Io sono l'amore

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Io sono l'amore   Dvd Io sono l'amore   Blu-Ray Io sono l'amore  
Un film di Luca Guadagnino. Con Tilda Swinton, Flavio Parenti, Edoardo Gabbriellini, Alba Rohrwacher, Pippo Delbono.
continua»
Commedia, Ratings: Kids+16, durata 120 min. - Italia 2009. - Mikado Film uscita venerdì 19 marzo 2010. MYMONETRO Io sono l'amore * * 1/2 - - valutazione media: 2,70 su 56 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   
magre666 lunedì 7 settembre 2015
vacuo e pretenzioso Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

Riesco a salvare solo i meravigliosi interni in cui è girato il film, e la sfolgorante Tilda Swinton. Purtroppo il livello recitativo è imbarazzante, la trama sfiora il ridicolo e dopo un inizio vagamente intrigante, si scivola nell'apatia. Mi sarei aspettata di meglio da Guadagnino. Chi scomoda le atmosfere visconti ahr forse farebbe bene a rivederne le opere.

[+] lascia un commento a magre666 »
d'accordo?
stefano capasso venerdì 6 marzo 2015
l'amore che trasforma Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Alla morte del vecchio capofamiglia Edoardo, la famiglia borghese dei Ricchi si trova ad affrontare la gestione dell’impresa di famiglia. Al figlio Tancredi, Edoardo affianca come erede il nipote Edoardo, maggiore di tre fratelli che Tancredi ha avuto con Emma, donna russa emigrata per sposarlo. Gli eredi non hanno la stessa forza del capostipite e presto l’azienda viene messa in vendita mentre i tre giovani seguono le loro strade. In particolare Edoardo decide di aprire un ristorante col suo amico Antonio, cuoco raffinato. Ma da questa amicizia scaturirà un dramma familiare
Ho visto questo film di Luca Guadagnino alla rassegna Cinemente e l’ho trovato molto bello. [+]

[+] lascia un commento a stefano capasso »
d'accordo?
dario sabato 15 febbraio 2014
calligrafico Valutazione 2 stelle su cinque
100%
No
0%

Esteticamente è notevole, ma la scrittura è modesta e lo sviluppo della storia affaticato. Le scene sono come slegate fra loro, manca un crescendo e dunque il ritmo è irrimediabilmente asfittico. Il regista e gli sceneggiatori si perdono in un compicimento che sa di presunzione e si fermano ad ammirarsi in continuazione. Di tutto questo ne risente ovviamente la recitazione che è generalmente scolastic, doignitos nella sola Tilda Swinton. E' assente anche la capacità di creare un'a'tmosfera: non la si puà certo ottenere con continue scene e interminabili saliscendi di scale. Qui non si fa altro che cucinare, mangiare e scendere in giardino, correre di qua e di là, fare chilometri per trovare una tintoria ecc. [+]

[+] lascia un commento a dario »
d'accordo?
no_data martedì 11 febbraio 2014
stucchevole Valutazione 2 stelle su cinque
100%
No
0%

molto pretenzioso e artificioso. il manierismo è stucchevole (le gocce di pioggia sulle dita della statua, il volo dei piccioni dai finestroni...) e tenta di coprire il vuoto.  molto amato negli usa, per l'esibizione di abiti porcellane piatti, e soprattutto per l'evocazione di un amore istintuale e primitivo, tipico delle classi poplari. o no???

[+] lascia un commento a no_data »
d'accordo?
armando toscano giovedì 21 febbraio 2013
sì, tu sei l'amore. Valutazione 0 stelle su cinque
100%
No
0%

Emma non è il suo vero nome. Il suo vero nome è russo, e per rivelarlo la sua stessa bocca si contrae in un dolce diminutivo. Tilda Swinton è Emma, amorevole e ferma donna russa sposata al figlio di un anziano ricco industriale di Milano, prossimo alla successione.

Vivono con i propri figli, che sono una loro emanazione, e di cui diventano emanazione in quel gioco di specchi e reciprochi controlli che costituisce l'ossatura forte delle famiglie borghesi; Elisabetta, attraversata da passioni contrastanti come la madre, Gianluca, interessato al potere e alla finanza come il padre Tancredi, ed Edoardo, un ibrido paterno e materno e allo stesso tempo contro padre e madre, creativo, più stupefacente del segreto di Elisabetta, miscela esplosiva di sensibilità e idealismo che scoppierà in effetti nella trama poché tertium non datur. [+]

[+] lascia un commento a armando toscano »
d'accordo?
andrea giostra sabato 1 settembre 2012
io sonol'amore. Valutazione 4 stelle su cinque
87%
No
13%

Film bellissimo. Da vedere assolutamente per chi ama film in cui l’amore e la passione trionfano inesorabilmente. Le rigide strutture sociali dell’alta borghesia, e spesso anche della scimmiottata e finta borghesia provinciale, mortificano le emozioni e imprigionano le passioni, salvo vederle sfuggire al controllo e vederle esplodere inesorabilmente, senza più alcuna possibilità di domarle, quando si aprono spiragli (tentazioni) imprevedibili e temuti. E’ quello che racconta il film con uno stile semplice e raffinato che riesce a coinvolgere e a trascinare lo spettatore in emozioni forti e catartiche(?). Chi non l’ha ancora visto si è certamente perso un bel film e, insieme, le emozioni che un buon film deve essere sempre in grado suscitare. [+]

[+] l'amore non trionfa (di carmelo44)
[+] lascia un commento a andrea giostra »
d'accordo?
budmud sabato 5 maggio 2012
scontato e sconclusionato Valutazione 2 stelle su cinque
43%
No
57%

Raggiunge a stento la sufficenza per le bellissime immagini di Milano e per la ricostruzuine della vita alto-borghese della appunto milano da bere. il rsto non mi pare degno di nota. Attori mediocri (a parte Ferzetti, la Swinton che fa quello che può e i soliti noti) in particolare Edo, uno dei protagonisti. si tenta di rialzare la storia con una disgrazia improvvisa che fa precipitare il tutto.-.secondo me malamente. Non capisco tutti gli elogi e le nominatiotions. Bah.

[+] lascia un commento a budmud »
d'accordo?
thomisticus martedì 28 febbraio 2012
meno tilda e più leopardi Valutazione 2 stelle su cinque
71%
No
29%

Volontà di uscire dalla carraia del piccolo naturalismo paratelevisivo di casa nostra, di confrontarsi con un cinema di segno forte. Questo è quanto viene da dire in favore del film. Il limite sta invece nel non sapere organizzare coerentemente memorie cinefile e ambizioni: modello viscontiano, che richiederebbe altra sprezzatura, altra lucidità storica, altra crudeltà, nonché mano drammaturgica più salda (personaggi che parlano della propria famiglia alla terza persona, servizi d’argento, Morandi alla parete, ecc., non fanno antica dinastia industriale, quanto semmai definiscono l’orizzonte e le mitologie middle class del regista); modello rosselliniano (quello della solitaria alterità dei personaggi femminili interpretati da Ingrid Bergman) giocato sul piano puro della enunciazione, ben presto senza fiato (“Io amo Antonio”, la sventurata disse); quindi, il simbolismo (gli interni art deco come bare, le geometrie delle tavole apparecchiate, le astrazioni del paesaggio urbano sotto la neve, la dialettica interno/esterno), che rimandano allo Scorsese di L’Età dell’innocenza e Made in Milan (con lo stesso rischio di una raffinata estetica pubblicitaria); il registro informale ed erratico, al limite del poema visivo, impiegato nella parte ambientata nell’entroterra ligure (che in parte recupera precedenti materiali del documentario Cuoco contadino), ma che, non sorretto in profondità, suona velleitario (lo stesso difetto nell’ultima parte del documentario Inconscio italiano), ecc. [+]

[+] lascia un commento a thomisticus »
d'accordo?
ralphscott giovedì 9 febbraio 2012
neve su milano,neve sui cuori Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Melò estetizzante,ma onesto. Al regista interessa riempirci gli occhi di bellezza,dagli elementi architettonici ed arredi,a quella della natura,compresa quella umana. Meravigliosa,elegante la Swinton offertaci per l'intero arco del film:è il paradigma di una realtà ibernata,vittima di un'asfittica realtà borghese dove anche i più giovani della famiglia Recchi soffrono. Ma gradualmente,la rossa russa acquista consapevolezza della propia condizione di donna infelice e seguirà il suo istinto verso altri lidi,d'amore e di felicità. Notevole panoramica di Milano nei titoli di testa

[+] lascia un commento a ralphscott »
d'accordo?
palen sabato 4 febbraio 2012
il gelo dentro Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Grande eleganza formale per esprimere senza assoluzione la laboriosa freddezza borghese con poco o nessuno spazio per il calore dei sentimenti. ....
 

[+] lascia un commento a palen »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 »
Io sono l'amore | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (1)
Nastri d'Argento (4)
Golden Globes (1)
Critics Choice Award (1)
BAFTA (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 |
Link esterni
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
venerdì 15 gennaio
Disincanto - Stagione 3
venerdì 1 gennaio
Cobra Kai - Stagione 3
giovedì 31 dicembre
Sanpa: luci e tenebre di San Patri...
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità