Quello che gli uomini non dicono

Film 2006 | Commedia 90 min.

Titolo originaleSelon Charlie
Anno2006
GenereCommedia
ProduzioneFrancia
Durata90 minuti
Regia diNicole Garcia
AttoriJean-Pierre Bacri, Vincent Lindon, Benoît Magimel, Benoît Poelvoorde, Patrick Pineau Arnaud Valois, Ferdinand Martin.
Uscitavenerdì 13 aprile 2007
DistribuzioneLucky Red
MYmonetro 2,50 su 21 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Nicole Garcia. Un film con Jean-Pierre Bacri, Vincent Lindon, Benoît Magimel, Benoît Poelvoorde, Patrick Pineau. Cast completo Titolo originale: Selon Charlie. Genere Commedia - Francia, 2006, durata 90 minuti. Uscita cinema venerdì 13 aprile 2007 distribuito da Lucky Red. - MYmonetro 2,50 su 21 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Quello che gli uomini non dicono tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Le vicende personali dei protagonisti rendono il film troppo ermetico e a tratti noioso. In Italia al Box Office Quello che gli uomini non dicono ha incassato 199 mila euro .

Quello che gli uomini non dicono è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,50/5
MYMOVIES 2,25
CRITICA 2,00
PUBBLICO 2,50
CONSIGLIATO NÌ
Nicole Garcia gira un sinfonico omaggio all'esistenza dell'uomo e dell'attore.
Recensione di Marzia Gandolfi
Recensione di Marzia Gandolfi

In una cittadina di provincia bagnata dall'Atlantico si incrociano le vite e si intrecciano le storie di sei uomini: Jean-Louis Bertagnat, vanesio sindaco della città, Pierre, giovane insegnante di scienze al liceo, Matthieu, ambizioso paleontologo, Adrien tennista professionista in piena crisi esistenziale, Joss, ladro stolto che progetta il colpo del secolo e Serge Torres, assistente di talassoterapia col vizio dell'adulterio. Fra sei adulti fragili, scorretti e sbagliati si muove con candore e giudizio il piccolo Charlie, figlio di Serge. Il colpo di boomerang messo a segno dal ragazzo risolverà gli equivoci e provocherà rilevanti rivelazioni.
Presentato in concorso a Cannes nel 2006, Quello che gli uomini non dicono è innanzitutto un sinfonico omaggio all'esistenza dell'attore. Non solo perché Nicole Garcia ha selezionato una sorta di nazionale francese di campioni di recitazione, da Jean-Pierre Bacri a Vincent Lindon, da Benoît Magimel a Benoît Poelvoorde. La cineasta francese si è resa anche irreperibile agli occhi dello spettatore lasciando che la scena pullulasse di rifinite voci attoriali. Il racconto sembra così poter andare avanti da solo, senza bisogno di una guida.
Sei uomini e un ragazzino, il Charlie del titolo originale (Selon Charlie), ricoprono nella stessa città ruoli diversi e vivono nello stesso momento una profonda insoddisfazione esistenziale e professionale. Indifferenti a tutto ciò che esiste al di fuori della loro ambizione, divorano il proprio tempo e trascurano madri, mogli e figli. Gli affetti come i sogni mai coltivati finiscono però in frantumi e i protagonisti colti da vertigine di fronte alla scoperta di essere soli, comprendono che la vera rivoluzione passa prima per la conoscenza di se stessi. Come il boomerang di Charlie, trade d'union fra gli adulti-bambini che non sono riusciti a crescere mentre il tempo passava, i sei personaggi ritornano al punto di partenza, al luogo lasciato per placare l'istinto atavico della ricerca. Quello stesso impulso che mosse milioni di anni prima Dirk: l'uomo preistorico e ottavo uomo del film, rinvenuto da Matthieu in un deserto di ghiaccio. Il desiderio che mosse Dirk a lasciare la sua tribù diventa l'eco del loro agire, ricercare e ambire un altrove.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
Il boomerang come metafora del percorso di una vita.
Recensione di Francesca Felletti

Un boomerang segna la sua traiettoria in cielo e, a seconda di come viene lanciato, torna indietro oppure no. Ai protagonisti del film corale dell'attrice e regista Nicole Garcia quello che non torna è il bilancio della propria vita. Un professore di scuola che ha rinunciato a importanti ricerche in campo preistorico, un uomo che viene lasciato dalla moglie dopo la scoperta della relazione con la compagna dell'ex-scienziato, il sindaco della cittadina francese - Dieppe sulla costa atlantica - anch'egli alle prese con affari di cuore extraconiugali, un giovane campione di tennis "programmato" per la vittoria. Nessuno è felice, nessuno è realizzato, ciascuno vive su un binario che sente non essere il suo.
Giocato sull'incastro delle loro vicende, cui fanno da contorno figure macchiettistiche piuttosto fuori luogo nel contesto drammatico oppure caratteri poco o mal delineati, il film si perde in uno schema troppo ermetico per tutta la prima ora. Poi, mano a mano, si iniziano a capire gli eventi, i meccanismi e le motivazioni. E alla fine c'è un bambino che ha il coraggio di svelare la verità e, nell'ultima sequenza, riesce a far ritornare il boomergang.
Pretenzioso, troppo esplicitamente metaforico (la scoperta dell'uomo preistorico Dirk, che pone domande sulla solitudine dell'uomo), in definitiva noioso.

Sei d'accordo con Francesca Felletti?
QUELLO CHE GLI UOMINI NON DICONO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 11 agosto 2010
Francesco2

Questo film, accolto credo maluccio a Cannes nel 2006, rappresenta sicuramente un passo indietro rispetto a certo cinema corale francese come "Il gusto degli altri" e "I sentimenti". Nessuno può negare che la mano della Garcia sia meno incisiva, che non abbia quella "Visione d'insieme", corale(Non a caso qualcuno, come io avevo pensato, è arrivato a citare Altman)di cui parla Allen nel suo recente [...] Vai alla recensione »

Frasi
Non c'è nulal di morto tranne quelloc he non esiste ancora
Adrien (Arnaud Valois)
dal film Quello che gli uomini non dicono
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Callisto Cosulich
Left

Nicole Garcia, regista e attrice di notevole spessore, ama inventare trame con una pluralità di personaggi dai destini incrociati. Lo ha fatto con successo in Place Vendome, si è ripetuta in Selon Charlie, qui tradotto Quello che gli uomini non dicono, rincarando la dose degli incroci, che avvengono in una cittadina affacciata sull’Atlantico, dove si tiene un convegno di paleontologi, in occasione [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

I bambini ci guardano, ora e sempre: Charlie, ad esempio, osserva suo padre Serge, che tradisce la compagna con la moglie di Pierre. In una cittadina francese sulle rive dell'Atlantico facciamo conoscenza con altri esemplari maschili, sorpresi in comportamenti che sarebbe difficile definire edificanti. Attrice e regista di lungo corso, Nicole Garcia non sembra avere una grande stima del sesso maschile, [...] Vai alla recensione »

Maurizio Cabona
Il Giornale

Primo - di tre - film francese in concorso a questo Festival di Cannes, Selon Charlie («Secondo Charlie») è opera di Nicole Garcia, una regista che - invece di annoiare coi problemi delle donne - diverte coi problemi degli uomini. È un caso raro sempre, ma nella cinematografia da festival è rarissimo. Nucleo del film dovevano essere due ex compagni di scuola: un professore di scienze naturali (Benoit [...] Vai alla recensione »

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Anche in Selon Charlie di Nicole Garcia, l'altro titolo in concorso di ieri, bisogna arrivare almeno a metà film per cominciare a raccapezzarsi. Ma se Red Road gioca sul mistero, la sesta regia della Garcia accumula personaggi e sottotrame sospendendo tutto allo sguardo innocente (ma non del tutto...) del piccolo Charlie, figlio del fisioterapista e fedifrago Vincent Lindon, nonché centro inconsapevole [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
La Stampa

Due film psicologici in concorso. Nel francese Selon Charlie (Secondo Charlie) Nicole Garcia, 60 anni, racconta scene della vita di provincia, sentimenti e contraddizioni di uomini e bambini, la tristezza di vivere di tanti in uria cittadina sull'Atlantico d'inverno. Tre giorni, sette personaggi, sette esistenze che si muovono in cerca di sé, s'incrociano, si sfiorano, si fanno dei male.

Valerio Caprara
Il Mattino

Peccato per il francese Selon Charlie firmato dalla vezzeggiata autrice ex attrice Nicole Garcia: l'idea di partenza sarebbe buona, riunire per tre giorni sette personaggi a caccia delle rispettive identità e complicità in una villa affacciata sul plumbeo Atlantico fuori stagione. Anche se gli attori (da Bacri a Lindon, da Magimel a Sophie Cattani), come spesso accade oltralpe, sono motivati ed esperti, [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
La Stampa

Tre giorni dedicati a un seminario sulla ricerca, sette personaggi maschili di classe sociale, carattere e background diversi in una piccola città sull'Atlantico, chiusi nel proprio inferno esistenziale, sotto gli occhi di un ragazzino intelligente, Charlie («Selon Charlie» era il titolo originale). Nicole Garcia, ex attrice francese, 61 anni, racconta scene della vita di provincia, sentimenti e contraddizi [...] Vai alla recensione »

Jonathan Holland
Variety

Le vite di sette uomini si incrociano in una cittadina sull'Atlantico. Nicole Garcia ama i film corali, in cui interagiscono personaggi che lei osserva con grande tenerezza. Il suo cinema potrebbe evocare quello di Sautet, se lei non preferisse dipingere l'incomunicabilità tra le persone anziché la loro possibile fratellanza. Nel film c'è quasi tutto quello che serve.

Federico Raponi
Liberazione

Le cavie della regista Nicole Garcia e dei fedeli sceneggiatori Jacques Fieschi e Frederic Bèlier sono sette maschi adulti in una cittadina francese, dove le persone si conoscono e interagiscono. Classi sociali differenti, insoddisfatti soprattutto sentimentalmente, tutti procedono alla rinfusa e senza eccessivi clamori. In comune hanno anche - come impronta arcaica - un antenato preistorico morto [...] Vai alla recensione »

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

La politica e l'amore, gli studi e gli affari, i bambini e gli adulti. Alla sua sesta regia Nicole Garcia tesse uno di quei film-ragnatela che esplorano i mille rimandi segreti di cui sono fatte le nostre vite. Ci vuole un po' per orientarsi perché la regista-attrice moltiplica personaggi e sottotrame sospendendo tutto allo sguardo innocente (ma non ingenuo.

Silvana Silvestri
Il Manifesto

Dalle parti della commedia con gusto della costruzione geometrica (come Un po' per caso un po' per desiderio di Danièle Thompson oppure La cena dei cretini di Francis Veber) si pone come struttura, ma in chiave più malinconica pur non senza spirito Quello che gli uomini non dicono (Selon Charlie) di Nicole Garcia con quel gusto per la messa in valore del parco attori francesi.

Maurizio Cabona
Il Giornale

La Francia e l'Italia hanno copiato lo stile di Woody Allen: storie collettive di borghesi, che solo formalmente hanno una vita pubblica, distillate in film sulle loro vite intime. Una sineddoche imposta anche dai ritmi cinematografici, certo. Ridotte al tentativo di appagare il desiderio, queste esistenze lasciano però freddo lo spettatore che non viva per accoppiarsi.

Mauro Gervasini
Film TV

Sette personaggi in cerca d'autore, anzi d'autrice, buttati allo sbaraglio in una cittadina che guarda l'Atlantico, fredda e grigia anche in primavera, riflesso dell'infelicità degli animi. Tutti uomini, diversissimi tra loro come solo le figure esageratamente "letterarie" sanno essere. C'è il talento sportivo che forse nella vita amerebbe fare tutt'altro ma non può, c'è il professorino di liceo in [...] Vai alla recensione »

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Una cittadina francese sulle rive dell'Atlantico. Alcuni uomini in primo piano, di varia estrazione e un ragazzetto che figurava addirittura nel titolo originale del film. Anche le donne, mogli, amanti, madri, piuttosto di sfondo però il punto di partenza è dato dal ritrovamento tra le dune dello scheletro di un uomo preistorico, con un convegno di paleontologi attorno per studiare.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati