratori dell'elogiatissimo "Profeta", ma forse non solo loro, hanno trovato questo un Audiard minore.  Su alcune considerazioni, anche chi scrive si trova d'accordo: il finale discutibile, un'incisività non sempre presente. Ma resta, tra le altre, una chiave di lettura che potrebbe aiutarci a capire meglio
"Dhepaan". Vederlo come un film sui migranti e sui loro CORPI ESTRANEI.
Riflettiamoci un attimo. Già in "Sulle mie labbra" il corpo della Devos era menomato, e lui parlava di una diversa senza scivolare nel pietismo e/o nel politicamente corretto.
Ancora più radicale, possibilmente, diventava il discorso in "Un sapore di", dove -se non ricordo male- bisognava rieducare un corpo ed, al contempo, vivere una storia d'amore. [+]

[+] lascia un commento a francesco2 »
d'accordo?
nerone bianchi lunedì 2 novembre 2015
semplice e complesso Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Dopo tre inquadrature siamo già nella vicenda e ci restiamo fino alla fine, senza difficoltà, con attenzione e piacere. Il dramma dell'emigrazione viene questa volta raccontato da dentro, come se la macchina da presa fosse negli occhi dei tre protagonisti, di quell'improbabile famiglia inventata per fuggire da un paese in guerra, dalla morte, dalla paura e dalla povertà. La vicenda della finta famiglia viene mostrata in tutta la sua irreale difficoltà, fin nei risvolti più quotidiani, senza mai mollare quel filo di attenzione e di empatia che subito si era creato. Siamo al fianco dei tre disgraziati, vogliamo che dopo tanto peregrinare e sofferenza abbiamo uno spazio di serenità, lo stesso che la vita alla periferia della capitale francese non riesce a concedere loro. [+]

[+] lascia un commento a nerone bianchi »
d'accordo?
zoom e controzoom lunedì 26 ottobre 2015
il finale ? fuori dalle righe, peccato Valutazione 3 stelle su cinque
63%
No
38%

Quello che conosciamo della vita degli emigrati, è sempre inferiore a quella che è la loro realtà. Questo potrebbe essere il messaggio, che pur per se stesso banale, è talmente ricco di impliciti sconosciuti, da riempirci sempre poi la mente degli orrori possibili quando come in questo caso, ci vengono presentati in una forma che rimane pur sempre distante dal nostro vissuto. Quest'opera inizialmente con maestria, riassume alcuni luoghi comuni, creando dei fluidi sottintesi per le situazioni già straraccontate : il viaggio sul barcone, la brutalità degli scafisti, l'impatto con la realtà del mondo "civilizzato". Per circa metà film, la cosa funziona e i passaggi, i collegamenti sono comprensibili, poi il regista tocca alcuni argomenti di grande spessore che però, vuoi per scelta tematica che si fissa su precisi argomenti, vuoi per non appesantire ed allungare troppo il film, abbrevia eccessivamente, facendo mancare degli elementi importanti di approfondimento, di drammatizzazione, dando una leggerezza al film mentre in realtà ciò non gli appartiene. [+]

[+] lascia un commento a zoom e controzoom »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Dheepan - Una nuova vita | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Cannes (1)
Cesar (13)
BAFTA (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 22 ottobre 2015
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 25 maggio
Roubaix, Une Lumière
martedì 11 maggio
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità