L'amore bugiardo - Gone Girl

Acquista su Ibs.it   Soundtrack L'amore bugiardo - Gone Girl   Dvd L'amore bugiardo - Gone Girl   Blu-Ray L'amore bugiardo - Gone Girl  
Un film di David Fincher. Con Ben Affleck, Rosamund Pike, Neil Patrick Harris, Tyler Perry, Kim Dickens.
continua»
Titolo originale Gone Girl. Drammatico, durata 145 min. - USA 2014. - 20th Century Fox uscita giovedì 18 dicembre 2014. - VM 14 - MYMONETRO L'amore bugiardo - Gone Girl * * * 1/2 - valutazione media: 3,62 su 141 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
writer58 domenica 21 dicembre 2014
"fight club" 2 Valutazione 3 stelle su cinque
72%
No
28%

"Gone Girl" mi ha lasciato un  vago senso di irritazione. Lo scrivo non perché i miei stati d'animo possano interessare gli eventuali lettori, ma come punto di partenza delle mie impressioni. Le architravi del film sono:
1. L'analisi spietata del potere dei mass media che costruiscono/demoliscono personaggi, che fabbricano santini o mostri sulla base di elementi labili, convenzionali o stereotipi. Una cultura dell'immagine che costruisce universi di finzione recepiti acriticamente dal pubblico ("L'incredibile Amy", "il marito assassino")
2. La rappresentazione corrosiva del matrimonio come un "inferno a due", un luogo dove esercitare pulsioni di controllo, dominio e morte. [+]

[+] assolutamente d'accordo. (di antone73)
[+] le streghe di biancaneve (di lamerlettaia)
[+] è tratto da un bestseller (di astromelia)
[+] lascia un commento a writer58 »
d'accordo?
ilpoponzimo domenica 21 dicembre 2014
l'urlo di fincher Valutazione 4 stelle su cinque
77%
No
23%

Stupore. Angoscia. Silenzio. Si fa quasi fatica a commentare un film del genere. Si fa quasi fatica a rimanerne impassibili. Perche Gone Girl è un film irreale, ma che si guarda con un’atroce senso di realtà. Tutti noi ci sentiamo parte di quel mondo caotico, subdolo, vorace e nauseante che ci viene mostrato da uno degli occhi più complessi del cinema moderno. Già, perche David Fincher è una figura complessa e spesso irrisoluta, che percepisce e fa percepire il suo cinema come un grido d’aiuto. Un grido che agghiaccia lo spettatore e lo condanna al più macabro dei mondi possibili. Una figura complessa e spesso irrisoluta come dicevamo, ma estremamente banalizzata dietro l’immaginario comune che pone Fincher come un punto di passaggio necessario nella dialettica del cinema d’intrattenimento. [+]

[+] lascia un commento a ilpoponzimo »
d'accordo?
mattiabertaina giovedì 23 ottobre 2014
narratori mendaci e risvolti noir, ecco fincher Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Menzogna, paura, sospetto, tradimento, vendetta, pentimento. Il nuovo lavoro del regista David Fincher, Gone girl – l’amore bugiardo, tratto dal romanzo di Gillian Flynn (e sceneggiato da quest’ultimo ndr), è un thriller con risvolti noir serrato, chirurgico, senza sbavature. Fincher è tornato, e con esso la sua messinscena più cupa, come già in Zodiac o Seven, senza sconti, lavorando di cesello e di suggestioni. Gone girl porta sullo schermo la vita matrimoniale di una coppia in difficoltà, tra le vicissitudini familiari e le avversità lavorative; Nick Dunne, interpretato da Ben Affleck e la moglie Amy, Rosamund Pike, sono giunti al loro quinto anniversario, giorno in cui lei scompare lasciando dietro di sé soltanto un tavolino da salotto rovesciato e tracce di sangue frettolosamente ripulite in cucina. [+]

[+] le vere relazioni umane, dissolte nel nulla… (di antonio montefalcone)
[+] lascia un commento a mattiabertaina »
d'accordo?
laurence316 martedì 11 luglio 2017
disturbante e angoscioso thriller dai toni noir Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Sceneggiato dalla stessa autrice a partire dal romanzo "L'amore bugiardo", Gone Girl (ambiguo titolo il cui significato letterale è "ragazza andata"), il 10° film di Fincher regista, è un tremendo e angoscioso film che, per la prima ora, si limita a distribuire indizi e a concentrarsi sul fragore mediatico derivante dall'improvvisa scomparsa di Amy, ma che nel tempo restante diventa una turbinosa discesa in un abisso di follia, cinismo, sospetto e tradimento. Inizialmente si è portati a respingere l'oscura figura che è Nick, ma poi il gioco si ribalta e si avvia verso un crescendo di tensione e suspense dove nulla è più certo, dove il film diventa più imprevedibile, violento e tipicamente dark. [+]

[+] lascia un commento a laurence316 »
d'accordo?
dystopia sabato 25 aprile 2015
sopravvalutato Valutazione 2 stelle su cinque
87%
No
13%

Un film sceneggiato non con i piedi, ma con dei moncherini. Chiunque è capace di scrivere una sceneggiatura ricca di twist ed assurdità, l'abilità sta nel renderla credibile e farla funzionare, fornendo spiegazioni e dettagliando in modo che non si creino buchi narrativi, incongruenze e soprattutto situazioni irrealistiche, perché da un film del genere io mi aspetto una trama consistente e solida, non cose messe lì tanto per allungare la minestra e creare l'effetto sorpresa con dei colpi di scena (anche abbastanza prevedibili, tra l'altro) e situazioni il cui realismo è paragonabile ad un episodio di Tom & Jerry. Potrei fare un elenco interminabile di difetti nello script di questo film, ma non mi sembra corretto spoilerare il tutto a chi eventualmente voglia vederlo ed incappi in questo commento. [+]

[+] lascia un commento a dystopia »
d'accordo?
filippo catani lunedì 22 dicembre 2014
un nuovo capolavoro per fincher Valutazione 5 stelle su cinque
64%
No
36%

Il giorno del quinto anniversario di nozze, una giovane e bella scrittrice scompare letteralmente nel nulla. Il marito, rientrando a casa e notando i segni di una possibile collutazione, avverte immediatamente la polizia. Le indagini porteranno alla luce fatti sconvolgenti.
Possiamo stappare i tappi dello champagne: è tornato il Fincher dei capolavori quali Seven ma soprattutto Fight Club. Purtroppo per elogiare a pieno il film bisognerebbe scendere nei particolari della trama cosa che non farò affatto onde evitare di svelare nulla anche perchè proprio la sceneggiatura a puzzle è uno dei cavalli di battaglia del film. Difficile scorgere un difetto al film che smaschera le tante ipocrisie che spesso si celano dietro le mura di casa e dietro ai sorrisi di circostanza delle interviste. [+]

[+] lascia un commento a filippo catani »
d'accordo?
matteo calvesi martedì 6 gennaio 2015
bugiardo come le maschere, vero come la finzione Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Imprevedibile e intenso, a volte al limite del surreale. Non come la finzione, quella è più che reale. L’amore bugiardo è un film pieno di svolte e cambi di direzione inaspettati che rendono il film originale, sempre vivo e partecipato. Ogni qualvolta sembri che la spiegazione sia lì per esser colta, vicino allo spettatore, la storia e quindi il thriller cambia direzione e prende una piega inaspettata. Dietro alla risoluzione dell’enigma c’è sempre una piano diabolico e meschino più grande di quello che ci si aspetti. Perché “la risposta vera a volte è quella più facile”, ma non è questo il caso. Al centro di tutto c’è la sparizione di una donna, una moglie aristocratica e snob di New York, sposata con un bravo ragazzotto del Missouri, troppo semplice e mediocre per non sentirsi continuamente inferiore rispetto alla moglie. [+]

[+] lascia un commento a matteo calvesi »
d'accordo?
zarar giovedì 1 gennaio 2015
una volta ci davano almeno il lieto fine Valutazione 2 stelle su cinque
64%
No
36%


Film deludente. Confezionato con lusso patinato, abbondanza di colpi di scena, attenzione iperrealistica alla tipologia dei caratteri,  dosaggio calcolato con bilancino di ambiguità,  follia, ingenuità, sadismo, sesso, sangue, con astuta immersione del plot in temi di facile presa (le famiglie distruttive, il potere dei media, la socialità distorta) non ha tuttavia né il sapore diabolico e sulfureo del gioco perverso e gratuito alla Tarantino, né quello di un’analisi convincente e coinvolgente alla Hitchcock di una patologia psicotica.  I grandi temi sono ridotti al grado zero di complessità, i personaggi sono totalmente  senza qualità, agiti, non agenti, pedine di un gioco meccanico fortemente a tesi. [+]

[+] recensione perfetta.. (di luanaa)
[+] lascia un commento a zarar »
d'accordo?
gio gi 2 venerdì 2 gennaio 2015
un thriller zoppo Valutazione 2 stelle su cinque
65%
No
35%

Personalmente non amo il thriller, ma questo non mi impedisce di unire i puntini.

In una cittadina del Missouri un uomo (Ben Affleck) torna a casa e la trova stranamente sottosopra. Teme il rapimento della moglie e chiama la polizia. 
La polizia comincia a indagare sul caso e i più semplici indizi sembrano indicare il marito colpevole dell'omicidio della moglie. Per gli spettatori, che imparano a conoscere da vicino Ben Affleck la situazione non è chiara, ma per media e masse si tratta ovviamente di uxoricidio.
Eppure il film è un giallo, nessuno degli spettatori potrebbe credere così facilmente alla colpevolezza del marito. E infatti l'ispettrice di polizia che si occupa del caso non ha paura di avvertirci a chiare lettere, rispondendo a un suo collega paurosamente privo di spessore, che "spesso la soluzione più semplice non è quella vera". [+]

[+] lascia un commento a gio gi 2 »
d'accordo?
a.i.9lli giovedì 25 giugno 2015
miracolo nel missouri Valutazione 3 stelle su cinque
83%
No
17%

Spesso è capitato che nel passaggio dal titolo straniero a quello italiano ci sia stata un'enorme perdita di significato e profondità, ma non è per nulla quello che accade con Gone girl- L'amore bugiardo. Questa non è la semplice storia di una moglie che scompare da una vita perfetta, ma la mostruosa ed inconcepibile evoluzione di un amore bugiardo, che rapidamente passa da un sentimento idealizzato nei primi fantastici mesi di matrimonio a un'evoluzione spaventosa, incredibile, malata. 
Sembrerebbe il tipico esempio di una crisi matrimoniale che degenera: lei bellissima, intelligente, brillante, lui affascinante, sicuro di sè, creativo; lei illustratrice , madre di un famoso personaggio amato in tutta America, lui giornalista e aspirante scrittore; un solo scenario: New York. [+]

[+] lascia un commento a a.i.9lli »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 »
L'amore bugiardo - Gone Girl | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | writer58
  2° | ilpoponzimo
  3° | mattiabertaina
  4° | laurence316
  5° | dystopia
  6° | filippo catani
  7° | matteo calvesi
  8° | zarar
  9° | gio gi 2
10° | yanomotoharu
11° | a.i.9lli
12° | theblackrider
13° | bruce harper
14° | ilailaria
15° | the thin red line
16° | degiovannis
17° | iuriv
18° | kondor17
19° | aristoteles
20° | great steven
21° | noia1
22° | siper
23° | enrico danelli
24° | gianleo67
25° | lucotti
26° | erischnee
27° | lucapalazzi
28° | fabiofeli
29° | cesare premi
30° | donato prencipe
31° | mardou_
32° | mario nitti
33° | hydroviolante
34° | mr.pink321
35° | sir branco
36° | 1234567890987654321
37° | elgatoloco
38° | redrose
39° | flyanto
40° | pando49
41° | ladyorchid
42° | quintino98
43° | mauridal
44° | no_data
45° | jacopo b98
46° | joker 91
47° | enzo70
48° | marezia
49° | alexander 1986
50° | catcarlo
51° | elvira del guercio
52° | sabrina lanzillotti
53° | eleonora panzeri
54° | iris 29
55° | oliver twein
56° | domenico maria
57° | cinebura
58° | cassiopea
59° | cinebura
60° | andrea diatribe
61° | ultimoboyscout
62° | il folle
63° | mrgrady
64° | dario
65° | ziomax
66° | erry98
67° | marezia
68° | mickey97
69° | mareincrespato70
70° | eugenio
71° | ralphscott
72° | valerypto
Premio Oscar (1)
Golden Globes (7)
Critics Choice Award (7)
BAFTA (2)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità