Miral

Acquista su Ibs.it   Dvd Miral   Blu-Ray Miral  
Un film di Julian Schnabel. Con Hiam Abbass, Freida Pinto, Yasmine Al Massri, Ruba Blal, Alexander Siddig.
continua»
Drammatico, durata 112 min. - India, Israele, Francia, Italia 2010. - Eagle Pictures uscita venerdý 3 settembre 2010. MYMONETRO Miral * * 1/2 - - valutazione media: 2,71 su 15 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
jayan martedý 9 novembre 2010
l'amore e l'altruismo contro l'odio e la guerra Valutazione 4 stelle su cinque
71%
No
29%

Un bellissimo film sulla difficile situazione della Palestina/Israele, sulle continue prevaricazioni, occupazioni di suolo e restrizioni delle libertà da parte degli israeliani sul popolo palestinese, e su come, con il coraggio, l'amore e l'altruismo si possano combattere l'odio e la guerra. Un grande messaggio di pace e di amore disinteressato. Il coraggio di una donna che accoglie a casa sua i numerosi orfani della guerra israelo-palestinese, una donna che rinunciò al desiderio di vendetta e di azione violenta per operare a un altro livello: quello dell'amore, dell'accoglienza di questi bambini che non avevano nessuno che si curasse di loro. Lei fonda un orfanotrofio: "La casa del fanciullo", che ancora oggi opera a Gerusalemme Est. [+]

[+] lascia un commento a jayan »
d'accordo?
renato volpone martedý 14 settembre 2010
veramente bello Valutazione 5 stelle su cinque
56%
No
44%

Il film merita 5 stelle perchŔ emoziona fortemente e lascia una profonda impronta nel cuore. E' un film sulle donne, sul loro coraggio, sulla loro fragilitÓ, sulla loro capacitÓ di amare. Ognuna delle donne presenti nel film penetra nell'animo come un coltello affilato e la morte di alcune di esse viene percepita come una privazione dolorosa. La sensazione Ŕ la sofferenza del conflitto, della guerra, dei soprusi, e le donne ne sono le vittime sacrificali. Il riscatto avviene attraverso la lotta, la capacitÓ di mettersi in gioco, il sapersi dare senza chiedere nulla in cambio, anzi dando tutto se stesse per un mondo migliore. E questo film Ŕ dedicato a tutte le persone che vogliono un mondo migliore

[+] lascia un commento a renato volpone »
d'accordo?
sergio dal maso lunedý 29 giugno 2015
miral Valutazione 3 stelle su cinque
51%
No
49%

“Miral è un fiore rosso che cresce ai lati della strada. Probabilmente ne avrete visti milioni”.
 
Miral è anche il nome della ragazza palestinese protagonista della storia.
Una storia intensa, dura e commovente, che unisce passione e dolore, amore e odio. Drammatica e straziante come la Storia con la esse maiuscola, quella del suo popolo e del conflitto israelo-palestinese. Sullo sfondo della vita di Miral c’è infatti la dura realtà della guerra, dei campi profughi e della rivolta dell’Intifada. Il film attraversa il contesto storico politico mediorientale dalla fondazione dello Stato di Israele nel 1948 agli Accordi di Pace di Oslo del 1994, utilizzando anche spezzoni originali di cinegiornali d’epoca. [+]

[+] lascia un commento a sergio dal maso »
d'accordo?
francesco2 martedý 27 settembre 2011
la pace sia con voi Valutazione 2 stelle su cinque
67%
No
33%

Le prime immagini di questo film, che il pittore e regista Schnabel, compagno della giornalista Ruta Jebreal (Vista anche nella TV italiana)ha tratto da un suo testo autobiografico, potrebbero lasciare sperare a chi non conosca per sommi capi il film che abbia lo stesso taglio di un film non perfetto ma sensibile come "Donne senza uomini". Purtroppo, invece, non siamo affatto dalle parti del cinema corale. Ci si concentra anzi sulle vicissitudini della protagonista, la cui madre era una delle donne viste in precedenza, ed il cui gesto esacerberÓ ulteriormente l'atteggiamento del padre, quando questi comprenderÓ che la figlia, nonostante l'affetto per la direttrice del collegio che l'ha accolta, vorrÓ dare alla propria esistenza un taglio non disgiunto dalle tensioni che scuotono (Violentemente) il proprio paese. [+]

[+] lascia un commento a francesco2 »
d'accordo?
nakba venerdý 8 aprile 2016
la diaspora di un popolo Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

Avevo letto il libro, che non mi aveva emozionato. Speravo in qualcosa di pi¨ dal film, dal regista dello "Scafandro e la farfalla". Invece, salvo qualche raro momento di intensitÓ emotiva, l'ho trovato superficiale come il libro. La tragedia del popolo palestinese viene appena sfiorata dal racconto, i massacri compiuti dall'Irgun e dalla banda Stern con l'acquiescenza dell'esercito israeliano appena accennati, violati in questo modo nella loro drammaticitÓ e disumanitÓ...Nel libro, ad esempio, lo sterminio di civili, adulti e bambini, del villaggio di Deir Yassin non viene neppure nominato, il fatto che una cinquantina di palestinesi fossero stati fatti sfilare nudi per le strade di Gerusalemme in segno di totale disprezzo neppure. [+]

[+] lascia un commento a nakba »
d'accordo?
ipno74 martedý 22 marzo 2011
troppo odio negli uomini Valutazione 4 stelle su cinque
29%
No
71%


Il film è uno stupendo e crudo affresco storico della liberazione della palestina dagli israeliani.
La storia inizia per primo con la creazione di questa scuola che prende con se tutti i bambini abbandonati o profughi della guerra.
Poi, una seconda parte,  passa alla fuga di una ragazza violentata dal padre, questa diventa un'alcolizzata ( proibitissimo in israele) ed incontra un uomo, che si innamora di lei e poi, scopre di essere in cinta e si sposano.
Terza parte, la storia di Miral, bellissima ragazza che si allea con i palestinesi per avere la libertà dagli israeliani.
Il film è girato bene, con una bellissima sceneggiatura e ottimi dialoghi. [+]

[+] lascia un commento a ipno74 »
d'accordo?
doni64 lunedý 31 gennaio 2011
film crudo Valutazione 2 stelle su cinque
30%
No
70%

Film reale, crudo che rispecchia la realta' attuale in Palestina con la guerra e le su crudelta' verso gli esseri umani e specialmente verso i piu' deboli.Il film che assomiglia ad un documentario e' interessante ma nel complesso non delucida nullo di nuovo.Voto 6+

[+] reale e crudo... (di francesco2)
[+] intendevo (di francesco2)
[+] lascia un commento a doni64 »
d'accordo?
paolorol martedý 21 settembre 2010
fittizio dall'a alla zeta Valutazione 2 stelle su cinque
33%
No
67%

Se proprio vogliamo riconoscere un qualche merito a questo polpettone, allora diciamo che può forse forse chissà..avere un qualche valore didascalico, ma non ne sono per niente certo.
Schnabel ha trasposto filmicamente, con scarsa creatività e con una buona dose di pedanteria, il romanzo scritto dalla compagna, la bellissima giornalista Rula Jabreal, nota da noi per Annozero e TG della 7.
Il romanzo è stato spacciato per autobiografico, in realtà pare che lo sia solo in parte, sarebbe più corretto definirlo una autobiografia molto romanzata e costruita con il preciso intento di vendere.
Il romanzo ha venduto discretamente, il film non so che pubblico potrà attrarre, è così piatto e scontato, privo di qualsiasi scatto a livello narrativo, esageratamente lungo ed indigesto. [+]

[+] lascia un commento a paolorol »
d'accordo?
Miral | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1░ | jayan
  2░ | renato volpone
  3░ | sergio dal maso
  4░ | francesco2
  5░ | nakba
  6░ | ipno74
  7░ | doni64
  8░ | paolorol
Rassegna stampa
Thomas Sotinel
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdý 3 settembre 2010
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità