'71

Film 2014 | Thriller, +13 99 min.

Titolo originale'71
Anno2014
GenereThriller,
ProduzioneGran Bretagna
Durata99 minuti
Regia diYann Demange
AttoriJack O'Connell (II), Sam Reid, Paul Anderson, Sean Harris, Richard Dormer Denise Gough, Charlie Murphy, Sam Hazeldine, Valene Kane, David Wilmot, Martin McCann, Babou Ceesay, Barry Keoghan.
Uscitagiovedì 9 luglio 2015
TagDa vedere 2014
DistribuzioneGood Films
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,39 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Yann Demange. Un film Da vedere 2014 con Jack O'Connell (II), Sam Reid, Paul Anderson, Sean Harris, Richard Dormer. Cast completo Titolo originale: '71. Genere Thriller, - Gran Bretagna, 2014, durata 99 minuti. Uscita cinema giovedì 9 luglio 2015 distribuito da Good Films. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,39 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi '71 tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Un soldato britannico deve muoversi tra le pericolose strade di Belfast, dopo essere stato lasciato accidentalmente indietro dalla sua unità. Il film ha ottenuto 2 candidature a BAFTA, Al Box Office Usa '71 ha incassato nelle prime 6 settimane di programmazione 1,2 milioni di dollari e 60,1 mila dollari nel primo weekend.

'71 è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,39/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,50
PUBBLICO 3,67
CONSIGLIATO SÌ
Un susseguirsi senza scampo di speranze, fragilità, possibilità di futuro che vengono infrante da una logica demolitrice.
Recensione di Giancarlo Zappoli
sabato 8 febbraio 2014
Recensione di Giancarlo Zappoli
sabato 8 febbraio 2014

Inghilterra 1971. La recluta Gary Hook viene inviato in Irlanda del Nord. La situazione sarebbe apparentemente semplice (i Protestanti 'amici' da una parte e i Cattolici 'nemici' dall'altra) se non fosse che all'interno dell'IRA ci sono due fazioni in lotta tra loro. L'accoglienza non è ovviamente delle migliori ma le cose si aggravano per il soldato quando scopre casualmente che alcuni ufficiali dell'esercito sono coinvolti nella fabbricazione di ordigni per gli attentati.
Il cinema britannico non è certo nuovo a narrazioni che consentano di ripensare il lungo conflitto che insanguinò l'Irlanda del Nord tenendo l'Europa e il mondo intero in ansia. Da Jim Sheridan a Ken Loach è lunga la lista dei registi importanti che hanno affrontato la spinosa questione. In questo caso siamo invece dinanzi a un esordio nel lungometraggio di un regista acclamato per la serie Top Boy il quale non è tanto interessato ad indagare su torti e ragioni degli uni e degli altri o alla ricostruzione storica. Ciò che lo coinvolge e lo spinge a realizzare un film in cui la macchina da presa è in costante movimento non è neppure l'azione finalizzata a se stessa. Gli interessa invece proporre una riflessione (non dimenticando lo spettacolo) sul ruolo assegnato a giovani, ragazzi e bambini in qualsiasi conflitto e ancor più in quelli che lacerano al proprio interno una nazione. A partire dalla recluta Hook (non dimentichiamo che in inglese il termine significa gancio/uncino) '71 è un susseguirsi di speranze, fragilità, possibilità di futuro che vengono infrante da una logica demolitrice di qualsiasi ideale che non sia portatore di morte per il 'nemico' del momento. Chi sembra voler combattere per un futuro migliore da consegnare alle nuove generazioni in realtà ne sta bruciando, giorno dopo giorno, idealmente e materialmente le esistenze. È un film questo in cui lo sguardo e il corpo sempre più segnati del protagonista si aggirano inizialmente interroganti e poi in cerca di salvezza in un inferno in cui anche la luce è sporca e ragazzini e coetanei ne hanno interiorizzato l'ammorbante pervasività che sembra non lasciare scampo.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

1971, la recluta Gary, arruolatasi da poco nell'esercito inglese, dopo il solito duro e insensato addestramento, è mandata a Belfast. Con lui molti coetanei e giovani ufficiali, inesperti e in buona fede. allo sbaraglio, ad affrontare una guerra civile più o meno mai interrotta dall'inizio del '900 e pronta a esplodere. Durante disordini di strada, pessimamente gestiti dai superiori, Gary resta tagliato fuori e, terrorizzato, si nasconde nei vicoli e negli androni della città. Intorno a lui inglesi e irlandesi, militari e ambigui corpi speciali, seguaci dell'IRA, cani sciolti, doppiogiochisti. L'esordiente Demange, dopo averci mostrato una strepitosa (per come è filmata) fuga con inseguimento all'inizio del film, racconta un clima di tensione e violenza, realistico e tremendo, un'umanità che non è banalmente fatta di buoni e cattivi, ma che non offre molta speranza a un futuro migliore; con toni secchi, senza sbavature, con un piglio sicuro e deciso, degno di un veterano del cinema politico-bellico. Da vedere la sua opera prima e da tenere d'occhio per il futuro.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
'71
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
-
-
TIMVISION
-
-
-
-
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 16 luglio 2015
filippotognoli

Il tema e' dei piu' sfruttati della cinematografia recente: l'eterno conflitto tra cattoli e protestanti, nello specifico a Belfast, in Irlanda (del Nord).Film come "Michael Collins", "Nel nome del padre", "Bloody Sunday", "Hunger", solo per citare i piu' recenti, hanno tutti raccontato la stessa tematica, anche se in forme e modi diversi.

lunedì 30 novembre 2015
Filippo Catani

Belfast 1971. Durante una perquisizione, un soldato britannico non riesce a ricongiungersi con i propri compagni e dovrà cercare di passare indenne la notte nel quartiere cattolico. Un buon film sulla lotta che per anni ha insanguinato l'Irlanda del Nord. Diciamo che il valore della storia sta sia nella parte chiamiamola così di azione in cui il giovane soldato cerca di sopravvivere [...] Vai alla recensione »

giovedì 21 gennaio 2016
TheMaster

Yann Demange gira un war movie atipico,in quanto,giudicando il plot poteva venirne fuori decisamente un videogiocone,con scene d'azione esagerate e una trama sviluppata in malomodo,invece il regista decide invece di puntare su una regia emotional ma mai troppo esasperata o sopra le righe,si concede infatti a delle inquadrature suggestive,evocative e che valorizzano i personaggi,che appaiono sempre [...] Vai alla recensione »

martedì 9 febbraio 2016
LBavassano

Estremamente realistico, e giustamente "sporco", nell'aspro sonoro dei dialoghi così come nel mosso dell'immagine, per una rappresentazione della guerra lontana da ogni schieramento ideologico e da ogni retorica, di tutte le guerre, ma soprattutto di quelle inestricabilmente intrecciate al terrorismo. Come accadde nell'Irlanda del Nord, come continua ad accadere.

martedì 23 febbraio 2016
Jack Beauregard

Belfast, 1971. La lotta per la sopravvivenza di un soldato inglese durante una lunga notte di violenza. Bello, compatto, estremamente violento, con un ritmo incalzante, a tratti allucinato e allucinante e con momenti di grandissima tensione. Uno dei migliori film ambientati in uno scenario al limite della guerra civile, nel solco della già consistente produzione cinematografica [...] Vai alla recensione »

giovedì 27 dicembre 2018
Giovanni Belfiori

Non c'è speranza, nessuna, e non c'è salvezza se non nel tuo intimo, privato mondo di affetti. E anche quella è una salvezza provvisoria, illusoria. Guardatelo, se vi capita, '71' del regista franco-inglese Yann Demange, uscito nelle sale nel 2014 e disponibile in questi giorni su Sky Cinema.Un film duro, ruvido, sporco. È ambientato a Belfast, nel 1971 appunto.

martedì 10 novembre 2015
Kronos

L'esordio sul grande schermo di Yann Demange è un film dalle molteplici chiavi di lettura: si può inquadrare come cinema a sfondo bellico, Thriller metropolitano,  oppure saggio storico-sociale sulla guerra civile nell'Ulster. Piani differenti che si fondono alla perfezione senza che un aspetto prevarichi gli altri. I meriti vanno condivisi tra una sceneggiatura calibratissima, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 15 luglio 2015
brian77

Buon film, ben costruito, con un bel ritmo. La regia è sempre un po' ovvia, ma la costruzione è incalzante e il film è di sicuro tra le cose migliori di fine stagione. Tre stellette e mezza se le merita tutte, peccato non se ne stia accorgendo quasi nessuno, forse è mal distribuito, chissà: ma merita.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Nepoti
La Repubblica

Il 1971 è l'anno che precede il "bloody sunday", la domenica di sangue in cui l'esercito inglese aprì il fuoco contro un corteo di manifestanti irlandesi. La situazione, però, è già al punto di rottura; e ne fa le spese, tra gli altri, la recluta dell'esercito britannico Gary Hook. Dopo un severo addestramento il ragazzo è inviato a Belfast assieme al suo reggimento.

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Avvincente dramma sulla sopravvivenza, ambientato, come fa intendere l'ermetico titolo, in un periodo contrassegnato da una odiosa guerra fratricida. A Belfast, dei due soldati inglesi rimasti isolati dopo la fuga del reparto, Thompson viene subito ammazzato, Gary Hook riesce a svignarsela. Ma è ferito e spaventato. Come si riconoscono i nemici? Le troppe scene buie e le facce tutte uguali, cadenzate [...] Vai alla recensione »

Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

Nella Belfast martoriata dagli scontri tra l'IRA e l'esercito britannico un giovane soldato semplice si trova invischiato in una situazione d'indecifrabile pericolo. Ma Gary, questo è il suo nome, non è il solo a non capire cosa stia accadendo: il Caos regna sovrano, tutti combattono contro tutti tra militanti ufficiali, provvisori, lealisti protestanti e nazionalisti cattolici, senza contare le spie, [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Film d'esordio molto interessante sia per qualità formale che per ottica di approccio, '71 ci introduce nel cuore dell'Irlanda del Nord del 1971, già da qualche anno lacerata dalla guerra civile (i cosiddetti Troubles), sullo sguardo di Gary: un soldatino inglese (incarnato con trepidante sensibilità da Jack O'Connell) che, alla sua prima missione a Belfast, finisce intrappolato per un'interminabile [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati