Terramatta

Film 2012 | Documentario 75 min.

Anno2012
GenereDocumentario
ProduzioneItalia
Durata75 minuti
Regia diCostanza Quatriglio
AttoriRoberto Nobile .
TagDa vedere 2012
DistribuzioneCinecittà Luce
MYmonetro 3,17 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Costanza Quatriglio. Un film Da vedere 2012 con Roberto Nobile. Genere Documentario - Italia, 2012, durata 75 minuti. distribuito da Cinecittà Luce. - MYmonetro 3,17 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Terramatta tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

L'analfabeta siciliano Vincenzo Rabito racconta il Novecento attraverso migliaia di fitte pagine dattiloscritte raccolte in quaderni legati con la corda.

Terramatta è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,17/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,33
CONSIGLIATO SÌ
Ricognizione poetica dallo stile dimesso di un uomo del popolo che ha saputo dare spazio alla bellezza letteraria.
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 5 settembre 2012
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 5 settembre 2012

Vincenzo Rabito era un ragazzo del '99, nato in Sicilia e mandato alla guerra a consumare la "disonesta vita" del soldato. Orfano di padre e lontano dalla sua terra, Vincenzo viveva intensamente e sognava di tornare un giorno a Chiaramonte Gulfi a raccontare le sue storie, quelle raccolte in un diario dattiloscritto lungo 1027 "pagene". Perché Vincenzo aveva urgenza di dirsi e di dire quel Paese che due guerre avevano fiaccato e che adesso bisognava ricostruire. E lui alla ricostruzione della sua nazione ha contribuito letteralmente, asfaltando le strade provinciali della Sicilia, e idealmente, redigendo un'autobiografia con un linguaggio lirico e straordinariamente familiare, dove il siciliano eccede l'italiano. Conseguita la licenza elementare alla soglia dei trentacinque anni, Vincenzo non si è mai arreso all'ignoranza, cercando un'istruzione e trovando un linguaggio per affermare il suo mondo interiore in relazione dialettica col mondo e con le prove che la vita lo chiamava ad affrontare.
Contadino, soldato, carpentiere e finalmente scrittore, Vincenzo Rabito è morto letterato nel 1981 e le sue memorie, diventate un sorprendente caso letterario, sono state premiate nel 2000 nel concorso diaristico nazionale di Pieve Santo Stefano e poi pubblicate da Einaudi. Sette quaderni battuti a macchina e tenuti insieme da uno spago, milioni di parole interrotte da un punto fermo e una virgola breve, milioni di periodi composti a (ri)creare una terra bella e brutale, battuta dalle guerre mondiali, ridotta a una 'fame endemica', sedotta dall'avventura coloniale, piegata dal fascismo, affrancata dalla Repubblica, soccorsa dal miracolo economico, separata dall'emigrazione, agitata dalle contestazioni, intorpidita da un passato che non passa.
Fonicamente musicale e interpretato dalla voce di Roberto Nobile, l'italiano deformato di Vincenzo compone un canto epico che Costanza Quatriglio porta sullo schermo integrando la parola scritta con immagini di repertorio. Lo sguardo della Quatriglio 'sfoglia' e segue la tenace (r)esistenza di un uomo che, attraverso la volontà e l'applicazione, riuscì a dare alla propria vita incolta e infelice un senso profondo di speranza. Frammenti di repertorio in bianco e nero scorrono dietro le parole restituendo lo stato d'animo del loro autore con cui entriamo in comunicazione e ci mettiamo in comune.
Terramatta prende la forma di una ricognizione poetica con uno stile dimesso e al servizio della storia che racconta. Quella di un uomo del popolo che in tempi bui e ostili ha trovato in se stesso le ragioni profonde per dare possibilità e colore al proprio esistere. Un uomo che ha saputo tentare la vita infilando la propria strada, che ha testimoniato il desiderio vivendo (e scrivendo) il proprio, che ha saputo dare spazio alla bellezza e all'immaginazione letteraria abitandole.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
TERRAMATTA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 12 settembre 2012
RONGIU

Se sei un contadino piccolo e con l’aggravante del “completamente inalfabeto”; la possibilità di diventare uno scrittore è nulla o quasi;  la bestemmia, l’imprecazione e compagnia bella, sono, tue compagne di viaggio inseparabili. Tuttavia, se quello stesso “Patreterno, \che/quelle che voglino vivere onestamente, in vece di aiutarle li fa morire”, [...] Vai alla recensione »

sabato 15 settembre 2012
McMurphy87

Vincenzo Rabito stava con tutti,comunisti,fascisti poi di nuovo comunisti,poi con tutti e due "giusto per farli contenti" diceva lui,perché le cose importanti della vita sono altre. Vincenzo era semi-analfabeta,ma non se ne preoccupava piu' di tanto,lui aveva un linguaggio tutto suo e non si vergognava di battere a macchina in maniera completamente sgrammaticata e senza punteggiatura [...] Vai alla recensione »

domenica 9 settembre 2012
Savior

Molto veritiero nel descrivere la vita alquanto magra della maggior parte degli abitanti della sicilia dell'inizio del novecento, il film autobiografico non poteva certo discostarsi molto della storia di quest'uomo, che ha il merito di voler a tutti costi preparare un futro migliore per i suoi figli, ritengo che il regista avrebbe potuto integrare la storia con alcune vicende, politiche avvenute [...] Vai alla recensione »

giovedì 28 marzo 2013
brian77

Sarei curioso di sapere il meccanismo con cui viene prodotto un film come questo. Com'è che recupera i costi di produzione? Qual è il percorso per cui un produttore investe soldi in una produzione di questo tipo e poi li recupera ottenendo un attivo in grado di fargliene produrre altri? Vendite alle tv? E' un meccanismo che non comprendo.

NEWS
NEWS
venerdì 7 settembre 2012
 

Contadino, soldato, carpentiere e finalmente scrittore, Vincenzo Rabito è morto letterato nel 1981 e le sue memorie, diventate un sorprendente caso letterario, sono state premiate nel 2000 nel concorso diaristico nazionale di Pieve Santo Stefano e poi [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati