Miral

Film 2010 | Drammatico 112 min.

Regia di Julian Schnabel. Un film con Hiam Abbass, Freida Pinto, Yasmine Al Massri, Ruba Blal, Alexander Siddig. Cast completo Genere Drammatico - India, Israele, Francia, Italia, 2010, durata 112 minuti. Uscita cinema venerdì 3 settembre 2010 distribuito da Eagle Pictures. - MYmonetro 2,71 su 15 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi




oppure

Dopo il grave attentato compiuto da una zia, la giovane palestinese Miral viene inviata dal padre in un collegio-orfanotrofio israeliano. In Italia al Box Office Miral ha incassato nelle prime 6 settimane di programmazione 198 mila euro e 66,8 mila euro nel primo weekend.

Passaggio in TV
giovedì 22 agosto 2019 ore 17,10 su SKYCINEMADRAMA

Miral è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,71/5
MYMOVIES 2,75
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,94
CONSIGLIATO SÌ
Una giovane donna e la realtà israelo-palestinese raccontata con didascalismo dal visionario Schnabel.
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 2 settembre 2010
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 2 settembre 2010

Gerusalemme 1948. Hindi Hussein incontra nella strada 55 bambini palestinesi orfani che hanno perso i loro cari in un attacco israeliano. Li porta a casa sua e offre loro rifugio. Nel giro di pochi mesi gli orfani che ricevono aiuto da lei raggiungono il numero di 2000. La casa di Hindi si trasforma nell'Istituto Al-Tifl Al-Arabi (La Casa dei Bambini) divenendo simbolo di speranza e di istruzione per i più piccoli travolti dal conflitto. Trent'anni dopo sarà ospite della Casa un abambina di sette anni la cui madre si è suicidata. Si tratta di Miral che, una volta divenuta una ragazza decide di impegnarsi attivamente a favore del suo popolo rischiando in prima persona e vivendo sulla sua pelle le contraddizioni di quella complessa condizione politica e sociale.
Miral è il nome di un fiore che cresce ai bordi delle strade, uno di quelli che sbocciano a migliaia ma che pochi notano. Julian Schnabel, artista a tutto tondo e da sempre attento a vicende di chi viene posto dalla vita sul difficile ed arduo crinale delle scelte determinanti, non poteva non dare attenzione al libro di Rula Jebreal che mescola storie tutte rigorosamente vere perché, come afferma, "Non esiste spazio per l'immaginazione nel Medio Oriente. Puoi solo raccontare quello che hai visto coi tuoi stessi occhi. Ogni singolo giorno questo luogo ti obbliga a decidere chi devi essere e cosa devi fare. E' un qualcosa che ti viene imposto". La vicenda narrata nel libro però ha finito con l'imporsi alla densa visionarietà di Schnabel quasi forzandolo a un didascalismo che può risultare sicuramente efficace per un pubblico giovane (che poco o nulla sa delle vicende mediorientali) ma che fa rimpiangere la complessità stilistica de Lo scafandro e la farfalla.
Perché se Hindi è il fil rouge che unisce le storie personali ci troviamo poi a seguire ciò che accade a Nadia e a sua figlia Miral senza che alcuno scatto narrativo ci aiuti ad entrare 'dentro' le loro storie. Le osserviamo, con tristezza così come Miral bambina quando vede abbattere, senza alcuna ragione se non quella del più forte, una povera abitazione palestinese. Schnabel sembra ritrovare la propria vena (quasi che prima avesse 'voluto' aderire quanto più possibile all'esperienza tradotta in libro dalla sua attuale compagna) quando in Miral si fanno sempre più laceranti le contraddizioni tra l'ideologia e l'incontro con le persone reali obbligandola a decodificare ciò che la circonda con uno sguardo profondamente diverso ma non per questo acquiescente.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Nella Gerusalemme del 1948, Hindi Hussein accoglie nella sua casa un gruppo di 55 bambini incontrati per strada che hanno perso i genitori in un attacco israeliano. L'incontro le cambia la vita e decide di trasformare la sua casa in un centro di accoglienza per piccoli orfani, cui dedica tutta la sua vita. Nasce così l'istituto Dar Al Tifel. Tra i suoi ospiti, un giorno arriva Miral, un bimba speciale. Dal romanzo autobiografico La strada dei fiori di Miral di Rula Jebreal, giornalista televisiva palestinese naturalizzata italiana, che l'ha anche sceneggiato, un film che è stato contestato da diverse associazioni ebraiste con l'accusa di essere filopalestinese e di cui lo stesso governo israeliano ha tentato di impedire la proiezione all'Assemblea generale delle Nazioni Unite nel marzo 2011. Diretto da un regista ebreo-americano, è un film che, come dice lo stesso autore, cerca "solo di raccontare quello che hai visto con i tuoi stessi occhi. Ogni singolo giorno questo luogo ti obbliga a decidere chi devi essere e cosa devi fare". Attraverso storie di donne (intense, in modo diverso, sia la bravissima Abbass sia la Pinto), esprime il lacerante conflitto quotidiano tra l'ideologia e l'essere umano, e gli incontri tra persone. Fotografia: Eric Gautier. Eagle Pictures distribuisce.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
MIRAL
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD

-
-
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
NOW TV

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 9 novembre 2010
Jayan

Un bellissimo film sulla difficile situazione della Palestina/Israele, sulle continue prevaricazioni, occupazioni di suolo e restrizioni delle libertà da parte degli israeliani sul popolo palestinese, e su come, con il coraggio, l'amore e l'altruismo si possano combattere l'odio e la guerra. Un grande messaggio di pace e di amore disinteressato.

martedì 14 settembre 2010
renato volpone

Il film merita 5 stelle perchè emoziona fortemente e lascia una profonda impronta nel cuore. E' un film sulle donne, sul loro coraggio, sulla loro fragilità, sulla loro capacità di amare. Ognuna delle donne presenti nel film penetra nell'animo come un coltello affilato e la morte di alcune di esse viene percepita come una privazione dolorosa. La sensazione è la sofferenza del conflitto, della guerra, [...] Vai alla recensione »

lunedì 29 giugno 2015
sergio dal maso

“Miral è un fiore rosso che cresce ai lati della strada. Probabilmente ne avrete visti milioni”.   Miral è anche il nome della ragazza palestinese protagonista della storia. Una storia intensa, dura e commovente, che unisce passione e dolore, amore e odio. Drammatica e straziante come la Storia con la esse maiuscola, quella del suo popolo e del conflitto israelo-palestinese [...] Vai alla recensione »

martedì 27 settembre 2011
Francesco2

Le prime immagini di questo film, che il pittore e regista Schnabel, compagno della giornalista Ruta Jebreal (Vista anche nella TV italiana)ha tratto da un suo testo autobiografico, potrebbero lasciare sperare a chi non conosca per sommi capi il film che abbia lo stesso taglio di un film non perfetto ma sensibile come "Donne senza uomini". Purtroppo, invece, non siamo affatto dalle parti del cinema [...] Vai alla recensione »

venerdì 8 aprile 2016
Nakba

Avevo letto il libro, che non mi aveva emozionato. Speravo in qualcosa di più dal film, dal regista dello "Scafandro e la farfalla". Invece, salvo qualche raro momento di intensità emotiva, l'ho trovato superficiale come il libro. La tragedia del popolo palestinese viene appena sfiorata dal racconto, i massacri compiuti dall'Irgun e dalla banda Stern con l'acquiescenza dell'esercito israeliano appena [...] Vai alla recensione »

martedì 22 marzo 2011
ipno74

Il film è uno stupendo e crudo affresco storico della liberazione della palestina dagli israeliani. La storia inizia per primo con la creazione di questa scuola che prende con se tutti i bambini abbandonati o profughi della guerra. Poi, una seconda parte,  passa alla fuga di una ragazza violentata dal padre, questa diventa un'alcolizzata ( proibitissimo in israele) ed incontra un [...] Vai alla recensione »

lunedì 31 gennaio 2011
doni64

Film reale, crudo che rispecchia la realta' attuale in Palestina con la guerra e le su crudelta' verso gli esseri umani e specialmente verso i piu' deboli.Il film che assomiglia ad un documentario e' interessante ma nel complesso non delucida nullo di nuovo.Voto 6+

martedì 21 settembre 2010
paolorol

Se proprio vogliamo riconoscere un qualche merito a questo polpettone, allora diciamo che può forse forse chissà..avere un qualche valore didascalico, ma non ne sono per niente certo. Schnabel ha trasposto filmicamente, con scarsa creatività e con una buona dose di pedanteria, il romanzo scritto dalla compagna, la bellissima giornalista Rula Jabreal, nota da noi per Annozero [...] Vai alla recensione »

mercoledì 15 settembre 2010
elena m.

lo trovo utile perchè didattico ,in quanto mostra la realtà quotidiana dei palestinesi ,fin dall'inizio dei loro problemi. l'unico pregio che gli riconosco.

lunedì 25 ottobre 2010
Reservoir Dogs

Miral, film che presenta pultroppo difetti già nella struttura in quanto definito dallo stesso regista Julian Schnabel un film di denuncia sui fatti accaduti nell'ultimo mezzo secolo in Palestina. Quei fatti che proprio nel film sono trattati frettolosamente e che servono solo da contorno per la storia  di Hindi, Nadia e sua figlia Miral.

mercoledì 4 gennaio 2012
molenga

due stelle al film, una in aggiunta perché é realizzato da un ebreo "costretto" dall'amore per la sua attuale compagna a prendere atto della condizione del popolo palestinese. Miral é tratto dal libro dell'ex giornalista rula jebreal, uno scritto molto autobiografico che racconta delle difficoltá di crescere dalla parte sbagliata del -ahimé, ormai [...] Vai alla recensione »

martedì 7 settembre 2010
francesca50

il film di J. Schnabel e della Jebreal mi ha molto interessata e "presa" oltre che commossa. Finalmente un film che guarda con occhio attento, ma senza violenza la QUESTIONE PALESTINESE e che non vede gli israeliani tutti solo come brutti e cattivi. In esso non si sottovalutano, però, le condizioni degli arabi palestinesi, pur cercando di lanciare un messaggio di speranza.

giovedì 2 settembre 2010
marezia

2 stelle e 1/2... Perché? Perché è troppo fedele al libro (dell'attuale compagna, un po' di gossip non fa mai male) o perché poco visionario? Zappoli, alle volte bisogna cambiare per essere se stessi. Soprattutto per gli artisti e Schnabel è UN ARTISTA. E come artista INTELLIGENTE si adegua alla materia spiazzando chi si aspetta sempre la solita minestra. Vai alla recensione »

FOCUS
INCONTRI
giovedì 2 settembre 2010
Gabriele Niola

Freida Pinto, grande assente Impossibilitata a venire per "un problema personale che l'ha costretta a tornare in India", Freida Pinto non è più a Venezia per presentare il suo nuovo film, Miral, diretto da Julian Schnabel e scritto assieme a Rula Jebreal. Un ensemble molto curioso. Schnabel è infatti regista noto più che altro per i lavori musicali e per Lo scafandro e la farfalla, la Pinto una star indiana arrivata alla notorietà con The Milionaire e infine Rula Jabreal è una giornalista televisiva palestinese naturalizzata italiana, nota la pubblico italiano per le sue apparizioni televisive [...]

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Thomas Sotinel
Le Monde

Il n'est sans doute pas de très bonne guerre de citer le dossier de presse d'un film pour dire toute l'exaspération qu'on a eue à sa vision. Mais on y trouve l'expression "conscient que ce type de sujet avait rarement été abordé au cinéma", pour définir l'attitude du réalisateur Julian Schnabel face au projet d'un film sur le conflit israélo-palestinien.

NEWS
LIBRI
mercoledì 22 settembre 2010
Fabio Secchi Frau

La recensione *** Una donna che avrebbe voluto fare di più nella vita per la sua Gerusalemme e per i suoi abitanti; una madre che sogna di poter dare alle proprie figlie un futuro migliore del suo; una ragazza che sente il peso della “normalità” [...]

NEWS
venerdì 3 settembre 2010
Nicoletta Dose

Piccola grande Miral Ci sono giorni in cui il cinema spezza la quotidianità degli spettatori, coinvolgendoli in storie surreali ambientate in luoghi lontani. Le sale del weekend accolgono film per tutti i gusti, portando vicino a noi conflitti distanti [...]

GALLERY
venerdì 3 settembre 2010
 

Una storia drammatica e appassionante Apprezzato sia dalla critica che dal pubblico, ieri Miral di Julian Schnabel (Lo scafandro e la farfalla) ha portato alla Mostra la drammatica realtà israelo-palestinese.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati