Humpday - Un mercoledì da sballo

Film 2009 | Commedia 95 min.

Titolo originaleHumpday
Anno2009
GenereCommedia
ProduzioneUSA
Durata95 minuti
Regia diLynn Shelton
AttoriMark Duplass, Joshua Leonard, Alycia Delmore, Lynn Shelton, Trina Willard, Olivia, Stellan Mathiesen, Steven Schardt, David Bundgren, J. Martin Dinn, Patrick Evans-Winfield, Joy Brooke Fairfield, Monica Fisk, Lori Goldston, Jane Hall .
Uscitavenerdì 4 giugno 2010
DistribuzioneArchibald Enterprise Film
MYmonetro 2,50 su 14 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Lynn Shelton. Un film con Mark Duplass, Joshua Leonard, Alycia Delmore, Lynn Shelton, Trina Willard, Olivia, Stellan Mathiesen, Steven Schardt, David Bundgren, J. Martin Dinn, Patrick Evans-Winfield, Joy Brooke Fairfield, Monica Fisk, Lori Goldston, Jane Hall. Titolo originale: Humpday. Genere Commedia - USA, 2009, durata 95 minuti. Uscita cinema venerdì 4 giugno 2010 distribuito da Archibald Enterprise Film. - MYmonetro 2,50 su 14 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Humpday - Un mercoledì da sballo tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ben e Andrew, ex compagni di college, non si vedono da dieci anni. Ben si è sposato, ha una casa col giardino, una macchina in giardino e il sogno di un bambino. In Italia al Box Office Humpday - Un mercoledì da sballo ha incassato 19 mila euro .

Humpday - Un mercoledì da sballo è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,50/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,50
PUBBLICO 2,00
CONSIGLIATO NÌ
Cinema minimale che riflette sull'omofobia impiegando i toni lievi e i tempi perfetti della commedia.
Recensione di Marzia Gandolfi
Recensione di Marzia Gandolfi

Ben e Andrew, ex compagni di college, non si vedono da dieci anni. Ben si è sposato, ha una casa col giardino, una macchina in giardino e il sogno di un bambino. Andrew gira il mondo su due ruote, ha tante donne, molte ambizioni artistiche e poca voglia di crescere. Una notte Andrew riappare nella vita di Ben, travolgendola come un uragano. Fermamente convinto a riportare l'amico borghese sulla sua cattiva strada, lo invita a un party "dionisiaco" e lo sfida a girare un film pornografico. Deciso a dimostrare ad Andrew la sua ritrovata spregiudicatezza e a fare i conti con la sua presunta omosessualità, Ben accetta di fare sesso con lui davanti a una telecamera digitale e dentro una camera d'albergo. Ma le cose non andranno esattamente come avevano previsto.
Humpday è una commedia indipendente, è cinema minimale, abitato da poche persone e fatto di ambienti ristretti, che affronta i risvolti affettivi e sessuali di un'amicizia lunga dieci anni. La giovane cineasta Lynn Shelton si misura con il pregiudizio e con l'omofobia, impiegando i toni lievi e i tempi perfetti della commedia. Al centro del film ci sono due uomini che provano a fare i conti con la propria omosessualità latente o presunta, con la paura del desiderio di una persona dello stesso sesso, contro quello che viene ritenuto desiderabile e giusto dalle convenzioni sociali dominanti. Poco importa se Ben ed Andrew confermeranno la loro omosessualità o scopriranno al contrario di essere incalliti eterosessuali, quello che davvero importa è l'intenzione, della regista e dei protagonisti, di penetrare le discriminazioni personali o istituzionalizzate, sollevando la grande rimozione. Il ritorno di un desiderio rimosso, nella forma di un amico amato, produce nella vita di Ben un terremoto e lascia dietro di sé un nuovo e fertile squilibrio. Se sul fronte dei complessi incroci sessuali il cinema inglese si è mosso prima, producendo commedie arrabbiate e socialmente affilate, l'autrice americana assume in pieno il modello della commedia amicale, serena, sospesa, sgualcita, puntando sulla circolazione sentimentale tra i personaggi e sul disegno delle loro vite private. Lontano dal dramma o dalla parodia, Humpday fa un'interessante scelta di campo, rivendicando il diritto a un'ordinaria qualità di narrazione che va oltre la rassicurante tutela delle norme sentimentali e sociali. Agli attori, Mark Duplass e Joshua Leonard, tocca il compito di assumere quella sofferenza latente e lievemente livida che scorre sotto la pelle della giovane e migliore commedia americana. Spogliati degli abiti e degli imbarazzi, Ben ed Andrew scopriranno che l'amore non significa stare insieme ma l'uno accanto all'altro.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Il titolo indica un evento che si svolge a Seattle: cittadini comuni vi presentano in pubblico pornofilm realizzati in proprio, che dopo la proiezione sono distrutti. Ben, ingegnere conformista, riceve la visita di Andrew, con cui ritrova le delizie dell'irresponsabilità giovanile. Decidono di partecipare all'Humpday, filmando l'accoppiamento omosessuale di due eterosessuali: loro due. Conta in questa storia l'occhio femminile (più intelligenza e più sensibilità) della regista che, d'altronde, ha trovato negli interpreti - soprattutto in Duplass - fervidi e attivi collaboratori anche nei dialoghi privi di pudore come le immagini. Il dilemma centrale è svolto con acume: qual è il vero significato della trasgressione? Esposto alla Quinzaine des Réalisateurs di Cannes 2009, è un vero film USA indipendente, anche nel costo minimo. Girato in 10 giorni e in digitale, con la troupe spesso ridotta a 3 persone: regista, direttore della fotografia e fonico.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
HUMPDAY - UN MERCOLEDÌ DA SBALLO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€3,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 10 giugno 2010
michi1959

Film interessante ma doppiato in modo sconcertante, in lingua originale dev'essere un altro film

martedì 28 settembre 2010
Ava88

Non capisco chi abbia il coraggio di produrre certi film così inutili... Ma a parte questo... Mi spiegate chi cavolo sono i doppiatori?????? OSCENI!!! Hanno rovinato il film, più di quanto non lo fosse già!

lunedì 7 giugno 2010
ralphscott

Mah!  con 'sta moda della gaiezza cinematografica ormai ci propinano propio di tutto. Questo film ha interpreti simpatici,ma é un po' noiosetto. E poi,non si diceva che il minimalismo delle storie era un male tipico del cinema italiano? inutile

domenica 24 ottobre 2010
ultimoboyscout

Mi ricorda vagamente "Una notte da leoni", anche se più che un film sembra girato come un documentario o addirittura come un filmino amatoriale. Leggendo avevo capito si trattasse di una pellicola estremamente comica invece più che comica l'ho trovata grottesca, strampalata a tratti anche comica, ma non della comicità che avevo immaginato e che speravo soprattutto. [...] Vai alla recensione »

lunedì 20 settembre 2010
astromelia

.....non tanto per il tema ma perchè noioso e a tratti insignificante e farsesco..........

FOCUS
INCONTRI
venerdì 28 maggio 2010
Marzia Gandolfi

La voce e il corpo Dopo essersi ritagliati un'aura di rispettabilità e di competenza nell'entertainment radiofonico, Pasquale Petrolo e Claudio Gregori, in arte Lillo e Greg, cedono alla fascinazione dello schermo, prestando la loro voce al cinema e alla commedia indipendente di Lynn Shelton, vincitrice nel 2008 dell'Indie Spirit Awards. Interpretata da attori sgualciti nell'immagine e travolgenti nello spirito, Humpday affronta col sorriso le relazioni amicali e l'omofobia, mettendo in scena due uomini che provano a fare i conti con la loro presunta omosessualità, per scoprirsi poi incalliti [...]

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alessandra Levantesi
La Stampa

Scritto e diretto da una donna, Lynn Shelton, Humpday ha conquistato il Sundance per l’ironia con cui smonta le certezze sessuali dei suoi protagonisti uomini: due amici che dopo lungo tempo si ritrovano ormai incanalati su binari esistenziali diversi, Ben sposato e imborghesito, Andrew solitario e giramondo. Una sera annebbiati da alcool e fumo, i due hanno la trovata di girare un pomo d’arte in cui [...] Vai alla recensione »

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Due amiconi che si rivedono dopo anni, una scommessa nata in una notte di bisboccia, un conflitto elementare ma insolubile che genera una reazione a catena di gag, dilemmi, paradossi. È l'insinuante, spassosissimo Humpday della statunitense Lynn Shelton (anche attrice: è l'amica lesbica), piccolo gioiello concettuale cui danno carne e sangue, ormoni e neuroni, due attori sensazionali doppiati egregiamente [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

Scritto e diretto da una donna, un film sull' amicizia e sulla sessualità maschile sorprendente. Vecchi compagni di università, Ben e Andrew si sono persi di vista e hanno imboccato strade opposte: il primo è sposato e fa un lavoro "regolare"; Andrew si sente artista. Quando si ritrovano vien fuori l' idea di partecipare a un festival del cinema porno per dilettanti.

Thomas Sotinel
Le Monde

"Humpday" : sur les rives du Pacifique, les incartades sexuelles de Ben et Andrew Il existe, à Seattle, un événement culturel annuel au cours duquel des gens comme vous et moi interprètent et réalisent des films pornographiques qui sont projetés une fois avant d'être détruits. La journée de projection a été baptisée Humpday, que l'on pourrait traduire par "niquedi".

Stephen Holden
The New York Times

To guys everywhere: “Humpday” has your number. With X-ray vision, this serious indie comedy, written and directed by Lynn Shelton, sees through its male characters’ macho pretensions to contemplate the underlying forces hard-wired into men’s psyches in a homophobic culture. Think of it as a Judd Apatow or Kevin Smith buddy film turned inside out. It is all the more remarkable for having been conceived [...] Vai alla recensione »

Robert Abele
The Los Angeles Times

Writer-director Lynn Shelton's sharply observed "Humpday" -- a male-ego comedy about sex, high fives and videotape -- exists in a realm somewhere between mumblecore wispiness and shock-jocular Apatowian romp. It's high concept but disarmingly low key. Certainly in the wake of the onscreen extremity presented by "Brüno" -- the summer's more hotly hyped foray into sexual-boundary gamesmanship -- the [...] Vai alla recensione »

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Sembra che negli Stati Uniti ci sia un festival del cinema pornografico. Due amici di vecchia data, uno tranquillamente sposato, l’altro un po’ hippy e molto vagabondo, una sera in cui a una festa hanno bevuto parecchio decidono di parteciparvi con un film non solo realizzato ma anche da loro interpretato - Per varcare ogni limite e aggiudicarsi un premio, decidono, pur essendo entrambi eterosessuali, [...] Vai alla recensione »

Cinzia Romani
Il Giornale

La regista Lynn Shelton narra «la paura e la voglia di essere nudi» di due maschi, forse adulti, forse eterosessuali. Un tempo l'amicizia maschile nulla aveva di femminile, ma ora lo sposato Ben apre volentieri la porta ad Andrew, ex compagno di college, giramondo e squattrinato. A una festa tardohippy i due, pancetta e tutto, schivano la noia conoscendosi biblicamente.

NEWS
NEWS
mercoledì 19 maggio 2010
Valeria Filippi

Horror e magia La stagione estiva si avvicina smentendo il pensiero comune che vuole l'estate povera di pellicole e di spettatori nelle sale. Troviamo infatti al buio dei cinema due graditi ritorni che i rispettivi numerosi fan attendono con trepidazione: [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati